proprietà carciofo

Il carciofo, un ortaggio ricco di proprietà

Buono al palato ma anche alla nostra salute. Il carciofo è ricco di acido folico e di fibre, ha effetti diuretici, depurativi e altro ancora

Il carciofo è un ortaggio a fiore conosciuto fin dall’antichità, infatti fu particolarmente apprezzato dai Greci e i Romani. Nel Medioevo fu ricercatissimo in quanto fu considerato afrodisiaco. Sembra che a Caterina de Medici piacessero molto i carciofi e se lo portò persino in Francia quando sposò il sovrano Enrico II. Fu poi importato in America dai francesi e dagli spagnoli.
Oggi il carciofo si coltiva maggiormente in Italia, Francia e Spagna. Esistono una quindicina di specie, sono differenti sia per la forma che per il colore. In Italia le varietà più diffuse sono il violetto di Toscana, il Castellamare, lo spinoso sardo, lo spinoso di Liguria e tante sono le ricette che accompagnano questo ortaggio: carciofi alla giudia, carciofi ripieni, insalata di carciofi ma anche semplicemente in pinzimonio con olio, limone e sale. Le parti edibili del carciofo sono il ricettacolo e le prime foglie, chiamate brattee. Questo ortaggio deve essere consumato in breve tempo se cotto, invece crudo può essere conservato in frigorifero per quasi una decina di giorni.
Pulire i carciofi non è facile ma con le nostre indicazioni non avrete problemi e potrete così approfittare delle tante proprietà di questo prodotto della terra.

Carciofi
Proprietà del carciofo

Dal punto di vista nutrizionale il carciofo è particolarmente ricco di magnesio, potassio e acido folico. Contiene ferro, rame, zinco, fosforo, calcio e una minima quantità di vitamina C. Il contenuto di vitamine è scarso in questo ortaggio così come l’apporto calorico: 100 g di prodotto edibile apportano 22 calorie; poi vi è 2,7 g di proteine, 0,2 g di grassi, 2,5 g di carboidrati e 5,5 g di fibre e contiene l’84% di acqua. Per il suo buon contenuto di fibre è utile consumarlo per il buon funzionamento dell’intestino.
Nel carciofo ci sono sostanze in grado di stimolare la secrezione biliare. Si tratta della cinerina (principio attivo, che viene inattivato dalla cottura) che provoca un aumento del flusso biliare e favorisce la diuresi. Al carciofo si attribuiscono altre numerose proprietà importanti per la nostra salute: proprietà depurative, antitossiche ed epatoprotettive. Per un maggior effetto terapeutico è necessario preparare un infuso con le foglie dentellate esterne (non delle brattee). Quindi il carciofo è un alimento tonificante e digestivo. Negli ultimi anni quest’ortaggio viene studiato anche per l’azione ipocolesterolemizzante, cioè sembra in grado di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue. Nel carciofo troviamo una buona quantità di flavonoidi, sostanze con una potente azione antiossidante che contrastano i radicali liberi, ritardando così l’invecchiamento e prevenendo le malattie cardiovascolari e tumori.



Body balance cos'è e quali esercizi fare
Vivere bene

Body balance: cos’è e quali esercizi fare per yoga e pilates

Carboidrati sani
Vivere bene

Carboidrati sani: quali sono quelli da mangiare e quali da eliminare

Uova di pidocchi
Vivere bene

Uova di pidocchi: riconoscerli ed eliminarli

ashtanga yoga
Vivere bene

Ashtanga yoga: sequenza corretta delle serie

Oli da cucina
Vivere bene

Oli da cucina: quali sono i 5 migliori per cucinare e come usarli

Tisana rilassante quali sono le erbe rilassanti da infuso
Vivere bene

Tisana rilassante: quali sono le erbe rilassanti da infuso

Cristalloterapia
Vivere bene

Cristalloterapia: elenco di alcune pietre utilizzate

Miso
Vivere bene

Miso: proprietà e benefici del miso