4 acconciature da spiaggia

Semplicità e naturalezza per i capelli al mare, ma basta poco per apparire originali e glaumour

acconciature spiaggia

Spiaggia, sole, mare… Sono elementi imprescindibili dell’estate di molte di noi e bene rappresentano un momento in cui curare il proprio aspetto è importante. A cominciare dai capelli. Ma qual è il look giusto per la nostra “chioma” al mare, che sia pratico ma ci renda anche “stilose”?

Partiamo con il dire che il contesto si presta alla semplicità, alla naturalezza, anche se qualche inserto originale e un po’ estroso di sicuro non guasta. Ecco allora che fasce per capelli, foulard variopinti, fermagli, cerchietti e nastri colorati possono aiutare.

Capelli corti

capelli-corti-estate2013

Se siete tipo da capello corto, la regola è privilegiare un look “spettinato” oppure una pettinatura alla “maschietta” con annessa rasatura sulle tempie, tanto in voga in questo momento tra le più grandi esponenti dello star system.

In questo caso gel e oil non oil per capelli possono facilitare e produrre un effetto bagnato e un “disordine” calcolato che rende originali, ma non troppo pretenziose. Sì, in questo caso, a piccoli fermagli che vi aiutino a tenere a posto una frangia un po’ lunga, magari pensati per abbinarsi al costume che avete scelto di indossare. E per un tocco distintivo, sì a piccole treccine o torciglioni!

Chignon

top knot
Chignon: top knot

Se invece la vostra capigliatura è lunga, le soluzioni sono molteplici.

Lo chignon può essere un’ottima scappatoia, ma anche in questo caso, un po’ di “lasciato al caso” facilita la definizione di un look non troppo elegante per una giornata al mare. Spazio dunque a cerchietti sottili e colorati che, in abbinamento con uno chignon morbido e alto, possono caratterizzare e rendere glamour.

Un trend che si è affermato ormai già da un po’ vuole lo chignon alto al centro della testa, è il top knot, facile da realizzare se vogliamo un effetto disordinato e il più naturale possibile.

Trecce

fish tail
Treccia a lisca di pesce

L’alternativa allo chignon può essere una treccia classica o a lisca di pesce – fish tail braid – legata da uno o più elastici colorati, per le più giovani, o anche una coda a tre ciocche. In questo caso un fissante per capelli, non troppo aggressivo, è l’ideale per definire la porzione di capelli interessata. Consiglio: per la zona alta, privilegiate l’effetto volume e cotonato, come una diva anni ’60.

Ricci

Infine, una nota a parte meritano le ricce naturali. L’estate premia i ricci, per cui, se siete tra quelle persone dotate di una capigliatura afro, privilegiate il volume e lasciate i capelli sciolti. Anche in questo caso, però, un pizzico di originalità non guasta: fasce e cerchietti glitter vi libererebbero il viso senza mortificare il riccio, che però deve essere definito e morbido. Insomma: sbizzarrirsi si può, basta volerlo!


Vedi altri articoli su: Capelli lisci | Capelli raccolti | Hairstyle |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *