Riuscirà Leonardo Di Caprio, presto a Roma, nell’impresa di vincere l’Oscar con Revenant?

Stavolta Leonardo DiCaprio potrebbe farcela a spuntare una statuetta: l'attore sarà in Italia per presentare Revenant, la sua ultima fatica (in tutti i sensi) cinematografica.

Leonardo DiCaprio - Revenant
Leonardo Di Caprio verso l'Oscar con Revenant?

Revenant - Redivivo
Leonardo DiCaprio si prepara quest’anno per una nuova corsa all’Oscar e la domanda si ripropone tal quale ormai ogni volta: riuscirà a conquistare l’ambita e sfuggente statuetta? L’attore hollywoodiano è il protagonista del film Revenant – Redivivo, già al cinema dallo scorso Natale negli Stati Uniti e in uscita il prossimo 14 gennaio nelle sale italiane.

L’acclamato regista Alejandro González Iñárritu, già dietro la macchina da presa per gli apprezzatissimi Amores Perros21 Grammi e Babel (la cosiddetta Trilogia sulla morte) e forte della statuetta conquistata lo scorso anno grazie al suo lavoro per Birdman con Michael Keaton, ha scelto proprio DiCaprio per il ruolo di protagonista del suo nuovo film, il cacciatore di pellami Hugh Glass.

Ispirato all’omonimo romanzo d’avventura di Michael Punke, a sua volta tratto da una storia vera, Revenant racconta le vicende di un cacciatore abbandonato in una foresta del North Dakota durante una battuta di caccia, che cerca in tutti i modi di sopravvivere in quell’ambiente così ostile dopo aver sventato un attacco di indiani Ree in cui vengono uccisi più di 30 uomini. L’obiettivo è anche proteggere il figlio adolescente Hawk, in una traversata che si rivelerà ricca di insidie da combattere.

 

Difficoltà che ha vissuto sulla sua pelle lo stesso DiCaprio. L’attore ha dovuto compiere non pochi sacrifici per portare a termine la sua performance, come ha raccontato parlando del film: “Faceva così freddo che non si riusciva a tenere gli occhi aperti” ha affermato riferendosi alle location delle riprese, aggiungendo che “è stato senza dubbio il ruolo più difficile della mia carriera“.

Leonardo Di Caprio in Revenant
Leonardo Di Caprio in Revenant

I luoghi impervi e inospitali della Columbia, con temperature vicine a -30 gradi, hanno messo a dura prova l’intera troupe di questo ambiziosissimo film; lo stesso Iñárritu ha espresso apertamente il desiderio di non usare CGI e green screen per rendere il tutto il più verosimile possibile attraverso riprese dal vero. Una sfida non comune, considerando che le riprese hanno comportato lunghissimi viaggi, inevitabili forfait di alcuni componenti della troupe e non pochi ritocchi di budget, di fronte ai quali però DiCaprio non si è tirato indietro dimostrando dedizione alla causa senza capricci da divo.

Leonardo DiCaprio e Matthew McConaughey

Chissà se questo sforzo riuscirà finalmente a portarlo alla conquista del tanto agognato (e senza dubbio meritato) premio Oscar, sfiorato per ben cinque volte durante la sua carriera: l’ultima fu due anni fa quando, con la nomination per The Wolf of Wall Street per la regia del fidato Martin Scorsese, fu battuto per un soffio da Matthew McConaughey e dalla sua interpretazione in Dallas Buyers Club.

In quell’occasione DiCaprio divenne una specie di icona donchisciottiana di cui ridere ma anche a cui mostrare solidarietà. Nell’era di Twitter la rincorsa del premio più ambito e non ancora agguantato è raccontata soprattutto dai meme che circolano in rete e dal sarcasmo in 140 caratteri.

Leonardo DiCaprio: ironia su Twitter
Leonardo DiCaprio re dei meme per il mancato Oscar
Stavolta però l’impegno profuso in maniera così incondizionata potrebbe davvero valere il premio. Un indizio positivo in questo senso è arrivato venerdì 8 gennaio dalle nomination ai BAFTA, i premi inglesi assegnati dalla British Academy of Film and Television Arts e considerati anticamera e preludio degli Oscar veri e propri (fu così anche per La Grande Bellezza del nostro Paolo Sorrentino), in programma a Londra il 14 febbraio.

Revenant è in corsa come Miglior Film e in diverse altre sezioni del premio (Cinematography, Editing, Make-up and hair, Music, Sound). Iñárritu è candidato come Miglior Regista, mentre DiCaprio come Miglior Attore, in corsa con Bryan Cranston (Trumbo), Matt Damon (The Martian), Michael Fassbender (Steve Jobs), Eddie Redmayne (The Danish Girl). Concorrenza decisamente agguerrita. Intanto venerdì 15 gennaio, nell’ambito del tour di presentazione del film, Iñárritu e DiCaprio saranno a Roma in occasione dell’anteprima italiana.

 

 

 

 


Vedi altri articoli su: Celebrity |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *