Tossina botulinica: tutti gli usi terapeutici

Tossina botulinica: tutti gli usi terapeutici

Il botulino è usato nella medicina estetica per trattamenti che contrastano le rughe e non solo. Scopriamo di più sugli usi terapeutici della tossina botulinica.

Con il passare degli anni, ma anche semplicemente assumendo determinati atteggiamenti di mimica facciale, vediamo comparire sul nostro volto quelle che comunemente si chiamano rughe di espressione. Solitamente, non si tratta di rughe profonde, ma rendono ugualmente l’aspetto del viso stanco e spento, meno giovane. Concentrate nell’area del contorno labbra e del contorno occhi, ma anche sulla fronte, le rughe di espressione sono il cruccio di molte donne.

L’aiuto della medicina estetica

La medicina estetica ci viene in aiuto con la tossina botulinica, comunemente nota come botox, ossia un farmaco che inibisce temporaneamente l’azione dei muscoli mimici facciali contrastando in questo modo la formazione di rughe di espressione.

Inizialmente utilizzato in medicina per la prevenzione di spasmi neuromuscolari delle palpebre e per la correzione dello strabismo, il botox ha iniziato a essere sempre più impiegato in estetica a partire dalla fine degli anni ’80. Dagli Stati Uniti, il botox ha preso piede progressivamente anche in Europa ed è stato autorizzato dal Ministero della Salute in Italia nel 2004.

Superate le prime reticenze, quindi, il botox è diventato di diritto uno dei trattamenti estetici più richiesti. Nonostante la sua ampia diffusione, però, sono ancora tanti gli interrogativi che orbitano attorno alla tossina botulinica e ai suoi usi estetici.

Ecco tutto quello che c’è da sapere su come funziona il botox, quali sono i costi e quali le controindicazioni e gli eventuali effetti collaterali a cui si va incontro sottoponendosi al trattamento.

A cosa serve il botox e come si utilizza in estetica

In estetica, la tossina botulinica (o botox) è impiegata principalmente per il trattamento delle rughe di espressione (anche dette dinamiche) nella parte superiore del volto, in particolare quindi fronte e contorno occhi.
Un altro impiego del botox è quello per il trattamento dell’iperidrosi, ossia l’eccessiva sudorazione. Questa problematica, molto frequente tra uomini e donne, può essere eliminata del tutto con il trattamento mediante botox.

Come funziona il botox? La tossina botulinica viene iniettata nelle regioni che si desidera trattare mediante siringhe dagli aghi piccolissimi e in dosi davvero minime. Non è necessario alcun tipo di anestesia, in quanto il trattamento è praticamente indolore.

Le iniezioni di tossina botulinica avvengono all’interno dei muscoli mimici e non lasciano alcun segno a trattamento ultimato.

Ricordiamo che le iniezioni di botox possono essere praticate esclusivamente da chirurghi specialisti in chirurgia maxillofacciale, dermatologia, neurologia e chirurgia plastica. Mai affidarsi quindi all’improvvisazione di personale non qualificato.

Botox e filler: qual è la differenza?

Alla pari del filler all’acido ialuronico, il botox è reputato un grandissimo alleato di tutti coloro che desiderano avere un volto giovane e senza rughe. Esistono, però, delle differenze ben precise tra i due trattamenti, ovviamente a partire dalle caratteristiche delle sostanze impiegate.

Mentre i filler correggono le rughe statiche causate dall’invecchiamento e dalla perdita di tono della pelle in seguito all’avanzare dell’età, il botox è perfetto per il trattamento delle rughe d’espressione (anche dette dinamiche) che derivano dalla contrazione dei muscoli facciali. Ne deriva che le due sostanze agiscono in modo completamente diverso.

I filler riempiono le rughe spianandole e risollevando la cute. Il botox, invece, inibisce temporaneamente l’azione dei muscoli facciali e consente di ridurre la formazione delle rughe che normalmente derivano dalla loro contrazione.

Botox: la durata del trattamento e degli effetti

Proprio come per i filler, anche il trattamento con il botox è reversibile e assolutamente indolore. Le iniezioni di botulino avvengono in ambulatorio, senza alcun bisogno di pre-ricovero, ricovero o anestesia.
Ogni seduta dura tra i 15 e i 20 minuti e l’unico inconveniente è una sensazione di leggero pizzicore sul viso.

Le aree trattate si presentano leggermente arrossate nelle zone dove è stata eseguita l’iniezione e occasionalmente possono comparire gonfiori o lividi, che tendono però a riassorbirsi nei giorni immediatamente successivi al trattamento.

Gli effetti sono visibili dopo 3-4 giorni dall’iniezione e perdurano per un periodo che vai dai 4 ai 6 mesi.

Ricordiamo, infatti, che al contrario di quanto molte donne credono le iniezioni di botox non sono affatto permanenti. In realtà, il botulino inibisce solo temporaneamente la contrazione dei muscoli mimici facciali, quindi interrompendo il trattamento le rughe di espressione ricompariranno, seppure in modo molto lento e graduale.

Sin da subito è possibile tornare alle proprie attività quotidiane e perfino truccarsi, mentre è sconsigliato esporsi al sole o fare lampade abbronzanti per i 10 giorni successivi al trattamento. Nessuna manutenzione particolare, quindi, né accorgimenti post iniezione.

Non a caso, le iniezioni di botox rientrano tra gli interventi di medicina estetica più frequenti e negli Stati Uniti spopolano ormai da qualche anno i botox-bar, locali adibiti alle iniezioni di botox… in pausa pranzo.

I costi del botox

Il costo di un’iniezione di tossina botulinica dipende, sostanzialmente, dal quantitativo di prodotto che viene utilizzato.

In linea di massima, quando si trattano aree molto piccole il costo è di circa 250 euro, mentre quando si agisce su tutto il viso il prezzo del trattamento può salire fino ai 500 euro.

Come abbiamo già anticipato, è fondamentale che il paziente si rivolga esclusivamente a personale autorizzato e competente e che venga utilizzata una delle tre tossine botuliniche che, per il momento, sono approvate in Italia: Azzalure, Vistabex e Bocouture.

L’utilizzo di qualsiasi altra tipologia di botox in Italia non è autorizzato.

Effetti collaterali e controindicazioni del botulino

Molti pensano che il botox alteri i lineamenti e la fisionomia della persona. In realtà, affidandosi a mani esperte questo rischio non si corre affatto. Il medico, infatti, è in grado di riconoscere quali zone trattare e con quali dose di botulino.

Le quantità minime adoperate in estetica per rilassare il muscolo in cui viene iniettato fanno sì che il viso risulti armonioso e naturale, per nulla artefatto. Chi decide di ricorrere al botox, quindi, non deve temere che i suoi lineamenti vengano stravolti.

Esistono, ovviamente, delle controindicazioni. Per esempio, il botox è sconsigliato a chi:

  • ha meno di 18 anni;
  • ha più di 65 anni;
  • si trova in gravidanza o in allattamento.

Tra gli effetti collaterali più comuni vi sono le reazioni allergiche e, più raramente, un abbassamento della palpebra superiore. In ogni caso, qualsiasi effetto collaterale dovesse verificarsi è reversibile, assolutamente temporaneo e non degno di preoccupazione.

Fatta eccezione per queste categorie e per questi ipotetici rischi, non esistono particolari accortezze da tenere presenti se si desidera avvalersi delle iniezioni di botox per il proprio viso.



Skincare

Solari light touch per un effetto pelle nuda

Skincare routine ideale per la pelle grassa
Skincare

Skincare routine ideale per la pelle grassa

Rimedi naturali per un viso perfetto
Skincare

Rimedi naturali per un viso perfetto

Cbd oil i benefici per la bellezza
Skincare

Cbd oil: i benefici per la bellezza

Crema solare protezione 50 cosa significa
Skincare

Crema solare protezione 50: cosa significa

Ringiovanire senza bisturi come funziona il manual lifting
Skincare

Ringiovanire senza bisturi: come funziona il manual lifting

Maschera viso idratante fai da te
Skincare

Maschera viso idratante fai da te

riflessologia facciale dien chan
Skincare

Riflessologia facciale Dien Chan: benefici e tecnica vietnamita

Quanto costa rifarsi le orecchie
Bellezza

Quanto costa rifarsi le orecchie

Orecchie a sventola, troppo grandi o asimmetriche? L’otoplastica è la soluzione che fa per te. Ma quanto costa rifarsi le orecchie? E quali sono i rischi?

Leggi di più