Hennè

Hennè: colorare i capelli al naturale

Lawsonia, indigo, cassia. Sono le piante dalle quali si ricava l’hennè, una colorazione per capelli naturale e benefica

La lawsonia inermis, più comunemente conosciuta come hennè, è una pianta. Nell’antichità era utilizzata per tingere i capelli e mantenerli sempre sani e morbidi. E’ un elemento completamente naturale, non contiene agenti chimici, e per questo non è nocivo, anzi ha tante proprietà che fanno molto bene al capello e che lo rendono via via sempre più luminoso e rigenerato. Una delle caratteristiche più apprezzate dalle donne è che questo tipo di tintura permette di tornare al proprio colore in qualsiasi momento si desideri: basta smettere di utilizzarla e in un mese i capelli saranno di nuovo naturali.

Henné rosso

Il vero colore dell’hennè è il rosso, tutti gli colori vengono prodotti aggiungendo all’hennè indigo e cassia, che sono altre due piante diverse. Il risultato della colorazione dell’hennè dipende sempre dal tipo di capelli sui quali viene applicata. Su quelli molto chiari il rosso si attacca molto bene, dando vita ad un effetto intenso. Sui capelli castani l’hennè risulterà rame, con qualche riflesso rosso. Sui capelli castano scuro i riflessi rossi saranno molto meno visibili, ma l’effetto illuminante si vedrà molto. Infine, sui capelli bianchi il risultato sarà una colorazione totale del capello e una notevole vivacità di riflessi.

Henné biondo

L’hennè biondo deve essere utilizzato solo da chi ha già i capelli molto chiari. Questo perché non ha la capacità di schiarire, ma solo quella di donare ai capelli dei riflessi color oro e di renderli più luminosi. E’ comunque possibile schiarire i capelli naturalmente, ad esempio con camomilla, miele, limone e birra. L’hennè biondo viene applicato soprattutto da chi vuole ravvivare il proprio colore, ma senza utilizzare prodotti chimici e nocivi per il capello come l’ammoniaca.

Hennè neutro

Non viene ricavato dalla lawsonia, ma dalla cassia obovata. Non ha la proprietà di tingere il capello, ma lo ristruttura in modo duraturo. Rende i capelli soffici e molto lucenti. Questo tipo di prodotto è particolarmente indicato per chi ha i capelli molto opachi o crespi. Ha, infine, la capacità di donare più forza al cuoio capelluto, rendendolo sano e allo stesso tempo molto forte e resistente alla caduta. Grazie all’hennè neutro i vostri capelli saranno sicuramente più sani e più belli.

Picramato

Il picramato di sodio è un colorante sintetico. Viene spesso mescolato alla polvere di hennè per ottenere un effetto rosso più intenso e vivace. Ma attenzione, questo elemento è  nocivo e pericoloso per l’organismo se nella miscele ne viene messa una quantità uguale o superiore allo 0.2%. In ogni caso, anche se in minima quantità il picramato si può utilizzare, è sempre consigliato far uso di prodotti totalmente naturali che arricchiscono il capello e lo rigenerano senza conseguenze negative.


Vedi Anche


Ti potrebbe interessare anche

Accessori capelli: tutti i trend del momento
Hairstyle

Accessori capelli: tutti i trend del momento

Il castano ramato è tra le tinte di tendenza dell'estate
Hairstyle

Il castano ramato è tra le tinte di tendenza dell’estate

Capelli estate 2019: idee per acconciature
Hairstyle

Capelli estate 2019: idee per acconciature

Selena Gomez
Hairstyle

Trecce capelli: le acconciature più belle delle star

Capelli al vento
Hairstyle

Capelli e inquinamento, 5 gesti per proteggerli

blake-lively-dior-show-entertainment-tonight
Hairstyle

Come schiarire i capelli: dallo shatush al degradé, tutte le tecniche

Lush lancia 4 nuovi shampoo solidi eco-friendly
Hairstyle

Lush lancia 4 nuovi shampoo solidi eco-friendly

Frangia: a chi sta bene?
Hairstyle

La micro frangetta: un trend del 2019

Alex Steinherr
Make up

Cruelty free: la bellezza si fa sempre più green

Sempre più aziende aboliscono i test sugli animali, per prodotti ugualmente efficaci, ma anche eticamente rispettosi. Ecco i più nuovi da provare subito.

Leggi di più