Relazione in crisi: come recuperarla

Crisi di coppia? Ecco alcuni consigli su come rimediare.

Crisi di coppia: cosa fare?
Crisi di coppia: cosa fare?

I segnali ci sono tutti, incomprensioni, litigi, silenzi, scarsa intimità, l’unica speranza che resta è che ancora ufficialmente si sta insieme, eppure tutto fa supporre che la relazione è in crisi e che se non si apporteranno dei sostanziali cambiamenti sarà la fine della coppia.

Quando i segnali si amplificano e diventano preoccupanti allora scatta l’allarme e si fa di tutto per salvare il rapporto ma spesso o è troppo tardi o si sbaglia nei metodi.

Recuperare una relazione in crisi richiede un’attenta analisi delle cause della discordia, bisogna andare a fondo dei veri problemi che la hanno fatta scaturire e non bisogna credere che tutto questo sarà semplice.

Per le coppie sposate o che convivono da molto tempo queste crisi di coppia sono abbastanza frequenti. Nascono dall’idea pregiudizievole che ci si è fatta del partner. Si conoscono pregi e difetti, ci si conosce così bene da sapere come si reagirà di fronte a qualsiasi richiesta. Questo malessere interno cresce giorno dopo giorno, spesso è silenzioso ed esplode all’improvviso, altre volte è palese e costante.

Molte coppie sono così abituate a discutere e ad avere una comunicazione fatta di offese ed apprezzamenti da credere di essere diventate immuni alla fine del loro amore, ma non sanno che il pericolo è in agguato.

Cosa bisogna fare quando una relazione è in crisi?

La relazione è in crisi? C’è un’unica soluzione, cambiare e farlo in fretta. Quando una coppia è in crisi uno degli ostacoli da affrontare è il gioco delle colpe. Ciascuno attribuisce all’altro l’origine del malessere, nessuno vuole davvero prendersi le proprie responsabilità. Solo quando si comprende la gravità della situazione si è disposti ad ammettere le proprie colpe.

Questa linea di confine è molto sottile ed anche pericolosa. Molte coppie vivono all’interno di essa per periodi più o meno lunghi senza essere davvero consapevoli che una volta superata difficilmente si tornerà indietro. Quando quell’ultimo litigio sembra aver dato origine alla rottura ecco che le paure prendono il sopravvento. La linea è stata superata e si diventa consapevoli che la relazione è finita.

A quel punto si è disposti a tutto pur di ricominciare da capo con il partner ma spesso è troppo tardi. Il continuo clima teso crea le basi per un lento disinnamoramento.

Anche se c’è ancora molto da fare per riconquistare un marito o convivente sarebbe meglio non arrivare a questo punto e correggere la situazione prima che essa precipiti. Ma come riuscirci?

Sostituire i vecchi schemi ripetitivi

All’inizio di una relazione tutto è novità, con il passare del tempo molte coppie  si adagiano in un continuo ripetersi di schemi fissi e ripetitivi. Tutta la quotidianità è scandita dalle stesse cose da fare. La mancanza di cambiamento è sicuramente  il principale pericolo da evitare.

Si può cominciare da piccole cose per uscire lentamente dalla zona di comfort. Gli orari dei pasti, cosa cucinare, cosa guardare mentre si mangia (evita assolutamente i telegiornali), gli argomenti da trattare quando si è insieme. Conosci perfettamente il tuo partner da sapere quali argomenti susciteranno interesse e quali daranno origine alle solite discussioni ed incomprensioni. Evitali!

Poi bisogna iniziare a lavorare sulla propria persona. Da quanto tempo rimandi quei cambiamenti che tanto desideri? Non hai mai tempo di rinnovare il tuo look, di fare attività fisica, di fare quella vacanza tanto desiderata e sempre rimandata? Fallo adesso, smettila di rimandare. La coppia ha bisogno di rinnovamento!

Riscoprire l’intimità

Non tutte le coppie in crisi hanno un calo della libido, molte di loro si illudono che funzionando almeno a letto la crisi sia più leggera. Alcune si illudono che risolvendo a letto i loro problemi questi spariscano.

Poi ci sono quelle coppie dove la tensione interna è evidente anche a letto, dove il richiamo sessuale sembra essere un ricordo lontano.

Se si vuole salvare una relazione in crisi è necessario aprirsi alla comunicazione, dichiarare cosa non funziona e perché, e farlo creando un clima di collaborazione e comprensione. Se la crisi è sorta a causa di un tradimento e questo lo si è perdonato non bisogna più toccare l’argomento. Il perdono deve essere totale e vero, altrimenti sarà sempre presente tra di voi e questo alla lunga determinerà la fine del rapporto.

Non supplicare l’amore

Molte persone quando avvertono che la relazione sta per finire diventano dei veri e propri zerbini. Pur di non perdere il partner si trasformano in qualcosa che neanche loro riconoscono. Supplichevoli, tristi, deboli, tutte caratteristiche che non rendono molto attraenti. Se anche tu ti riconosci in questo modo di fare cambialo immediatamente.

Il tuo partner lo attirerai a te apportando delle novità, mostrandoti una persona più solare ed anche sensibile, iniziando a lavorare sulla tua persona per correggere quelli che ritieni essere i tuoi limiti caratteriali e le tue paure.

Cambia gli aspetti che non ti piacciono della tua personalità

Molte persone vorrebbero che il proprio partner salvasse la relazione. Se solo fosse più comprensivo, più attento ai miei bisogni, se fosse meno egoista, se si prendesse più cura di se, etc…

Vuoi salvare la tua relazione? Inizia ad analizzare attentamente dove tu puoi cambiare e fallo! Guardati dentro, scoprirai che probabilmente anche tu hai degli aspetti legati al tuo odo di fare che vorresti correggere. Cambia te stessa e questo inevitabilmente avrà riflessi nelle dinamiche di coppia.

Chiedi aiuto ad uno specialista

Infine tieni conto che ci sono ottimi professionisti capaci di risolvere problematiche interne alle coppie molto profonde. Chiaramente deve essere un aiuto concordato da entrambi, non devi forzare il tuo partner se lui non vuole.

La consulenza o terapia di coppia è molto importante permette di osservare la situazione con occhi diversi ed individua dove mettere in discussione la propria visione dei problemi.


Vedi altri articoli su: Vita di Coppia |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *