La pressione bassa

Un disturbo che colpisce soprattutto in estate quando la temperatura aumenta e il corpo si disidrata. Scopri con noi i sintomi, le cause e i rimedi dell'ipotensione

pressione bassa

C’è chi ha problemi di pressione alta e chi soffre per il disturbo opposto. La pressione bassa è un malessere molto comune con il quale tante persone convivono ogni giorno. Nella maggioranza dei casi la pressione bassa è una condizione che l’organismo riesce in qualche modo a compensare, assicurando a tutti gli organi del corpo un apporto adeguato di sangue evitando in tal modo lo svenimento. Solitamente è molto più comune fra le donne, i bambini e chi pratica uno sport di resistenza. Tecnicamente si parla di pressione bassa quando i valori minimi e massimi registrati a riposo sono inferiori ai 90/60 mmHg. La pressione normale degli adulti invece dovrebbe attestarsi fra i 80/120 mmHg.

stress
I sintomi

L’ipotensione presenta una serie di sintomi come nausea, stanchezza, mal di testa e debolezza muscolare. Se la pressione è particolarmente bassa e subisce un calo brusco, possono verificarsi anche altri sintomi, come la cute fredda, pallida e sudata, le vertigini, l’annebbiamento della vista, sino a arrivare allo svenimento.

Le cause

Solitamente avere la pressione bassa non comporta dei disturbi particolare, tranne che in particolari situazioni, come quando fa molto caldo. Infatti le temperature alte provocano la dilatazione dei nostri vasi sanguigni, provocando un abbassamento di pressione. Quando fa caldo inoltre si suda, l’organismo si disidrata e di conseguenza la pressione scende. L’ipotensione può essere causata anche da passaggio troppo rapido dalla posizione seduta a in piedi. A volte la pressione bassa può essere il sintomo di altre patologie, come a esempio l’amiloidosi, una malattia rara che interessa l’accumulo di proteine in zone anomale, problemi cardiaci, infezioni gravi oppure reazioni allergiche. Nel dubbio rivolgetevi sempre al vostro medico.

tè verde
I rimedi

In natura esistono diversi rimedi che possono aiutarci a curare la pressione bassa e i suoi effetti. Primo fra tutti il succo di barbabietola, da bere due volte al giorno per tenere sotto controllo i valori. È molto importante assumere un alto quantitativo di sali minerali, come il magnesio e il potassio, la vitamina C e B. Questi elementi si possono introdurre nell’organismo tramite l’alimentazione, consumando frutta, verdura, cereali e latticini. Fondamentale poi bere almeno due litri di acqua ogni giorno (a  questo proposito scoprite i nostri segreti per bere più acqua), per idratare l’organismo, soprattutto se quando è estate e fa molto caldo. Un altro consiglio utile è quello di condire con un po’ più di sale gli alimenti e mangiare la liquirizia (almeno un grammo al giorno). Infine se iniziate ad avvertire i sintomi della pressione bassa, sedetevi e bevete un bel caffè, è un rimedio efficace nell’immediato, perché permette di aumentare in pochi secondi la pressione arteriosa. Se non vi piace il caffè niente paura, potete sostituirlo con una tazza di thè, di cacao o ginseng.


Vedi altri articoli su: Salute |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *