kidman dior

Cannes, tutti i look delle star del Festival

Attori, cantanti, donne dello spettacolo, paillettes e pizzi. Scoprite in questa photogallery gli abiti più belli (e quelli più brutti) del Festival di Cannes 2013

Il Festival di Cannes è da sempre un momento di cinema, ma anche di grandi star, con abiti e gioielli mozzafiato. In questi giorni, sul red carpet, le abbiamo viste passare tutte, attrici, cantanti, donne dello spettacolo… più o meno eleganti, più o meno affascinanti, più o meno ben vestite. Qual è stata la vostra preferita?

Guardate la photogallery e scegliete la vostra star di Cannes 2013!
Intanto, ecco in nostri “in” e “out”…

Star “in”

Ai vertici della classifica delle donne più affascinanti del Festival non può mancare la giurata Nicole Kidman, in forma smagliante, sempre elegante e fine, mai volgare seppur sexy, come è nel suo stile. Per l’ultima serata ha anche indossato un abito italiano firmato Armani quindi non possiamo che fare il tifo per lei!
Altrettanto affascinante, Marion Cotillard, in grado di trasformarsi a seconda del film che andava a rappresentare sul red carpet: brillante e lussuosa per Blood Ties, bella nella sua semplicità per The Immigrant. In ogni caso, sempre Christian Dior per lei.

Star “out”

L’attrice francese Clémentine Célarié deve aver scambiato il red carpet per una giugla. Il vestito da tigrona con capigliatura stile “mi sono appena svegliata” non rende giustizia alla protagonista di Betty Blue.
Sicuramente in tema con la pellicola presentata, l’erotico Venere in pelliccia, ma l’apertura sul decoltè dell’abito Alexandre Vauthier indossato dall’attrice Emmanuelle Seigner per la premiere del film poteva essere risparmiata.
Non caduta, ma scivolone di stile quella di Eva Logoria che ha indossato il vestito senza mutandine e ci ha fatto vedere tutto con la scusa di non bagnare l’abito in una delle tante giornate di pioggia a Cannes. Almeno Belen le mutande le aveva quando a Sanremo ha fatto vedere il suo tatuaggio.

Audrey Tautou “ni”

Madrina del Festival di Cannes 2013 è stata Audrey Tautou, protagonista di Amelie. Ma chi l’ha vestita?
Vicina agli “anta”, ha fatto la prima apparizione in un vestitino di Valentino adatto più per una teenager che va al mare o in campagna a raccogliere ciliegie, piuttosto che alla donna nelle cui mani c’è una manifestazione così fashion. E per la finale del Festival, abito rosso di Prada, troppo accollato, con mega spalline fucsia a legare l’attrice. Tra l’altro il rosso sul red carpet è un po’ monotono…

Fascino in smoking

C’è sempre molto di più da dire sulle mise delle donne che non su quelle degli uomini, ma alla Croisette c’erano anche loro. Molte saranno state deluse dal non poter vedere Ryan Gosling, ma sulla passerella ci siamo comunque rifatte gli occhi con Justin Timberlake (sempre in forma perfetta), Orlando Bloom (arrivato l’ultimo giorno per presentare Zulu), Matt Damon (il suo brizzolato non guasta!), Garrett Hedlund, Riccardo Scamarcio.
A fianco alle nuove leve, non potevano mancare degli evergreen del cinema, Michael Douglas e Robert Redford che, nonostante l’età, mantengono inalterato il loro fascino.



Ristoranti sott'acqua: i più belli del mondo
Viaggi

Ristoranti sott’acqua: i più belli del mondo

Sahar Tabar, chi è l'iraniana che vuole somigliare ad Angelina Jolie
Celebrity

Sahar Tabar, chi è l’iraniana che vuole somigliare ad Angelina Jolie

Attualità

Steve Jobs, com’è cambiata la Apple dopo la sua morte

Cinque cose da fare a New York con le tue amiche
Viaggi

Cinque cose da fare a New York con le tue amiche

Ferie non godute: verranno pagate dopo la pensione?
Lavoro

Ferie non godute: verranno pagate dopo la pensione?

Mazurka Klandestina
Cultura

La Mazurka Klandestina in un videoclip

coming-out
Attualità

Coming Out, significato e differenza con outing

Stoccolma de La Casa di Carta: chi è Esther Acebo
TV

Stoccolma de La Casa di Carta: chi è Esther Acebo

La banana di Cattelan scatena i brand sui social
Attualità

La banana di Cattelan scatena i brand sui social

David Datuna mangia la “banana”, l’opera d’arte da 120mila dollari di Maurizio Cattelan e i brand si sbizzarriscono sui social