Meteo di fine maggio: una settimana autunnale

L'ultima settimana del "mese delle rose" sarà segnata da tempo instabile, con piogge e temporali diffusi su tutta la penisola

meteo settimana

Meteo della settimana dal 26 al 30 maggio

E va bene, tanto vale ammetterlo. Gli effetti del tanto sbandierato Hannibal su gran parte della nostra beneamata penisola sono stati molto più miti di quanto non ci attendesse, anche se soprattutto nella giornata di domenica 25 e nelle ore “topiche” della canicola, si è per la prima volta sentito un caldo decisamente estivo. L’alta pressione di origine africana che proteggeva l’Italia dagli “attacchi” delle perturbazioni atlantiche è però venuta meno con l’arrivo della giornata di lunedì 26 maggio: le correnti di aria più fredda saranno così foriere di instabilità, di tempo e cieli variabili, soprattutto nelle regioni settentrionali. Una tendenza che si manterrà sostanzialmente costante per tutta la settimana e che andrà addirittura accentuandosi nelle giornate di giovedì e venerdì dove è previsto un peggioramento della situazione anche nel centro-sud. Insomma, la settimana che si profila all’orizzonte e che chiude questo variegato ed interessante mese di maggio – percorso da grandi eventi di sport e di moda, di finanza e di cinema, di cultura e di politica – sembra proprio essere una sorta di “ritorno” autunnale tardo-primaverile…

meteo tendenze

Lunedì 26 maggio, martedì 27 e mercoledì 28 saranno tre giorni dall’andamento climatico e meteorologico piuttosto simile fra loro: il nord sarà generalmente interessato da una situazione di instabilità diffusa, con frequenti piogge e temporali soprattutto sulle regioni del nord Piemonte e della Valle d’Aosta, della Lombardia e in tutte le Venezie, mentre il sud vivrà un periodo nel complesso di tempo stabile e soleggiato dominato dal bel tempo se si eccettua qualche locale e sporadica velatura del cielo sulla Puglia. Quanto alle regioni del Centro, invece, nelle diverse giornate esse “sceglieranno” di schierarsi – dato che siamo in tema elettorale… – ora dalla parte del nord e della sua instabilità, ora del sud e del suo cielo prevalentemente terso.

Lunedì per esempio, il fronte della pioggia interesserà tutto il versante adriatico, seppur in misura sensibilmente minore rispetto al nord, e rovesci potranno presentarsi anche fino all’Abruzzo e al Molise. Martedì invece, le coste saranno generalmente “asciutte”, mentre la pioggia si potrà presentare lungo la fascia Appenninica fra la Toscana, il Lazio e l’Umbria. Una situazione sostanzialmente analoga a quella di mercoledì, che vedrà un attenuarsi delle piogge sulla Lombardia, la Liguria e la Toscana ma anche un peggioramento del tempo nel secondo pomeriggio nelle regioni del mezzogiorno, a partire da Sicilia e Calabria.

Ed eccoci a giovedì 29 maggio, dove l’ultima perturbazione del mese con aria umida e fredda proveniente dal nord-ovest porterà il barometro sull’instabile in gran parte della nostra penisola: in particolare molte nubi e rovesci, anche temporaleschi, “sbarcheranno” al sud, sulle aree appenniniche, sul basso Tirreno, sulla Puglia, mentre continuerà il maltempo e la compagnia di cieli grigi su gran parte del nord. Rovesci sparsi anche sulla Sardegna, mentre nel corso della giornata migliora il tempo sulla Sicilia fino a ritornare sereno in serata.

Venerdì 30 quasi tutti gli italiani saranno accomunati dall’uso dell’ombrello, dalla Valle d’Aosta alla Calabria: piogge e fenomeni di intensità più elevata si concentreranno sul Piemonte, la Lombardia e la dorsale appenninica dove non saranno infrequenti anche forti temporali. Tendenza in attenuazione in serata a partire dalle regioni del sud. Bel tempo per tutto il giorno solo sulle Isole maggiori.

Meteo del week-end 24 e 25 maggio

meteo

Sarà la volta buona? Se lo saranno chiesti parecchi amici del nord facendo capolino dalla finestra di prima mattina ed accorgendosi che il tanto atteso anticiclone Hannibal, che prometteva cieli tersi e temperature estive nella settimana che volge al termine, sembrava in realtà molto più timido di quanto le previsioni facessero attendere. Questo per lo meno sulle regioni del nord, dell’Emilia e della Toscana ma anche, seppur a sprazzi, in diverse aree del Mezzogiorno. Ebbene, le previsioni del prossimo week-end sembrano finalmente confermare il tanto atteso anticipo di estate per questo ultimo scorsio del mese di maggio. E sarà una tendenza stabilmente confermata per l’avvio della prossima settimana nella quale rimarrà prevalente nel complesso il sole e se qualche velatura del cielo a base di nuvole ci sarà, potrà ritenersi piuttosto marginale e passeggera. Ciò almeno fino a martedì, quando l’Italia sarà interessata da un nuovo flusso di correnti provenienti dall’Atlantico dalla temperatura più fresca che porteranno ad una maggiore instabilità, specialmente sull’arco alpino e sul nord ovest della nostra penisola.

Ma andiamo per tempo e cominciamo a sbirciare le previsioni del prossimo week-end: sabato 24 cieli limpidi su gran parte della penisola con temperature in aumento e che saranno comprese fra i 22 e i 28 gradi al nord e raggiungeranno sul termometro la tacca dei 30 al centro e al sud. Soprattutto in mattinata, ma in progressiva attenuazione nel pomeriggio fino a scomparire quasi del tutto verso sera, le “sacche” di instabilità con isolate piogge e temporali si potranno verificare nel Piemonte occidentale, in Alto Adige, sui rilievi della Puglia e della Basilicata, in alcune zone della Calabria e sulla Sicilia centrale ed orientale. Una situazione che si presenterà con molte similitudini anche nella giornata di domenica 25 dove però sulla Sicilia splenderà uno spettacolare sole per tutta la giornata, cosa che porterà la colonnina del mercurio sulle città dell’isola a sfondare la quota record di 33 gradi. Bel tempo su tutto il resto delle regioni con cieli velati e piogge sparse possibili nella prima parte della giornata sul centro sud e nella seconda sul centro-nord. Più precisamente, l’Appennino laziale e campano, gli Abruzzi, il Molise e la Puglia settentrionale inizieranno la giornata con la possibile necessità di aprire l’ombrello, che però riporranno definitivamente entro mezzogiorno. Nuvole invece con l’avvicinarsi della sera su Toscana, Emilia Romagna e su tutte le regioni settentrionali, anche se la possibilità di rovesci è limitata unicamente alla Valle d’Aosta e alle zone del Piemonte sul confine con la Francia. Sono le avvisaglie della perturbazione atlantica che “disturberanno” ancora il nord nella giornata di lunedì portando piogge e temporali sui rilievi che si sposteranno durante la giornata verso sud a partire dal versante adriatico. Ma intanto godiamoci questo week-end…

Meteo della settimana dal 19 al 23 maggio

meteo

Come passare direttamente dall’autunno all’estate senza transitare dalla primavera. Da questo punto di vista occorre veramente ammettere che maggio è il mese più creativo in assoluto. Se la scorsa settimana in alcune giornate occorreva sfoggiare qualche indumento dalla indole autunnale per contrastare il freschino insistente specialmente nelle ore del mattino e della sera, per la prossima ventura si conferma invece la tendenza anticipata nei giorni scorsi: arriverà una vera a propria anteprima estiva, con parecchi punti della nostra beneamata penisola dove le temperature massime sfonderanno il muro dei trenta gradi, arrivando in qualche caso anche a 32 o 33. Il merito di tutto ciò? Di un vivace anticiclone di origine africana che si chiama nientemeno che “Hannibal”. Insomma, maggio ci riserva sempre sorprese di ogni tipo e per questo è uno dei mesi più interessanti dell’anno e non solo dal punto di vista climatico: dal compleanno della Nutella al Festival di Cannes, si prospetta una settimana dove andare a cercare negli armadietti in cui le avevamo riposte los corso anno, le creme solari… Vediamo dunque cosa ci aspetta.

meteo lunedì 1
Lunedì 19 è una giornata di attesa, dove la perturbazione atlantica che ha raggiunto l’Italia nel week-end ha ancora qualche piccolo strascico: cieli velati e non propriamente azzurri e, in taluni casi, piogge intermittenti anche se di scarsa entità. Piogge che tenderanno a scomparire verso sera per proiettarci a martedì 20 che sarà il D-Day. Ecco Hannibal, dunque, che arriva da sud portando bel tempo e sole sull’Italia centro-meridionale, eccettuata qualche isolata area dell’Appennino centrale in cui si addenserà qualche nube e dove si potranno verificare anche temporali. Al nord fino all’alta Toscana e all’Emilia, il cielo sarà più variabile, anche se sostanzialmente “asciutto”, fatto salva qualche locale rovescio possibile su Piemonte e Liguria. Le temperature saranno in aumento e ci prepareranno alla prima giornata “ufficiosa” dell’estate 2014, ovvero mercoledì 21, una giornata a tutto Hannibal. Sole, cieli limpidi e giornate calde di quel piacevole tepore senza afa che solo il sereno a primavera sa offrire praticamente ovunque. Trenta gradi sfondati in parecchie città del sud, mentre le uniche nuvole potrenno presentarsi, seppur marginalmente, sulle Alpi piemontesi e sul Friuli. Giovedì 22 e Venerdì 23 saranno due giornate “in fotocopia” dove il nostro ormai familiare Hannibal farà valere tutta il suo influsso subtropicale: sole e caldo con temperature che arriveranno a 33 gradi sulla Sicilia ma saranno abbondantemente sopra le medie stagionali anche nelle altre regioni. Piccola sacca di variabilità presente solo al nord-ovest, su Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia occidentale, dove qualche pioggia sparsa e qualche temporale potranno inframezzare le giornate di sole…

Meteo del week-end 17-18 maggio

meteo

Abbiamo scollinato anche la metà di maggio e dobbiamo ammettere che il tempo vola e quasi non ce ne siamo accorti. Avevamo freddo fino a poco fa e siamo in un batter d’occhio arrivati alle soglie dell’estate. Anche climatica, se è vero che la prossima settimana un importante anticiclone proveniente dall’Africa porterà la prima ondata di vero caldo estivo di questo scorcio di 2014. Ma prima di tuffarci nell’estate dobbiamo vivere questo terzo week-end di maggio che conoscerà però un tempo più variabile. Mentre le prime star come Nicole Kidman e Laetitia Casta sfilano sul red carpet di Cannes e Milano accoglie Piano City, una delle più inconsuete e curiose rassegne musicali di strada, il barometro oscillerà sia sabato che domenica fra il generalmente sereno o poco nuvoloso del centro-sud e la pioggia con possibilità anche di brevi e violenti temporali al nord, specialmente sulla fascia alpina. Attenzione: la Notte dei Musei, sabato 17 dalle 20 alle 24 sarà praticamente in tutta Italia asciutta e senza pioggia. Permettendo a tutti di goderne anche delle strutture all’aperto senza ombrelli e senza disturbi dal tempo.

Sabato 17 quindi sarà una giornata dal clima influenzato da una corrente ciclonica nei vicini Balcani che farà giungere i suoi strascichi anche dalle nostre parti. A risentirne soprattutto l’arco alpino e le regioni orientali, specialmente quelle dell’alto adriatico, dove il cielo sarà particolarmente nuvoloso. Piogge su Valle d’Aosta, Piemonte, alta Lombardia, Trentino e Friuli, sul Ponente Ligure e sul versante adriatico dagli Abruzzi fino alla Puglia. Sulle Alpi le piogge potranno trasformarsi anche in temporali mentre nel corso della giornata il maltempo occuperà anche la zona tirrenica del basso Lazio e della Campania, fino a lambire Basilicata e Calabria. Dopo aver conosciuto il suo picco nelle prime ore del pomeriggio, la perturbazione tenderà a scomparire in serata, tanto che per le 24, salvo qualche piccola eccezione al nord, il tempo sarà secco ed i cieli notturni tendenzialmente sereni. Ed eccoci a domenica 18 che, per la gioia di tutti, vedrà protagonista un po’ ovunque il sole. Ad eccezione dell’arco alpino, dal Piemonte a Friuli, che sarà caratterizzato ancora da piogge e isolati temporali, nel resto della penisola, fina dalle pianure settentrionali, cieli sereni e temperature in aumento faranno bella mostra di sé un po’ ovunque. Nel corso del pomeriggio ed in serata qualche nuvola in più si addenserà sulla Sicilia e sulla Sardegna, fino a portare la possibilità di qualche pioggia isolata ma anche poco convinta. Si tratta delle prime avvisaglie della perturbazione atlantica che arriverà sulle regioni centro-settentrionali nella giornata di lunedì 19 riportando la pioggia su gran parte dell’Italia. Una precipitazione che sparirà già martedì per lasciare posto al caldo da mercoledì, quando in diverse località del sud si sfonderanno per la prima volta i trenta gradi…

Meteo della settimana 12-16 maggio

meteo 2

 

Non abbiamo fatto in tempo ad abituarci alle temperature miti e alle giornate soleggiate, che questo inizio settimana di metà maggio ci sorprende con un abbassamento delle temperature e cieli nuvolosi. È in arrivo infatti dall’Europa settentrionale un flusso d’aria più fredda che determinerà un abbassamento delle temperature in tutta la penisola, facendo scendere il barometro anche di 5 o 10 gradi rispetto alle temperature decisamente primaverili del week-end trascorso. Il clima vedrà dunque un peggioramento in tutta Italia, tuttavia è bene ricordare sempre che in questo mese i raggi solari hanno la medesima inclinazione che caratterizza il periodo del “solleone”, con un elevato indice di raggi ultra violetti. Non lasciamoci ingannare dal clima che, proprio quando si mostra più instabile nascondendo il sole dietro a nuvole passeggere, può causare danni alla pelle se esposta senza l’adeguata protezione solare. Non è così improbabile rischiare un eritema solare a maggio!

Nella giornata di lunedì 12 maggio su tutta la penisola vedremo nuvole passeggere e temperature tra i 12 e i 14 gradi al nord, leggermente più alte al centro – con punte di 17 gradi a Roma e Napoli -, al sud e nelle isole, invece, la media si attesta sui 18 gradi. Cielo coperto o tendenzialmente nuvoloso, quindi, per questo inizio settimana.
Martedì 13 la tendenza si conferma e peggiora soprattutto al centro: Triveneto, Emilia Romagna, Toscana e Lazio saranno interessate da fenomeni temporaleschi in mattinata. Dal pomeriggio, le piogge toccheranno anche le regioni del nord-est e del centro-sud.
Mercoledì 14 maggio rovesci lungo tutta la costa Adriatica e Ionica, a partire dalle Marche fino alla Calabria. Nel pomeriggio schiarite su Lombardia, Piemonte, Liguria e le isole.
La fine della settimana conferma il tempo instabile: giovedì 15 maggio il cielo sarà nuvolo su tutte le regioni e molto coperto nella fascia nord-occidentale, ma nel pomeriggio sono previste schiarite al nord e rovesci anche a carattere temporalesco al sud.
Chiudiamo la settimana con venerdì 16, quando le piogge si concentreranno soprattutto lungo la costa Adriatica, lasciando prevedere un week-end di metà maggio altrettanto instabile.

Meteo del week-end 10-11 maggio

Irrompe l’estate: sembra questa ormai la prospettiva per il clima sulla italica penisola nei prossimi giorni in cui l’alta pressione sarà assoluta protagonista alle nostre latitudini consegnandoci ormai uno stato permanente di “primavera inoltrata“. È quindi forse giunto il momento di abbandonare la tradizionale prudenza del mese di maggio e sbilanciarsi prendendo posizione in maniera decisa verso l’abbigliamento leggero, estivo e fresco, verso scarpe e sandali adatti al clima e, magari, convincersi a fare quel cambio degli armadi che, vuoi per pigrizia, vuoi per scaramanzia, abbiamo fino ad ora rimandato.
Sole protagonista nel week-end, con temperature che potranno sfiorare i 30 gradi soprattutto al sud e che però si abbasseranno nei primi giorni della prossima settimana, lasciando spazio ad una corrente di aria più fresca proveniente dal Nord Europa che porterà un lieve peggioramento del tempo da lunedì 12 maggio.
Una importante indicazione da tenere presente è il fatto che, nonostante la piacevolezza del sole primaverile, in questo periodo dell’anno l’inclinazione dei raggi UV-A provenienti sulla nostra penisola è del tutto analoga a quella di inizio agosto e quindi l’esposizione al sole richiede nel prossimo week-end la stessa attenzione e protezione che si adotterebbe nel mese “principe” della tintarella.

meteo 2

Andando con ordine, il cielo sarà soleggiato un po’ ovunque in tutta la penisola fin da venerdì 9 maggio. Nel pomeriggio e fino a sera – ma scomparendo completamente nella notte – locali fenomeni temporaleschi tipicamente estivi si potranno manifestare sulle Alpi, specialmente sul versante orientale. Cielo leggermente velato e possibilità di qualche piovasco anche in Calabria, unica eccezione all’azzurro che dominerà in tutte le altre regioni.

Sabato 10 maggio la tendenza sarà sostanzialmente confermata, anzi le temperature registreranno un ulteriore aumento fino a toccare i 27-28 gradi sulle pianure e punte più alte al sud. Analogamente a quanto accaduto nella giornata precedente, nel pomeriggio sono previsti addensamenti nuvolosi e temporaleschi sull’arco alpino specialmente nel quadrante orientale che potrebbe portare qualche “coda” di pioggia anche in pianura. Nuvole passeggere, ma senza rovesci, sulla Sardegna e sulla Toscana.

Infine domenica 11: se il centro ed il sud continueranno a godere di cieli prevalentemente tersi, temperature estive e piogge assenti, un lieve peggioramento è previsto al nord che sarà lambito dalla perturbazione che avrà poi il suo culmine fra lunedì e martedì. Rovesci e temporali potranno essere presenti sul Piemonte, la Lombardia e la Liguria, dove la probabilità di pioggia sarà più elevata, specialmente sulla riviera di Levante. Temporali, che potranno anche essere localmente molto forti e con grandine sul Trentino e sulle Venezie. Venti in aumento soprattutto nella zona del mar Ligure dove si farà sentire il libeccio.

Meteo della settimana 5-9 maggio

meteo 3

Ed ecco maggio: dopo il suo volto “instabile” degli scorsi giorni, arriva adesso quello “estivo” che ci accompagnerà lungo tutta questa settimana con rare e locali eccezioni. Sarà quindi il momento ideale, compatibilmente con il tempo disponibile, per andare a scoprire il lato più meraviglioso e vivo della primavera, i suoi colori, i suoi profumi e le sue inconfondibili atmosfere. A maggio il torpore dell’inverno è ormai un lontano ricordo e si moltiplicano le iniziative interessanti da segnare sul calendario: dagli eventi dedicati al wedding, storicamente cavallo di battaglia dei mesi primaverili, alla Festa del Cinema, dalla Festa della Mamma con tutto l’universo che le gira intorno al Salone del Libro. Insomma, un vero “pieno” di iniziative che va in parallelo con i nostri rigenerati bioritmi. Il tutto aiutato dal cielo sereno e per grandi tratti limpido e che aiuta a mantenere alto lo spirito.

Sole a primavera
Lunedì 5 e martedì 6 maggio barometro stabilmente sul bel tempo in tutte le regioni italiane con venti moderati, mari calmi o poco mossi e temperature piacevolmente attestate fra i 18 ed i 25 gradi. Nella giornata di lunedì le uniche eccezioni alla generale tendenza all’insegna dell’alta pressione saranno gli annuvolamenti sparsi ed irregolari possibili sulle Alpi nord-orientali, sulla zona del Garda, sul Molise e, al sud, sulla Calabria, sulla Puglia e sulla parte orientale della Sicilia dove potrebbero anche verificarsi fenomeni isolati ed intermittenti di pioggia, comunque dall’intensità assolutamente limitata.

Martedì 6, invece, l’eccezione al cielo sereno che campeggerà nel resto della penisola, sarà limitata all’arco alpino che sarà sfiorato dall’avanguardia della leggera perturbazione che arriverà sul resto dell’Italia mercoledì e che nel corso della giornata conoscerà un progressivo annuvolamento, senza peraltro che si verifichino piovaschi significativi.

Tali addensamenti nuvolosi saranno generalizzati sulle regioni settentrionali nella giornata di mercoledì 7 e sull’Alto Adige e sulle Alpi Orientali soprattutto nel corso del pomeriggio potranno verificarsi rovesci seppur di intensità e durata relative. Nel corso della giornata la perturbazione continuerà la sua corsa verso est lambendo l’Italia, la possibilità di precipitazioni si sposterà verso il Friuli per poi scomparire del tutto durante la notte.

Giovedì 8 e venerdì 9 saranno quindi due giornate di bel tempo, con piogge praticamente assenti e temperature, massime e minime, ovunque in costante crescita fino a toccare, in alcune zone del sud nella giornata di venerdì, punte prossime ai 30 gradi. Di tanto in tanto potranno presentarsi sporadici banchi di nuvole ad alta quota che potranno velare il cielo, ma si tratterà di fenomeni passeggeri e poco significativi.

Meteo del week-end 2-4 maggio

meteo

Maggio è il mese della primavera per eccellenza, il mese delle rose che sbocciano in parchi e giardini, il mese ideale per fissare la data del proprio matrimonio ed anche, per chi non lo sapesse, il mese durante il quale andare al cinema costa meno! Ebbene, maggio ci sorprende anche dal punto di vista meteorologico con la sua proverbiale variabilità fin dai suoi primissimi giorni. Se infatti giovedì 1° maggio è stata una giornata calda e soleggiata un po’ su tutta la nostra penisola, questo primo week-end del “ponte lungo” vedrà protagonista una forte perturbazione di origine atlantica che provocherà una breve ma intensa ondata di maltempo specialmente al centro-nord, dove nelle giornate di venerdì 2 e sabato 3 maggio sono previste abbondanti piogge e temporali che si stempereranno nella giornata di domenica 4 maggio, aprendo poi la porta al bel tempo atteso nuovamente a partire dall’inizio della settimana.

Venerdì 2 maggio, quindi, protagonista assoluto sarà l’ombrello in tutte le regioni settentrionali e centrali ed anche sulla Campania e sulla Puglia. Il cielo sarà ovunque coperto e molto nuvoloso e le precipitazioni diffuse per tutta la giornata al nord ed al centro con elevata possibilità di temporali. I fenomeni più intensi saranno localizzati sulla fascia che va dal basso Piemonte e dalla Liguria fino alla Romagna. Piogge forti anche sulla Sardegna, mentre sulle Alpi a partire dai 1500 metri saranno possibili anche primaverili nevicate. Dal maltempo saranno “esentate” la parte meridionale della Puglia, la Calabria e la Sicilia orientale dove comunque il cielo sarà velato di nubi e quindi non limpido.

Sabato 3, nonostante l’attenuazione della pioggia nella serata di venerdì e durante la notte, sarà sostanzialmente una giornata fotocopia della precedente dato che fin dal mattino la pioggia riprenderà consistente su tutta la penisola, sud ed isole comprese. “L’epicentro” della perturbazione sarà però maggiormente “spostato” verso il centro ed in particolare modo sulle regioni adriatiche – Romagna, Marche ed Abruzzi, che saranno le più colpite dalle piogge. Tutti i fenomeni andranno progressivamente attenuandosi nel corso della giornata a cominciare dalle regioni del nord-ovest e dalla Sardegna che potranno anche sorprendersi per qualche sprazzo di sole. Schiarite che si faranno vedere anche al sud specialmente sulla Sicilia e sula Calabria. Inutile dire che in questi due giorni le temperature saranno in netto calo.

Domenica 4 l’insistente perturbazione comincerà finalmente a lasciare i nostri cieli spostandosi verso la Grecia e lasciando così liberi i cieli di tutto il centro-nord: la giornata sarà serena o poco nuvolosa fino alla Toscana e all’Emilia Romagna, con solo qualche rovescio isolato sulla Sardegna. Maggiore instabilità soprattutto sul versante adriatico dove piogge e temporali potranno verificarsi fino a sera, così come nel sud e sulla Sicilia.

Lunedì 5 la perturbazione avrà completato il suo passaggio verso sud-est e lasciato così definitivamente i nostri cieli. Che saranno finalmente sereni. Anche se per il week-end sarà troppo tardi…

pioggia


Vedi altri articoli su: Meteo |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *