Legno, vetro e metallo per una casa eco-friendly

Legno, vetro e metallo: rendi la tua casa eco-friendly

Trendy, funzionale, accogliente e allo stesso tempo a ridotto impatto ambientale: trasforma così il tuo ambiente domestico.

Design e arredamento, la sostenibilità è ormai un imperativo categorico per chiunque abbia a cuore la salute del nostro pianeta. Classi energetiche, low impact living, zero waste… Sono concetti con i quali abbiamo familiarizzato tutti. Basta lasciare il frigorifero aperto qualche secondo in più per far scattare i sensi di colpa. Estetica e funzionalità, dunque, non sono gli unici fattori di cui dobbiamo tener conto nella scelta di mobili e suppellettili. Come rendere case e giardini più in armonia con l’ambiente senza rinunciare allo stile e alle prestazioni?

Il legno: vintage è bello

Lunga vita al legno, una risorsa preziosa che racconta secoli di storia. Gli incendi che quest’estate hanno devastato l’Amazzonia hanno scosso l’umanità intera. È importante utilizzare il più a lungo possibile mobili e complementi realizzati in questo materiale. Pensateci bene prima di buttare un vecchio baule o il comò della nonna. Spesso basta una passata di eco-vernice (atossica e su base acquosa, priva di solventi), puntando su saturazione e colori vivaci, per dare nuova vita alle suppellettili. Se amate stampe e fantasie, il decoupage vi consentirà – attraverso ritagli di giornale o immagini dipinte su carta – di decorare tavoli, mobili e sedie a vostro piacimento. Ciò che fino a ieri era vecchio rinasce e diventa vintage. Se invece scegliete di ritinteggiare in bianco ottico, latte o grigio tortora, è subito shabby chic, stile che continua a vantare un numero elevato di estimatori sia per gli ambienti indoor che outdoor. Se acquistate un nuovo mobile, accertatevi che abbia la certificazione FSC (Forest Stewardship Council) o PEFC (Programme for Endorsement of Forest Certification). Garantisce che la materia prima per carta e prodotti in legno deriva da foreste gestite in maniera sostenibile. Per il parquet, inoltre, è necessario che gli adesivi per la posa siano privi di solventi nocivi per la salute e l’ambiente. Controllate che abbiano il marchio Ecolabel. Culle e lettini ecologici per bambini: la scelta ricade sul legno massello, materiale sano per eccellenza. È piacevole al tatto e garantisce un buon isolamento termico.

Legno per indoor e outdoor, qualche idea

Le scale in legno sono di gran moda come portasciugamani, librerie e portaoggetti. Riciclare quella che avete in cantina è semplice. Primo step, a meno che non si desideri un effetto più rustico e vissuto, è lisciare ed uniformare la superficie del legno con la carta abrasiva. Se la scala è a pioli, per avere un portasciugamani basterà appoggiarla alla parete. Oppure, come suggerisce Westwing, si può fissare un cestello su ogni piolo ed ottenere un originale portafrutta e verdura. In un modello pieghevole, invece, si possono inserire uno o più pannelli di compensato fra due pioli paralleli per ricavare un mobile libreria a più ripiani. Successivamente si passa alla eco-verniciatura. Per tavoli, pouf e sdraio da giardino, invece, via libera al legno di bambù, resistente agli agenti atmosferici, a sughero e rattan. Per l’illuminazione outdoor, c’è un’ampia scelta di lampioncini con pannelli solari incorporati.

Il ritorno del vetro

Può essere lavato e riempito all’infinito. È igienico, sicuro e riciclabile al 100%. La riscossa del vetro è un ritorno all’antico che fa bene all’ambiente, dopo anni di usa-e-getta indiscriminato. Spaghetti, spezie, sale, caffè: scegliendo il vetro trasparente per barattoli e vasetti la cucina ne guadagnerà prima di tutto in raffinatezza. Purezza e minimalismo contraddistinguono le proposte di Zara Home per la casa autunno-inverno 2019-2020. Brocche, calici, flûte e bicchieri sono trasparenti e hanno forme pulite. Di grande impatto visivo le bottiglie decorative, utilizzabili come vasi. Trasparenti o dipinte in grigio, hanno forme irregolari arrotondate. Sono realizzate in vetro 100% riciclato e lavorate con tecniche che consumano meno energia e riducono le emissioni di anidride carbonica. Per chi preferisce lo shabby chic, fiere e mercatini sono l’ideale per acquistare bottiglie in stile anni ’50, trasparenti, decorate in tinte pastello o con passamanerie. Se il bricolage non vi spaventa, potrete recuperare bottiglie di pomodoro, tonno e sottaceti per creare dei portapenne o portamonete-salvadanai. Quelle di vino e birra diventeranno dei portafiori.

Metalli: viva il riciclo creativo

Il metallo, come il vetro, può essere trasformato più volte senza perdere le sue proprietà, in primis durata e resistenza. Ci vuole molta meno energia per riciclare questo materiale che per realizzarlo la prima volta. Perciò è importante smaltire correttamente tutti i contenitori per cibo e bevande in alluminio o in acciaio. Per il recupero creativo di barili, scatolette e lattine, invece, spazio alla fantasia. In base alle dimensioni del contenitore potrete ottenere: un posacenere, un cestino per i rifiuti, dei portacandele, un portaombrelli, decorazioni per Halloween, ecc.

Tessuti multitasking

Tappeti, tende, cuscini, tovaglie e coperte decorative: i tessuti sono un accessorio semplice per rinfrescare il look di qualsiasi stanza. Tra i filati a minor impatto ambientale spicca sicuramente la lana. Rinnovabile, riciclabile e biodegradabile. Il cotone condivide alcune di queste proprietà, ma i metodi tradizionali di produzione prevedono un largo utilizzo di acqua, pesticidi e prodotti chimici. Il cotone organico è senza dubbio da preferire. Il lino è più sostenibile: per la sua coltivazione non sono necessarie molte sostanze chimiche. Per la tappezzeria, le fibre ricavate dal bambù, dalla canapa e il lyocell (derivato dall’eucalipto) uniscono robustezza e resistenza e assorbono bene la tintura. La tecnologia, poi, ci dà una mano: iniziano infatti a diffondersi i filati ottenuti dagli scarti degli agrumi o dal recupero della plastica. I divani eco-friendly si differenziano da quelli tradizionali anche per l’imbottitura. La scelta migliore per il materiale che riempie lo schienale, i braccioli e i cuscini della seduta è il poliuretano espanso indeformabile. È infatti considerato un polimero ecologico in quanto prodotto senza clorofluorocarburi.

Ti potrebbe interessare anche

Arredamento

Come scegliere il colore della camera da letto

3 idee per un tocco green al tuo angolo studio
Arredamento

3 idee per un tocco green al tuo angolo studio

Tempo d'autunno: come apparecchiare la tavola
Arredamento

Tempo d’autunno: come apparecchiare la tavola

Arredamento anni 80: le regole da seguire
Arredamento

Arredamento anni 80: le regole da seguire

Le piante per gli ambienti umidi come cucina e bagno
Arredamento

Le piante per gli ambienti umidi come cucina e bagno

Come realizzare una mise en place in stile afro
Arredamento

Come realizzare una mise en place in stile afro

3 regole per arredare un monolocale
Arredamento

3 regole per arredare un monolocale

Total white casa: i punti di forza dell'arredamento bianco
Arredamento

Casa total white: i punti di forza dell’arredamento bianco

Franchigia per noleggio auto: cosa sapere
Auto & Tech

Franchigia per noleggio auto: cosa sapere

Prima di noleggiare un’auto, è bene sapere che cos’è e come funziona la franchigia.

Leggi di più