Trend Alert: le acconciature Primavera/Estate per i capelli lunghi.

I capelli lunghi, croce e delizia della sensualità femminile: le tendenze per la prossima primavera/estate.

Quando si avvicina la bella stagione, le donne cominciano a farsi allungare i capelli. Sembrerebbe un controsenso, ma non lo è: l’umidità estiva, le alte temperature, l’esigenza di acconciare i capelli velocemente e legarli  al mare o di sera, sono tutti fattori che influenzano fortemente le portatrici convinte di capelli corti o medio-corti. Ed allora, al bando le forbici da parrucchiere o i tagli estremi, per lasciare spazio a nuovi centimetri acquisiti in questi pochi mesi che ci separano dall’estate, magari utilizzando qualche escamotage, che può essere un posticcio o delle extensions tono su tono.

Trecce

Sono il trend che non è mai passato di moda, ma le nuove tendenze le vogliono lunghissime e scapigliate. Mai perfette, come se fossero acconciate per caso, meglio ancora se laterali. Sono adattissime per le romantiche che sognano ancora di essere una Raperonzolo salvata dal principe grazie alla sua treccia infinita, e per chi non ha troppa voglia di stare ore davanti allo specchio. I capelli vanno asciugati al naturale o resi mossi grazie ad una piastra arriccia-capelli e poi intrecciati grazie a ciocche posticce dello stesso colore o lievemente più chiare, per regalare all’acconciatura un effetto baciato dal sole. E’ una soluzione semplice, elegante e facilmente realizzabile che regala subito un fascino vittoriano, tipico delle donne del settecento.

Chignòn

Deve essere alto, altissimo, in puro stile anni cinquanta. Al bando gli chignòn da ballerina, i nuovi toupè prendono ispirazione dalle dive del passato in un mood decisamente americano. Li abbiamo visti indossati da Sarah Jessica Parker in Sex & The City e tra le fashioniste più glam di tutto il mondo, e regalano subito un’allure chic, pur non avendo molta dimestichezza con le acconciature. Realizzarli è semplicissimo: in commercio esistono delle ciambelle di spugna in diversi colori ( biondo, castano o nero ) che vanno letteralmente infilate nella coda per poi arrotolare intorno tutta la lunghezza, fermandola con mollette e forcine. Altra alternativa nuovissima è lo chignòn laterale: la tecnica è sempre la stessa, ma in questo caso l’effetto risulta più morbido e romantico, perché è concepito partendo da una coda bassa legata lateralmente sulla nuca, con qualche ciocca che sfugge appositamente sulla parte opposta del viso.

Coda

Per questa prossima primavera/estate la coda da cavallo è confinata tra le mura di una palestra o solo in spiaggia. Le nuove code sono sofisticate, basse, si appoggiano sulla nuca e possono essere realizzate anche con chiome non eccessivamente lunghe ( Miroslava Duma docet). Le radici si presentano leggermente cotonate grazie all’aiuto di un pettine a coda e le lunghezze vengono fermate con un elastico tono su tono al quale avvolgere una ciocca di capelli lasciata fuori dall’elastico, per ottenere un effetto illusionista che faccia sembrare la coda legata con gli stessi capelli. E deve essere morbida e raccolta attorno al viso, senza tiraggi estremi o strizzature severe, senza fronzoli, strass o fermagli gioiello: la parola d’ordine è sobrietà.

Frangia

Grande ritorno della frangia, non proprio comoda e facile da gestire nella stagione calda, ma sicuramente superglam, per le più impavide che non vogliono rinunciare all’ultimo trend-alert e che non hanno paura di dover gestire piastra e phon tutti i giorni. La nuova frangia si porta lunga, sfilata, non troppo alta e spettinata, dimenticando i tagli simmetrici, diritti e geometrici delle passate stagioni. E tenendo fede a questa morbidezza, si accompagna a capelli lunghi e medio-lunghi, mossi e naturali, in uno stile che ricorda i favolosi anni settanta. In alternativa, un ciuffo sfilato laterale da pettinare con le punte verso l’esterno, sempre nello stesso mood seventies, può risultare una valida soluzione facilmente gestibile grazie alla maggiore lunghezza, che permette di fermarlo con le forcine al mare o la sera se c’è troppa umidità.

Trend Alert: nuove cromie

Una sola nuance non basta, e se il bi-tono poteva essere considerato fino a poco tempo fa un errore dell’hairstylist o sinonimo di sciatteria, adesso non è più così. Dimentichiamoci delle chiome perfette, delle monocromie, delle tinte sature ed omogenee su radici e lunghezze: i nuovi colori sono ispirati al matching colours, ovvero all’abbinamento di cromie diverse sulla stessa testa. Quindi, via libera a radici scurissime e punte biondo platino ( si chiama reverse ombre ), a riflessi rosa su capelli biondi, a balayage metalliche su chiome nere. Il diktat è solo uno: osare per farsi notare. E se la propria personalità lo permette, ardire anche un total pink abbinando cromie complementari su tutta la testa, che vanno dal cipria all’albicocca, fino ad arrivare ad un magenta sulle punte. Il risultato sarà super glam e mai scontato.


Vedi altri articoli su: Capelli lisci | Capelli lunghi | Capelli raccolti | Hairstyle |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *