Rivedere l’ex, ecco come comportarsi

Rivedere l’ex, ecco come comportarsi

Niente panico! Non esiste una cosa giusta da fare ma necessari sono dei consigli per sopravvivere al fatidico incontro con l’ex.

Da quando nasciamo ci insegnano come comportarci. Anche quando siamo piccolissimi e la nostra vista non è ancora perfetta e a stento distinguiamo una mano da un naso, gli adulti attorno a noi sono pronti a riprenderci, in maniera bonaria, se facciamo qualcosa di sbagliato.

Più passano gli anni più le regole di comportamento aumentano. Il classico galateo, quello che spiega come comportarci a tavola, cosa fare al ristorante, come vestirci ad un matrimonio in inverno, in estate, in primavera e in autunno. Regole sul regole, consigli che ci aiutano a comportarci in un modo civilmente approvato da tutti così da non sembrare mai, o quasi mai, fuori luogo.

Le cose che ci vengono insegnate sono tante e queste ci servono anche per evitare di trovarci in imbarazzo quando siamo adulti.

Le “regole” del vivere sociale che cerchiamo di inculcare nella testa dei bambini

Quando andiamo da nonna devi darle un bacio anche se non ci vai d’accordo perché è buona educazione; se ti fanno un regalo orrendo devi sorridere e ringraziare per non offendere chi ti ha portato un dono; se sei a pranzo a casa d’altri mangi quello che ti servono senza lamentarti fossero anche vermi bolliti.

Tra le tante cose però non ci insegnano come comportarci quando una relazione finisce e poi, così, casualmente, incontriamo il nostro ex.

Cosa fare quando incontri l’ex

È ovvio che nel rivedere il nostro ex all’improvviso ci metta in grande imbarazzo. Se dovessimo incontralo per strada la situazione è semplice: possiamo far finta di parlare al telefono, oppure guardare una vetrina, anche se non ci interessa la merce esposta, cambiare strada. Insomma i modi per evitare di salutarlo sono tanti.

Diverso è se siamo costretti a dividere del tempo con lui per ragioni familiari. Se per esempio tu e il tuo ex avete amici comuni e avete battezzato la figlia di questi amici, è molto probabile che, anche dopo la vostra rottura, siate costretti a vedervi. Siete e resterete comunque la madrina e il padrino di quella innocente creatura. A Natale potete anche evitare di festeggiare insieme al piccolo, passi il compleanno o magari potete portare solo il regalo chiedendo prima ai genitori se è prevista la visita del vostro ex. Però arriverà il momento in cui non potrete esimervi dall’essere presenti entrambi e allora ecco che nascono i primi problemi di comportamento.

L’etichetta

In questo caso non esiste una vera e propria etichetta di comportamento. Non esiste un vademecum dove ci viene spiegato cosa fare passo passo, come quando andiamo ad un ricevimento e ci troviamo accanto al piatto cinque forchette che per noi sono tutte uguali ma che in realtà servono per mangiare pietanze diverse. Se non c’è un vero manuale esistono comunque degli schemi di comportamento che potrebbero salvarti da situazioni imbarazzanti.

Mostrati indifferente

Che tu sia costretta dalle situazioni a rivedere il tuo ex o che lo incontri per caso cerca di essere indifferente. Magari non puoi fare a meno di salutarlo e di scambiare quattro chiacchiere con lui. Cerca di frenare le espressioni facciali: per quanto difficile, sforzatevi, visto che ti conosce bene e sa che sei in difficoltà. Evita di fargli capire che la sua presenza ti mette in imbarazzo, cerca di conversare il meno possibile e di trovare una scusa per allontanarti.

E se ti presenta la sua nuova fiamma?

Metti in conto che può succedere. Lui ha già una nuova storia e tu sei da sola ma non devi sentirti in imbarazzo o sbagliata. Capita, lui ha già trovato un nuovo amore e tu invece stai ancora aspettando il principe azzurro. Presentati, evita battutine tipo: “ ah sei tu la nuova sfortunata, scappa che sei in tempo”. Sei libera di pensarlo, ma è importante che resti nella tua testa altrimenti potresti scatenare un putiferio e questo certamente sarebbe imbarazzante per tutti.

Non parlare del passato

Che la vostra relazione sia finita da poco o da molto tempo rivendicare il passato non ti farà bene. Anche se iniziate a parlare dei dolci momenti che avete vissuto insieme cerca di evitare questo tipo di conversazioni. Non sono salutari e non ti aiuteranno.

Perché dovresti parlare della vostra storia? Perché ricordare i bei momenti? Custodiscili nel cuore, ci saranno sempre ma se la vostra storia è finita ci sarà un motivo e quindi è bene ricordare anche quello. Parlare de bei tempi andati solitamente è la base per iniziare una discussione animata perché dopo aver ricordato la magnifica vacanza al mare, il primo film insieme e la vostra prima cena, inizierete a tirare fuori tutti i ma e i perché della vostra storia. Tutto ciò vi porterà a una guerra di finti coltelli dove vi accuserete a vicenda per la fine della vostra storia.

Cerca di essere positiva

Anche se ti sta crollando il mondo addosso evita di dirlo proprio a lui. Se proprio dovete fare conversazione mostrati positiva, racconta le cose belle che ti sono accadute e i tuoi progetti. Se proprio è un periodo nero fai parlare lui, limitati ad ascoltare. Non provare a raccontare i tuoi guai. Ricordati che vi siete lasciati, lui non fa più parte della tua vita e non deve aiutarti a risolvere i problemi. Non è più la spalla sulla quale piangere. Se gli racconti le tue vicende personali in un certo senso lo autorizzi a rientrare nella tua vita. È questo quello che vuoi?

Divertiti

Dopo averlo salutato, dopo aver conversato, dopo aver conosciuto la sua nuova fidanzata allontanati discretamente e goditi la serata. Divertiti e se puoi, fai in modo che lui se ne accorga. Fai in modo che capisca che tu vivi benissimo senza di lui e che la tua vita è in assoluta ripresa. Riesci a fare tutto, a ridere, scherzare, ballare, e riesci anche a dividere la stanza con lui senza battere ciglio.       



Come gestire un collega ansioso
Myself

Come gestire un collega ansioso

Le cose da sapere prima di fare l'amore per la prima volta
Myself

Le cose da sapere prima di fare l’amore per la prima volta

Cibofobia, cos'è e come si manifesta
Myself

Cibofobia, cos’è e come si manifesta

Back to (smart)work consigli e strumenti per essere produttivi da casa
Myself

Back to (smart)work: come essere produttivi da casa

Come riconoscere la violenza psicologica
Myself

Come riconoscere la violenza psicologica

Sogni e numeri significato e interpretazione dei sogni
Myself

Sogni e numeri: significato e interpretazione dei sogni

Sognare formiche, che cosa significa
Myself

Sognare formiche, che cosa significa?

Errori da evitare con una ragazza con il ciclo
Myself

Errori da evitare con una ragazza con il ciclo

Come dire al tuo compagno che sei incinta
Vita di Coppia

Come dire al tuo compagno che sei incinta

7 modi originali e creativi per dire al tuo compagno che sei incinta.

Leggi di più