Mostra del Cinema di Venezia 2014: il primo giorno

Mostra del Cinema di Venezia 2014: il primo giorno

Divi di Hollywood e celebrità nostrane affrontano il red carpet: si apre la Mostra del Cinema di Venezia 2014. Ecco i volti, i film e i fatti del primo giorno al lido

28/08/2014

Finalmente, con l’inaugurazione ufficiale della madrina Luisa Ranieri e con – per la prima volta – un discorso del presidente Giorgio Napolitano (ovazione per lui nella Sala Grande del Palazzo del Cinema), si apre la Mostra del Cinema di Venezia 2014. E lo fa con un film che mette d’accordo, nell’apprezzamento generale, pubblico e critica: Birdman, commedia dal retrogusto amaro del messicano Alejandro Gonzalez Inarritu. Con un cast stellare che ha incantato il pubblico e non ha lesinato autografi e sorrisi sul red carpet.

Micheal Keaton, protagonista del film nei panni di un attore in crisi, Edward Norton, che si aggiudica la palma del primo selfie scattato in questo 2014 al lido, Andrea Riseborough, Amy Ryan, Naomi Watts ed Emma Stone. Che nella giornata inaugurale del festival, è la più elegante e la più acclamata dai fan. Come ha dimostrato il red carpet che noi di UnaDonna.it abbiamo prontamente raccontato.

Ma gli applausi e le ovazioni non sono stati dedicati solo alle star di Hollywood, e tra le celebrità più amate del primo giorno di Mostra ecco uno dei giurati, l’unico italiano: un Carlo Verdone (che si concede volentieri e che alle tv ricorda emozionato il Lido come luogo del suo primo incontro, da bambino, con il grande Alberto Sordi). Chiamati a decretare il vincitore della 71esima edizione della Mostra del Cinema, oltre al regista italiano, Joan Chen, Philip Groning, Jessica Hausner, Jhumpa Lahiri, Sandy Powell, Tim Roth ed Elia Suleiman, sotto la presidenza di Alexandre Desplat.


Leggi anche: Il Carnevale di Venezia

Tra divi d’Oltreoceano e nostrani che sfilano sul red carpet, il Festival entra subito nel vivo. Oggi, secondo giorno, vedremo il primo dei film italiani presenti a Venezia, per la sezione Orizzonti. Un romanzo di formazione tratto dall’omonimo libro di Aldo Nove: La vita oscena, di Renato De Maria, la cui compagna e musa Isabella Ferrari è la protagonista femminile.

Per il concorso principale, invece, tre i film che saranno proiettati oggi: La rançon de la gloire di Xavier Beauvois, The Look of Silence, documentario sul genocidio in Indonesia di Joshua Oppenheimer, e Ghesseha, della regista iraniana Rakhshan Bani-Etemad, che si preannuncia un intenso ritratto di vite parallele nell’Iran di oggi.

Photo credits: Getty Images