Borsalino: la storia di un cappello

Elegante, unico e con un'allure inconfondibile, il cappello Borsalino è un'icona di stile senza tempo. Scoprite qui la sua storia, i film e i personaggi che hanno contribuito a farne un mito e la collezione donna autunno-inverno 2015-2016!

Vera e propria icona di stile, il cappello Borsalino è un mito senza tempo del mondo della moda e della cultura popolare.
Vera e propria icona di stile, il cappello Borsalino è un mito senza tempo del mondo della moda e della cultura popolare.
  • Vera e propria icona di stile, il cappello Borsalino è un mito senza tempo del mondo della moda e della cultura popolare.
  • Borsalino cloche Audrey in feltro velour (182 euro)
  • Borsalino cloche classica (179 euro)
  • Borsalino modello Trilby con ala piccola (139,20 euro)
  • Borsalino cappello con cupola tonda color marrone testa di moro (200,80 euro)
  • Borsalino cappello Pamela in feltro di lana (113,60 euro)
  • Borsalino cappello Sophie con ala larga giallo ocra e ruggine (221 euro)
  • Borsalino cappello Grifone Silchi (417 euro) vinaccia melange
  • Borsalino Trilby con ala media in un inedito color block bordeaux e ruggine (168,80 euro)
  • Borsalino cappello Feltro Traveller (204 euro)
  • Borsalino cappello Claudette con ala larga (221 euro)
  • Borsalino Folar feltro rasato con ala media lilla (273 euro)
  • Borsalino bombetta in feltro di lana marrone testa di moro e rosso ciliegia (109,60 euro)
  • Borsalino Feltro rasato Alessandria (244 euro)
  • Borsalino Feltro rasato Marengo ala larga (162 euro)

Nome per antonomasia del cappello in feltro, Borsalino non è solo un’azienda, ma anche – soprattutto – un sogno diventato realtà.

A creare quello che negli anni sarebbe diventato un simbolo del made in Italy nel mondo è un ragazzo, Giuseppe Borsalino, che dopo una lunga gavetta in uno dei cappellifici più famosi di Parigi, torna a casa sua, ad Alessandria, e apre un piccolo laboratorio. Il resto è storia.

Se siete curiose di conoscerla e, arrivate ai giorni nostri, di scoprire i modelli più glamour della collezione donna autunno-inverno 2015-2016, leggete qui!

Borsalino: storia di un marchio senza tempo

Il “mito” di Borsalino inizia nel 1934. È in quest’anno infatti che nasce Giuseppe Borsalino, intraprendente giovane di Alessandria che dopo diversi lavori come garzone e apprendista decide di “espatriare” per imparare l’arte di fare cappelli.

“U siur Pipen”, come viene chiamato in seguito, fa esperienza presso il cappellificio Berteil in Rue du Temple a Parigi e dopo sette anni ottiene la qualifica di Mastro Cappellaio. Con quella rientra in Italia e insieme al fratello Lazzaro, a distanza di un anno dal ritorno a casa, apre il suo primo laboratorio in un cortile in via Schiavina.

L’intraprendenza, ma soprattutto la bravura e la capacità di Giuseppe di interpretare i gusti e le mode del tempo, trasformano in breve tempo il piccolo negozio artigianale in un’azienda conosciuta e apprezzata anche in Inghilterra e negli Stati Uniti, dove i cappelli Borsalino fanno concorrenza ai celebri copricapi della John B. Stetson Company.

Il segreto del loro successo è la materia prima di qualità, feltro di pelo di coniglio ottenuto da allevamenti locali, una lavorazione che alterna fasi meccaniche e manuali per un risultato senza imperfezioni ma artigianale e una grande passione, rimasta uguale anche dopo la vendita dell’azienda da parte della famiglia a un gruppo di imprenditori astigiani.

Il “mito” Borsalino

Il cappello di feltro Borsalino è un vero e proprio “mito” della moda, ma anche della cultura popolare.

A renderlo tale, oltre al materiale, al design e alla lavorazione artigianale, hanno contribuito il cinema – con il celebre film del 1970 Borsalino interpretato da Jean-Paul Belmondo e Alain Delon – e diversi personaggi famosi del mondo della politica, dell’arte e dello spettacolo.

Tra questi ci sono Winston Churchill, Mussolini, Harry Truman e Pancho Villa, Gabriele D’AnnunzioErnest Hemingway, gli attori Johnny Depp, Leonardo Di Caprio e John Malkovich, la super top Kate Moss, Al Capone e gli industriali Gianni Agnelli e Luca Cordero di Montezemolo.

Borsalino collezione donna fall-winter 2015-2016

Elegante, senza tempo e irriverente quanto basta, la collezione donna fall-winter 2015-2016 di Borsalino propone una ricca selezione di modelli pensati per completare tanti look diversi con un tocco glamour e originale.

Per un outfit bon-ton di ispirazione vintage, per esempio, sono perfetti la cloche Audrey in feltro velour (182 euro), quella classica (179 euro) nella versione panna con nastro bianco, il modello Trilby con ala piccola (139,20 euro), quello con cupola tonda color marrone testa di moro (200,80 euro) e i cappelli Pamela in feltro di lana (113,60 euro) e Sophie con ala larga giallo ocra e ruggine (221 euro).

Se invece volete creare un look à la garçonne, potete optare per un vero e proprio gioiello come il cappello Grifone Silchi (417 euro), scegliendolo in una femminile tonalità vinaccia melange per giocare con i contrasti, per un Trilby con ala media in un inedito color block bordeaux e ruggine (168,80 euro), per un Feltro Traveller (204 euro) oppure per il modello Claudette con ala larga (221 euro).

Il Folar feltro rasato con ala media lilla (273 euro) e la bombetta in feltro di lana marrone testa di moro e rosso ciliegia (109,60 euro), invece, sono perfetti con un outfit metropolitano, all’insegna dell’urban style, mentre i modelli Alessandria (244 euro) e Marengo (162 euro) sono dei grandi classici, adatti a look formali e casual.

 


Vedi altri articoli su: Vintage |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *