Bisturi, no grazie: luce e cosmetologia, il duo efficace contro l’invecchiamento

Bisturi, no grazie: le alternative per combattere l’invecchiamento

Laser, luce pulsata e tecnologia biofotonica: le più innovative alternative al bisturi per rimanere giovani e avere una pelle al top.

Tutte le donne, e ormai anche gli uomini, si trovano nel corso degli anni a dover fare i conti con “i segni del tempo”, in particolar modo se ad essere coinvolto è il viso.

Micro e macro rugosità diffuse, alterazioni della pigmentazione e perdita di tono sono sicuramente tra i principali e fastidiosi inestetismi che caratterizzano l’invecchiamento cutaneo del volto… E il lifting rappresenta ancora oggi il rimedio “strong” decisamente più efficace.

Si può ottenere un effetto similare senza dover ricorrere all’uso del bisturi? Questo il grande dilemma che vogliamo affrontare.

La risposta è Sì. O meglio, anche se non si può parlare di sostituzione della chirurgia, oggi la risposta è nella tecnologia. Sono disponibili numerose apparecchiature medicali in grado di ottenere ottimi risultati, seppur non ancora del tutto comparabili con gli effetti estetici ottenuti con l’intervento chirurgico.

Ogni metodo si basa su specifici meccanismi d’azione selettivi per determinate alterazioni cutanee ed è dunque il medico specialista (dermatologo, chirurgo plastico o medico estetico), a indicare il trattamento ad hoc in base alle esigenze di ciascuno.

«La tecnologia incontra la cosmetologia e nascono nuovi strumenti per contrastare l’invecchiamento cutaneo. Il bisturi non è più così necessario, grazie alle laser terapie emergenti che sono diventate un ottimo alleato per il ringiovanimento della pelle», commenta il Professore Leonardo Celleno, dermatologo e presidente di AIDECO (Associazione Italiana Dermatologia Cosmetologia).

Ma quali sono le tecnologie oggi più utilizzate – e più innovative – e che si basano sull’uso della luce? Eccole.

Laser CO2 Frazionato

È oggi una delle metodiche maggiormente impiegate che permette il trattamento dei classici inestetismi del viso caratteristici del crono e foto-invecchiamento: micro-rugosità, ispessimento epidermico e perdita di tono, con un tempo di guarigione molto rapido (4-7 giorni in base all’intensità del trattamento).

Il fascio luminoso emesso dal laser va a colpire selettivamente l’acqua presente nei tessuti di micro zone cutanee, provocandone un’abrasione termica superficiale.

La vera attività funzionale si svolge più in profondità, a livello del derma, dove il laser CO2 frazionato determina un “riarrangiamento” delle fibre collagene e un’attivazione dei fibroblasti, deputati alla formazione di nuovo collagene, acido ialuronico ed elastina (ossia gli elementi che mantengono giovane e bella la nostra pelle).

Nell’arco di un paio di settimane si iniziano a osservare i primi benefici, che vanno ad aumentare nel corso dei giorni successivi: la pelle del viso apparirà più omogenea, compatta e più turgida al tatto.

«Le apparecchiature laser moderne sono strumenti molto duttili ed oggi trovano applicazioni in numerosi e differenti campi. Ciò che si chiede a un cosmetico è ben diverso da quello che viene richiesto ad un trattamento laser, perché il compito del primo è quello di ripristinare e mantenere il buono stato fisiologico della pelle, interagendo con essa attraverso un apporto quotidiano di sostanze che promuovono e preservano i meccanismi fisiologici della cute. Quindi questo tipo di trattamento non può essere sostituito da un cosmetico«, commenta il Professor Celleno.

Laser CO2 Frazionato
Laser CO2 Frazionato

La luce pulsata

Quando il viso è caratterizzato principalmente da un colorito non omogeneo a causa delle numerose iper-pigmentazioni (macchie brunastre determinate da accumulo di melanina) o da rossori, cicatrici da acne e capillari, la luce pulsata (o IPL) è tra i trattamenti più indicati.

È di norma meno invasiva della luce laser, selettiva nei confronti dei propri “bersagli da attaccare” e agisce in profondità senza danneggiare gli strati più superficiali della pelle.

Il punto chiave è avere pazienza nell’attesa dei risultati. Subito dopo il trattamento infatti le macchie tendono a scurirsi e i rossori si accentueranno per qualche giorno, ma questa fase è normale. Protezione solare e creme lenitive sono d’aiuto al rinnovamento cutaneo ed alla risoluzione di tali alterazioni momentanee.

Tra le più nuove tecnologie che sfruttano proprio la luce pulsata vi è Tribella™ di Venus Concept, azienda canadese leader nel settore della Medicina Estetica non invasiva, che migliora e ringiovanisce l’aspetto della pelle con risultati simili a quelli di un lifting chirurgico, con tempi di recupero ridottissimi e – udite udite – in una sola seduta.

