Linguaggio del corpo maschile nel corteggiamento

Linguaggio del corpo maschile nel corteggiamento

Come fai a capire se piaci davvero a un uomo? Occhio ai suoi movimenti: ecco come capire il linguaggio del corpo maschile nel corteggiamento.

La parola è argento ma il silenzio è oro. Questo detto è particolarmente vero in amore, dove chiunque, con un po’ di allenamento, può riuscire a fare grandi discorsi che però non corrispondono alle reali intenzioni. Per capire se hai fatto colpo su di lui, quindi, le parole sono importanti ma non bastano. In questo caso, è proprio il caso di dirlo, bisogna passare ai fatti. Ecco come capire il linguaggio del corpo maschile nel corteggiamento.

Il linguaggio del corpo, ovvero il linguaggio non verbale

Nella vita di tutti i giorni infatti, comunichiamo molto di più attraverso i nostri gesti e i nostri sguardi (il cosiddetto linguaggio non verbale), che attraverso le parole. Anzi, con le parole possiamo dire esattamente il contrario di quello che pensiamo. E il risultato è spesso stridente perché il corpo ha un suo linguaggio molto più diretto ed evidente di quello verbale.

Il linguaggio del corpo in amore

In amore, soprattutto nelle prime fasi della seduzione, il linguaggio non verbale acquista particolare peso e può essere utile imparare a decifrarne i significati per capire quale persona si ha davanti. Il classico temporeggiatore o il migliore amico che ama flirtare con tutte, ad esempio, potrebbero essere particolarmente bravi a simulare le loro vere intenzioni. Ma il subconscio ha sempre la meglio ed emergerà o salterà all’occhio prima o poi.

Il linguaggio del corpo maschile, come decifrarlo

Prima di tutto, quando l’uomo ha un reale interesse nei vostri confronti, tenderà a spostare il busto o una parte del corpo nella vostra direzione. I gesti possono essere minimi, soprattutto per i più timidi, ma sono sempre un ottimo segnale. Una mano che si avvicina e sfiora la nostra, un braccio che cerca il contatto, oppure il busto proteso in avanti mentre parliamo. Anche un movimento apparentemente neutro come toccarsi i capelli può dire molto di più di quello che sembra. Accarezzarsi la barba o sfiorarsi un orecchio è un altro segnale di gradimento maschile. Anche la postura eretta e lo sguardo fisso sulla donna comunica interesse: significa che non   vuole perdersi nemmeno una parola. Se poi l’uomo si tocca le labbra con un dito o fissa quelle della donna, il gioco è fatto.

Il linguaggio del corpo maschile nel corteggiamento

Durante la fase del corteggiamento non va sottovalutato nessun tipo di segnale: anche la risata potrebbe fornirvi numerosi indizi sull’interesse dell’uomo. Una risata acuta potrebbe indicare un certo nervosismo dettato dalla timidezza, ma rimane comunque un segnale positivo. Se il corpo si sposta in avanti l’indice di gradimento sale, se invece si sposta all’indietro significa che l’uomo si sente a disagio. Il gesto di chi porta il busto all’indietro, a questo punto, è da interpretare: i più timidi potrebbero essere semplicemente imbarazzati, mentre gli estroversi sarebbero in cerca di una via di fuga.

Una ricerca dell’Università americana condotta con la risonanza magnetica e pubblicata sulla rivista scientifica Journal of Human Behavior in the Social Environment, ha recentemente dimostrato che una donna, quando è intenta a decifrare il comportamento altrui, attiva ben 16 aree del cervello. A differenza dell’uomo che ne attiva solo 6. In questo senso noi donne siamo avvantaggiate nel capire chi abbiamo di fronte e di conseguenza nel prendere una decisione in merito.

Il linguaggio del corpo maschile nel corteggiamento in solitaria

La prossemica, cioè la disciplina che studia i gesti, il comportamento, lo spazio e le distanze all’interno di una comunicazione verbale e non verbale, può portare alla luce molti dettagli nascosti. Se il vostro interlocutore tende a rimanere a distanza, sia con i gesti che con gli sguardi, potrebbe non essere un buon indizio di interesse. Ma non è detta l’ultima parola: se è vero che il corpo parla più di molti discorsi, anche in questo caso i più timidi potrebbero tenersi a distanza per paura o addirittura per inesperienza.

Il linguaggio del corpo maschile nel corteggiamento in gruppo

Un discorso a parte merita l’atteggiamento in gruppo. Se siete così fortunate da poter osservare il suo comportamento all’interno di una cerchia di amici, potrete raccogliere molti indizi interessanti sul vostro uomo. Quando un ragazzo in vostra presenza inizia a ridere o a parlare ad alta voce, magari vantandosi di qualche impresa sportiva (o intellettuale, perché no), potrebbe essere interessato a voi. È il classico comportamento di chi vuole attirare l’attenzione e distinguersi all’interno del gruppo per conquistare qualcuno. Insomma, è proprio il caso di dirlo: lui sta facendo il pavone.

L’abito fa il monaco?

Non trascurate il suo modo di vestire, soprattutto se siete al primo appuntamento: è vero che l’abito non fa il monaco, ma nei primi tempi l’abito conta eccome! Non è necessario un impeccabile outfit da gentleman, ma un semplice jeans con la camicia è molto più promettente rispetto a una tuta e alle scarpe da ginnastica, a meno che non siate entrambi dei patiti della palestra. Le eccezioni ci sono sempre, ma in genere chi è davvero interessato all’altro vuole mostrare il lato migliore di sé. Senza esagerare: anche un completo troppo elegante o un’eccessiva quantità di profumo potrebbero essere segnali negativi nel caso in cui lui sia un inguaribile dongiovanni. Ma in questo caso solo l’istinto potrà aiutarvi a capire le reali intenzioni del vostro corteggiatore.

A proposito di vestito: se lui indossa una cravatta è sicuramente un ottimo segno, ma non basta per fare salti di gioia. Guardate come si muove e come interagisce: se lui l’accarezza e la tocca di tanto in tanto, significa che è pazzo di voi.

Anche il viso fa la sua parte

Un accenno al colorito della pelle: anche in questo caso le reazioni non sono filtrate dalla ragione, quindi potrete raccogliere molti indizi. Se lui arrossisce spesso potrà essere timido, ma di certo non gli siete indifferente. Il sudore non è piacevole, forse, ma i super timidi reagiranno anche in questo modo.

Forse non ci avete mai pensato, ma anche le sopracciglia possono rivelare molto sull’interesse dell’altro. Ebbene sì. Se lui tende ad aggrottarle abbastanza spesso non si sta perdendo una sola parola e forse sta cercando di capirvi meglio. Non si limita ad ascoltare distrattamente, insomma, ma è “connesso”. Se le solleva potrebbe essere impressionato. Il resto lo capirà il vostro infallibile sesto senso femminile: se il movimento delle sopracciglia dovesse nascondere una critica o un giudizio, lo capirete dal suo sguardo: non potrete sbagliare. D’altronde, come si dice, gli occhi sono lo specchio dell’anima.



Non vado d'accordo con mio padre cosa posso fare
Myself

Non vado d’accordo con mio padre: cosa posso fare?

Cosa significa sognare di allattare
Myself

Cosa significa sognare di allattare

Smartworking quanto e come ha inciso sulla nostra vita
Myself

Smartworking: quanto e come ha inciso sulla nostra vita

Come fare amicizia in ufficio
Myself

Come fare amicizia in ufficio

Cosa significa sognare di partorire
Myself

Cosa significa sognare di partorire

Cosa significa sognare gli scarafaggi
Myself

Cosa significa sognare gli scarafaggi

Esistono i sogni premonitori E quando arrivano
Myself

Esistono i sogni premonitori? E quando arrivano?

Quanto contano le dimensioni
Myself

Quanto contano le dimensioni?

Cosa significa sognare gli scarafaggi
Myself

Cosa significa sognare gli scarafaggi

Vi è capitato di sognare scarafaggi neri e grossi? Ecco cosa significa.

Leggi di più