Single?

“Perché non sei fidanzata?”. Ecco come rispondere

Ecco un piccolo vademecum di potenziali buone risposte da dare a chi arriva a farti una domanda così invadente.

Se hai superato la soglia dei trenta anni e sei single, hai già fatto da damigella d’onore ad almeno qualche matrimonio e peggio ancora, hai una sorella, un fratello o un cugino che si è sposato o fidanzato ufficialmente di recente… ti sarà stata fatta la fatidica odiosa domanda: perché non sei fidanzata? Quando trovi un bravo ragazzo? Quando ti sposi? E altri spinosi quesiti magari anche presentati in quest’ordine!

I contesti pericolosi

Ok, prima di agitarti considera che ci sono circostanze in cui dovrai farti trovare più preparata a rispondere a questa domanda perché ad alcuni verrà inspiegabilmente naturale portela: un matrimonio di un parente o peggio l’annuncio di un fidanzamento in famiglia. Il Natale, giorno in cui si riuniscono tutte le zie. Il tuo compleanno; più invecchi più sei a rischio.

Ecco come rispondere alla domanda: “Perché non sei fidanzata?”

Le risposte a questa domanda, oggettivamente insensata e invadente, possono essere diverse e giocare sull’ironia per uscire indenni e a testa alta dalla situazione di disagio, essere distinte o provocatorie. Prima risposta: “Mi sto divertendo e non sto proprio cercando storie”, per quanto possano giudicarvi, la verità è che non state cercando un compagno e vi va bene così, non siete vittime di una scelta altrui. Seconda risposta da manuale: “Sono una calamita per uomini sbagliati” ok, è una risposta da vittima, ma la zia di turno o la nonna saranno impietosite perché i cattivi sono quelli là, i maschi, che non capiscono quanto tu sia brava, bella e buona.

“Hai amici ancora single da presentarmi?” Eludere una domanda con un’altra domanda, tra l’altro potenzialmente utile, è un’ottima strategia. Spostiamo il centro della conversazione sull’altra persona e magari… ne ricaviamo anche una buona informazione. “Mi sto concentrando sulla mia carriera” Sì siamo negli anni 2000, è un’ottima scusa. “Perché farmi una domanda così stupida?” o “Perché invece tu sei ancora sposata?”, ossia l’equivalente di una domanda altrettanto stupida. Forse risulterà offensiva, quindi si risponde così solo se si è in grado di sostenere un eventuale piccolo contraddittorio. Avete tutto il diritto di difendere la vostra privacy così come chiunque altro. Mettete le giuste distanze col vostro interlocutore se sapete che la domanda fatta ha un intento provocatorio, volto a mettervi in cattiva luce rispetto a un altro figlio, nipote, parente o amico.

Spostare completamente la risposta sull’ironia è la scelta migliore per invitare a cambiare argomento senza essere offensivo. Frasi come: “Ho troppi uomini oggetto di cui preoccuparmi!”, “Ma io ce l’ho il fidanzato, è solo che lo uso solo per eventi di rappresentanza, per il resto mi è inutile”, “Ho una fidanzata!” sono frasi che possono strappare una risata e chiudere lo spinoso argomento, del resto sono solo fatti tuoi, non credi?

Ti potrebbe interessare anche

Relax time!
Myself

Dedicare del tempo a sé stessi, perché è fondamentale

Senso di colpa, come liberarsene
Myself

Senso di colpa, come liberarsene

L'arte del procrastinare, ovvero perché rimandiamo tutto quello che possiamo
Myself

L’arte del procrastinare, perché tendiamo a rimandare

Donna infastidita
Myself

Lamentarsi fa male alla salute: ecco perché

Linguaggio positivo
Myself

Utilizzare un linguaggio positivo fa bene all’autostima

Amica del tuo ex?
Myself

Restare amici con l’ex fidanzato: sì o no?

Come superare la fine di un amore
Myself

Come superare la fine di un amore

Pessimismo
Myself

Pessimismo: è tutto nel nostro cervello

Single e felice.
Single e Dating

Felicemente single: quando stare da soli non è poi così male

La capacità di vivere da single, di stare da soli, si acquisisce con il tempo ed è la base per la costruzione della propria identità, fatta di momenti  di esplorazione del proprio sé e del mondo esterno.

Leggi di più