Gli uomini bugiardi cambiano?

Gli uomini bugiardi cambiano?

Gli uomini, per natura, sembrano essere più portati a mentire. Ma perchè mentono? E soprattutto, possono cambiare gli uomini bugiardi?

Le bugie hanno le gambe corte. Lo sappiamo tutti da sempre, ne è un esempio Pinocchio che, a ogni bugia, vedeva il suo naso allungarsi a dismisura. E se fosse così anche nella vita reale? Sarebbe tutto più facile, più semplice. Per prima cosa saremmo portati a non mentire perché gli altri se ne accorgerebbero subito e poi, la vita di tutti sarebbe più vera.

Ma, si sa, non si può vivere come nelle favole e così l’uomo (ma anche la donna) è portato a mentire, negare l’evidenza fino a quando non ha possibilità di salvezza. Si mente in tribunale, si mente per salvare la faccia o per salvare un matrimonio, i motivi sono tanti ma, le bugie prima o poi vengono sempre a galla.

Gli uomini, sembrano essere per natura più portati a mentire e non stiamo parlando solo di tradimenti, la volontà di nascondere una doppia vita, parliamo anche di piccole bugie che magari non hanno nessun impatto nella vita di coppia però, sono il sentore che c’è qualcosa che non va.

Perché si mente

Tendenzialmente si mente per cercare l’approvazione degli altri, per fare bella figura o mettere in cattiva luce il prossimo. I bambini piccoli negano l’evidenza per evitare di essere sgridati o messi in castigo e poi, man mano che si cresce, si mente per evitare di dover rispondere a comportamenti sociali poco adeguati. Avete presente quando le coppie divorziano? Ecco un esempio tipico di chi vuole mantenere intatta la sua integrità ed è alla ricerca di approvazione. Quando una coppia si lascia le motivazioni reali, quelle vere non si sanno (e non si sapranno) mai. I due protagonisti sono portati a mentire, entrambi hanno le loro ragioni, il loro punto di vista ma, entrambi, ometteranno e modificheranno i fatti per un proprio tornaconto.

Si mente per compiacere

Spesso, tra le motivazioni che ci portano a mentire c’è l’approvazione nei confronti di chi consideriamo superiore a noi. Spesso si mente al capo, una piccola e innocua bugia per evitare che ci carichi di lavoro, si mente ai genitori perché si ha bisogno di maggiore libertà, si mente al partner per compiacerlo, per cercare di evitare una lite inutile e che non porterebbe a niente di buono.

Uomini: bugiardi cronici

I bugiardi cronici sono quelli che mentono sempre, non cercano l’approvazione di nessuno, non hanno bisogno di compiacere nessuno, non hanno una relazione fissa e devono nascondere l’amante. Semplicemente mentono perché amano farlo. Mentono su tutto, su quanto guadagnano, sul loro lavoro, la famiglia, i bugiardi cronici mentono anche sulle disgrazie. Sono capaci di inventarsi delle malattie, proprie o di un proprio familiare ma non per evitare l’ennesima riunione di condominio ma solo per il piacere di raccontare una frottola. I bugiardi cronici sono degli affabulatori, staresti ad ascoltarli ore senza capire se stanno mentendo oppure no.

Altra caratteristica dei bugiardi cronici è quella di modificare la bugia a seconda dell’interlocutore. Sono così astuti da raccontare versioni diverse delle stesso fatto adattando la loro bugia alla persona che ascolta. Adattando la bugia al contesto sociale, alla cultura della persona con la quale parlano, adattando se stessi al modo di pensare del prossimo saranno ben voluti. Attenzione però, non va sempre bene e prima o poi le discrepanze verranno a galla e saranno guai.

Uomini: bugiardi occasionali

I bugiardi occasionali sono quelli che dicono una bugia ogni tanto e che magari lo fanno per nascondere una sorpresa. Insomma, non il classico bugiardo da manuale che racconta una bugia dietro l’altra ma l’uomo che magari è in ritardo perché all’ultimo minuto si è messo a chiacchierare con il collega che noi proprio non sopportiamo allora, per quieto vivere, mente dicendo che il capo gli ha assegnato un lavoro all’ultimo minuto. Stiamo sempre e comunque parlando di bugie non c’è dubbio ma di certo quello del bugiardo occasionale sono più lievi, da matita blu direbbe la mia maestra. Oltretutto i bugiardi occasionali tendono a dire talmente poche bugie e a così poche persone che dopo un po’ se ne dimenticano.

Caratteristiche dell’uomo bugiardo

Un bugiardo cronico solitamente è un uomo molto intelligente e che ha buona memoria altrimenti non riuscirebbe a sostenere il peso indagatore delle persone attorno a lui. Le sue bugie sono ricche di dettagli “terreni” per così dire. Non mentono raccontando di essere stati a cena con una top model ma raccontano cose che potrebbero essere reali aggiungendo dettagli concreti come il tempo, se in quel determinato ristorante si mangia bene oppure no, se il dolce è previsto, quanto hanno speso e così via. Cose quindi che l’interlocutore può facilmente ricordare e in alcuni casi anche verificare. Il bugiardo cronico è una persona estroversa, ama stare con gli altri ma soprattutto è molto egocentrico, ama parlare di se e delle sue imprese.

Gli uomini bugiardi possono cambiare?

Pare di no quindi rassegnamoci. La bugia è come il gioco d’azzardo, come una dipendenza.È difficilissimo uscire da questo tunnel. Cambiare vita non è semplice anche perché spesso le bugie regalano dei vantaggi, non certo economici ma di prestigio sociale che altrimenti alcuni uomini non avrebbero. Cambiare è molto complicato e, secondo alcune teorie, anche se questi uomini bugiardi patologici riuscissero a non mentire per un po’, prima o poi ricadrebbero nel loro errore e inizierebbero a mentire di nuovo anche se magari in maniera più mite.

La relazione con un bugiardo

Se hai la certezza che il tuo lui sia un bugiardo ma decidi di continuare la vostra relazione allora devi armarti di pazienza e starlo a sentire. Non puoi certo fare il detective ogni volta che ti racconta qualcosa altrimenti sarebbe meglio interrompere la vostra relazione. Cerca di indagare ma senza essere troppo invadente, ricorda che lui sa dove vuoi andare a parare e, se  proprio non riesci a gestire le sue bugie, grandi e piccole o hai paura di un tradimento, non ti resta che lascarlo e andare per la tua strada.



Friendzone ecco come uscirne e non ricascarci più
Single e Dating

Friendzone: ecco come uscirne e non ricascarci più

Sexting: le regole per farlo al meglio
Single e Dating

Sexting: le regole per farlo al meglio

Sto uscendo con un uomo che mia madre odia
Single e Dating

Sto uscendo con un uomo che mia madre odia

Complimenti da fare a una donna
Single e Dating

Complimenti da fare a una donna: tutto quello da sapere

Come reagire al rifiuto del narcisista
Single e Dating

Come reagire al rifiuto del narcisista

Uomini metrosexual, alle donne piacciono davvero?
Single e Dating

Uomini metrosexual, alle donne piacciono davvero?

Come gestire le emozioni
Single e Dating

Come gestire le emozioni

Uomo immaturo: la psicologia del bambinone
Single e Dating

Uomo immaturo: la psicologia del bambinone

Friendzone ecco come uscirne e non ricascarci più
Single e Dating

Friendzone: ecco come uscirne e non ricascarci più

Può capitare che ad una persona non basti più essere amica dell’altra e vuole trasformare l’amicizia in qualcosa di più, ecco come uscire dalla friendzone!

Leggi di più