Senso di colpa, come liberarsene

Senso di colpa, come liberarsene

Quante volte vi capita di sentirvi in colpa? Liberiamoci da questa spiacevole sensazione!

Troppo spesso tendiamo a sentirci responsabili per tutto quello che accade a noi stessi e agli altri, ma non sempre c’è davvero motivo di provare tutto questo senso di colpa, sentimento che alimenta stati di ansia e tristezza e quindi non funzionale a farci stare bene. Come liberarsi da questa tendenza a gravarci di colpe che non ci sono?

È lecito sentirsi in colpa solo quando si è deliberatamente fatto un danno a qualcuno

Una frase mantra, da tener a mente ogni volta che arriva la vocina giudicante nella nostra testa. Dobbiamo dirci stop, il senso di colpa verso una situazione è lecito solo se davvero abbiamo una colpa, ossia abbiamo deliberatamente fatto qualcosa per ferire o danneggiare qualcuno o per avere un vantaggio pur sapendo che avremo creato un problema a qualcun altro. In tutte le altre condizioni il senso di colpa non è il sentimento giusto e va mitigato con il solo dispiacere, dove non siamo tenuti per forza a trovare una soluzione per riparare al danno. Questo vale anche se il danno è stato accidentale; qui va bene proporsi per trovare una soluzione che sia d’aiuto ma è vietata l’autoflagellazione emotiva.

Smettila di pensare con la testa degli altri

Quello che spesso accade a molte di noi è di sentirsi in colpa per aver fatto qualcosa che si crede abbia dato fastidio agli altri. Mettiamoci in testa che non siamo delle indovine in grado di leggere i pensieri altrui, anche se siamo molto empatiche, non arriveremo mai ad avere la certezza di aver ferito qualcuno solo perché lo abbiamo compreso da un’intuizione. Lasciamo che siano gli altri a dirci che sono offesi o feriti da qualcosa che abbiamo fatto.


Analizza la situazione con razionalità

Ogni volta che il senso di colpa ti sovrasta dovresti fermarti e scrivere nero su bianco cosa è accaduto, specificando cosa hai fatto per non far accadere quello che è avvenuto, se vi è stata intenzionalità, se gli altri hanno manifestato disappunto e se questo è in linea con i tuoi valori comportamentali… ( a volte deluderai qualcuno comunque e non potrai evitarlo!). Forse scrivere tutto questo potrà aiutarti nel processo di consapevolezza anche su quanto di questo sentimento sia dato da una percezione reale e quanto dal moralismo.

Quando è il moralismo a scatenare la colpa

Si tratta di qualcosa che ha a che fare con indottrinamenti di cui non siamo pienamente consapevoli e che derivano dalla nostra età infantile. È qualcosa che sentiamo come nostro ma che in realtà proviene dall’esterno e non ha niente a che fare con noi stessi e i nostri bisogni. Bisogna tenere a mente poi che spesso il senso di colpa è una reazione automatica alla paura dell’abbandono e del perdere gli altri e il loro affetto. Un timore che ci porta, se non controllato, ad assecondare tutto per il solo obiettivo di non deludere gli altri. Una vita felice però la si ottiene trovando un compromesso tra i nostri bisogni e quelli altrui, anteponendo prima noi stessi se sappiamo che le nostre necessità hanno una certa importanza in una determinata circostanza.



Myself

Mi sono innamorata del mio migliore amico

Chi è che non soffre di carenza d'affetto? Ecco come uscirne
Myself

Carenza d’affetto? Ecco come uscirne

Myself

Body positivity, i profili Instagram da seguire per stare bene con se stesse

Myself

Come imparare ad avere coraggio

Myself

Ci si innamora solo tre volte nella vita, lo dice la scienza

Myself

Coming out a 30 anni

Rimuginare: alcuni consigli per smettere di farlo
Myself

Rimuginare: alcuni consigli per smettere di farlo

Sognare l'ex fidanzato: cosa significa?
Myself

Sognare l’ex fidanzato: cosa significa?

Impara a prendere decisioni coraggiose
Myself

Impara a prendere decisioni coraggiose

Sei perfezionista, accomodante o eternamente indecisa? Ecco come affrontare piccole e grandi scelte della vita quotidiana.

Leggi di più