La prima fase del protocollo agisce sul tono, promuovendo il fotoringiovanimento cutaneo attraverso l’utilizzo della luce pulsata (IPL) di ultima generazione, che va a migliorare l’aspetto non uniforme dell’incarnato e a correggere le macchie cutanee. L’energia luminosa emessa dal manipolo utilizzato viene infatti assorbita selettivamente con l’effetto di ridurre le lesioni vascolari e pigmentate.

La seconda azione del Tribella™ contrasta invece i problemi di lassità cutanea, attraverso l’utilizzo di applicatori con tecnologia esclusiva MP2 (Radiofrequenza MultiPolare e Campi ElettroMagnetici Pulsati) determinando una azione anti-aging.

L’ultimo step è dedicato al resurfacing cutaneo, ottenuto grazie agli applicatori Tribella™ di RadioFrequenza Nano Frazionata che, attraverso l’energia emessa da minuscoli pin, creano migliaia di microlesioni dello strato superficiale senza intaccare i tessuti circostanti.

Nel processo di cicatrizzazione la pelle produce naturalmente collagene promuovendo un completo rinnovamento cutaneo.

Tribellaâ„¢ di Venus Concept
Tribella™ di Venus Concept

La Biofotonica

Ultimamente si sente un gran parlare di Kleresca® Skin Rejuvenation, nuovo trattamento biofotonico non invasivo concepito per ringiovanire la pelle.

Ma cos’è e in cosa consiste? E, soprattutto, quali benefici aspettarsi? Lo abbiamo chiesto al Professore Alberto Massirone, Medico chirurgo Presidente di Agorà, Società scientifica italiana di Medicina ad indirizzo estetico, e direttore della Scuola superiore post-universitaria di Medicina estetica di Milano.

«Ispirata dalla fotosintesi, questa tecnologia stimola i processi biologici propri della pelle, migliorando l’incarnato e la qualità globale della cute.  Gli studi effettuati hanno mostrato che Kleresca® è in grado di indurre un aumento di circa il 400% della produzione di collagene», dichiara il Professor Massirone.

«Kleresca usufruisce della tecnologia biofotonica, che consiste nella combinazione fra luce a led con multi lunghezza d’onda e gel foto convertitore. La temporizzazione della fluorescenza, attiva il metabolismo dei fibroblasti che rappresentano il target principale del trattamento. Non vi sono effetti collaterali e tutti si possono sottoporre a questo trattamento previa analisi cutanea iniziale», conclude Massirone.

Ma come viene effettuato? Dopo aver deterso la pelle e coperto gli occhi, viene applicato il gel Kleresca, e si viene sottoposti per circa otto minuti alla luce della lampada (nessun fastidio o dolore, solo un lieve calore assolutamente sopportabile). Poi il gel viene rimosso e viene applicata una crema idratante lenitiva.

La pelle, alla fine del trattamento, appare lievemente arrossata ma si tratta di un effetto transitorio.

L’effetto stimolante sui processi di riparazione rende questo trattamento particolarmente indicato per indurre la produzione di collagene, ridurre la dimensione dei pori, eliminare le rughe sottili e attenuare i segni delle cicatrici. Si consiglia un ciclo di 4 sedute a distanza di una settimana l’una dall’altra e una di mantenimento ogni 3-4 mesi.

Kleresca® Skin Rejuvenation
Kleresca® Skin Rejuvenation

Vedi Anche


Ti potrebbe interessare anche

Accessori per capelli: 3 must dell'autunno
Hairstyle

Accessori per capelli: 3 must dell’autunno

I rossetti nude più belli dell'autunno
Make up

I rossetti nude più belli dell’autunno

Biorivitalizzazione, che cos'è e come si pratica presso i centri Dr Lips
Skincare

Biorivitalizzazione, che cos’è e come si pratica presso i centri Dr.Lips

Stop alle gambe pesanti con questi prodotti anti gravità
Skincare

Stop alle gambe pesanti con questi consigli e prodotti anti gravità

Tendenza colore capelli: cosa andrà di moda in autunno?
Hairstyle

Tendenza colore capelli: cosa andrà di moda in autunno?

Come mi trucco per andare al cinema
Come mi trucco

Come mi trucco per andare al cinema

Beauty tips salva ambiente: le abitudini che fanno bene alla pelle e al pianeta
Skincare

Beauty tips salva ambiente: le abitudini che fanno bene alla pelle e al pianeta

Come evitare un'insolazione in estate
Skincare

Come evitare un’insolazione in estate

Il castano ramato è tra le tinte di tendenza dell'estate
Hairstyle

Il castano ramato è tra le tinte di tendenza dell’estate

Il castano ramato è la tinta di tendenza dell’estate 2019: super cool sui capelli, è così bella che sta bene a tutte

Leggi di più