Tingere i tessuti

Come tingere i tessuti in casa

Finalmente hai deciso di circondarti di colori? Inizia a tingere i tuoi capi con le tinture naturali o con la Coloreria Italiana. Un metodo divertente e fantasioso per una tintura fai da te!

Sapevi che ogni colore ha il suo significato? E che per iniziare bene una giornata faticosa spesso basta indossare un capo dai colori sgargianti? Se finalmente ti sei decisa a dare un po’ di allegria al tuo monocromatico guardaroba (e alla tua vita), ma non hai nessuna intenzione di ricomprare da capo gonne, camice, t-shirt o jeans ricorri all’arte della tintura dei tessuti!

Tingere metodi naturali
Utilizza i mirtilli se vuoi ottenere un blu intenso o delicato
Questa preziosa abilità ha origini molto antiche e, poiché un tempo non esistevano coloranti chimici, veniva effettuata grazie all’aiuto di tinture animali o vegetali. Metodologie che si rivelarono presto molto utili soprattutto per colorare le stoffe utilizzate nella creazione di abiti e tuniche.

Oggi, naturalmente, tingere i tessuti è un processo che viene effettuato con agenti chimici, soprattutto se decidi di portare i tuoi capi in tintoria. Ma se non sei un’amante di questo tipo di prodotti sappi che puoi tingere i vestiti in casa utilizzando metodi naturali e sicuri. Inoltre l’arte della tintura è anche un’ottima esperienza per dare sfogo alla fantasia in modo divertente.
Vediamo insieme uno dei procedimenti più diffusi per tingere i tessuti in modo naturale senza ricorrere a coloranti chimici.


Come prima cosa assicurati che il tessuto sia in fibre naturali (lino, cotone, lana, seta) e ben pulito.
I metodi naturali a differenza di quelli chimici sono meno aggressivi e quindi meno efficaci sui tessuti sintetici.

Una volta effettuati questi primi controlli riempi d’acqua una pentola piuttosto capiente, o almeno sufficiente per immergere il capo prescelto. Versa un cucchiaio di sale grosso per ogni litro d’acqua utilizzato e fai bollire il tutto insieme al colorante naturale (la quantità di quest’ultimo deve essere pari al peso del tessuto) per almeno un’ora finché l’acqua non ha raggiunto il colore desiderato.

Tessuti colorati
Se ami le tinte del lilla e del viola puoi colorare i tessuti le bacche di sambuco

Una volta ottenuto questo risultato filtra l’acqua per eliminare qualsiasi tipo di scarto dato dal colorante naturale e rimetti in ebollizione il liquido immergendo quindi il tessuto prescelto.
Mantieni la pentola sul fuoco per almeno tre ore o più, a seconda dell’intensità che vuoi dare al colore.
Trascorso il tempo necessario alla tintura, spegni il fuoco e lascia raffreddare con il tessuto in ammollo. Il gioco è presto fatto!

Ma quali coloranti naturali utilizzare per ottenere il risultato desiderato?

Ecco un breve elenco di tinture naturali da poter utilizzare a casa

  • Té, caffè o mallo di noce se desideri ottenere le diverse gradazioni del marrone
  • Foglie di camomilla o edera per ottenere un verde brillante. Foglie di ortica per un verde chiaro tendente al grigio
  • Zafferano e curcuma per un giallo intenso; fiori di ginestra o buccia di cipolla bionda per un giallo pastello delicato
  • Henné o barbabietole per ottenere un rosso sgargiante
  • Amarene, fragole o petali di rosa rossa se ami le tinte delicate del rosa
  • Mirtilli e more se vuoi ottenere un blu chiaro (per un blu scuro aumenta le dosi)
  • Curry e melograno se ami l’arancione
  • Bacche di sambuco se preferisci le tonalità dal lilla chiaro al viola intenso (anche qui a seconda delle dosi utilizzate)

Se purtroppo, nonostante l’amore per i metodi naturali, non hai molto tempo da dedicare alla tintura dei tessuti, in alternativa puoi utilizzare la ben nota Coloreria Italiana. Questo prodotto, utilizzato già dalle nostre nonne, permette di tingere i tessuti in fibre naturali, ma anche quelli sintetici. Disponibile sia per il lavaggio a mano che per quello in lavatrice, la Coloreria è l’ideale anche se vuoi tingere i tuoi capi di nero.
Sempre del marchio Coloreria esistono diversi prodotti complementari che, utilizzati insieme alle tinture, permettono di fissare meglio e più a lungo il colore.

A questo punto non resta che raggruppare tutti i tuoi vestiti e iniziare a dar sfogo alla fantasia! Cosa aspetti?



Materasso gonfiabile, come sceglierlo
Consigli per la casa

Materasso gonfiabile, come sceglierlo

Cibo che fa male ai cani
Animali domestici

Cibo che fa male ai cani

Elettrodomestici

Scaldavivande: come funziona e i modelli più pratici per l’ufficio

Come arredare il salotto in stile retrò
Arredamento

Come arredare il salotto in stile retrò

Educare un gatto: come insegnargli dei comandi
Animali domestici

Educare il gatto: come insegnargli dei comandi

Cambio dell'armadio: guida per scegliere gli accessori giusti
Consigli per la casa

Cambio dell’armadio: guida per scegliere gli accessori giusti

Asciugare il bucato con un deumidificatore
Elettrodomestici

Asciugare il bucato con un deumidificatore

Arredamento

Come scegliere il colore della camera da letto

Le piante per gli ambienti umidi come cucina e bagno
Arredamento

Le piante per gli ambienti umidi come cucina e bagno

Se sei un’amante delle piante e ami essere circondata di verde, scopri quali sono gli esemplari che meglio si adattano agli ambienti umidi della casa come cucina e bagno.

Leggi di più