Mascherina come si indossa nel modo corretto

Mascherina come si indossa nel modo corretto

La mascherina deve essere non solo indossata quando è opportuno ma è fondamentale indossare la mascherina nel modo corretto: ecco come fare!

Le mascherine sono mezzi di protezione che, se utilizzate correttamente, possono garantire una maggiore protezione contro il rischio di contagio dai diversi virus influenzali. Negli ultimi giorni, in seguito alle crescenti preoccupazioni contro il Covid-19, comunemente chiamato Coronavirus, sempre più persone hanno acquistato mascherine per la protezione del viso. E chiedono informazioni sul come utilizzarle nel modo più corretto. Non basta, infatti, acquistare una mascherina e indossarla per avere la massima sicurezza contro il contagio.

Non tutte le mascherine sono uguali

Prima di acquistare una mascherina di protezione si ricorda che in commercio ne esistono principalmente due tipologie differenti, ossia quelle di tipo chirurgico e i filtranti facciali.

Mascherine chirurgiche

Le mascherine chirurgiche sono sicuramente le più note e diffuse e nascono come accessorio da utilizzare presso gli ospedali e nelle sale operatorie come elemento in grado di bloccare il passaggio di eventuali patogeni da e verso i pazienti. Anche se si tratta di accessori molto comuni sottolineiamo che non aderiscono in maniera precisa ai contorni del viso per cui non possono essere considerate come elementi in grado di proteggere al 100% dalla possibilità di contagi.

Mascherine filtranti

I filtranti facciali, detti anche respiratori, sono un tipo di maschera più complessa e anche più sicura. Assicurano la perfetta adesione al viso e sono in grado di filtrare anche le particelle più piccole garantendo in tal modo una maggiore protezione a naso e bocca e una minore possibilità di contagio.

La maggior parte delle persone, quando richiede le mascherine contro il contagio di un virus come il Covid-19, intende quelle di tipo chirurgico. Sottolineiamo che l’efficacia di questi accessori non è garantita se non se ne fa un utilizzo corretto. Medici e infermieri, quando usano le mascherine in ospedale, in sala operatoria o in tutti i reparti in cui ne viene richiesto l’utilizzo, seguono norme ben precise che garantiscono un un’efficacia maggiore.

Come si usa la mascherina

Per avere la certezza di usare la mascherina in maniera adeguata è necessario seguire una serie di regole, ricordando che un uso non corretto della mascherina può portare a un incremento del rischio di contagio piuttosto che a una sua riduzione.

Per prima cosa la mascherina non deve essere toccata se prima non ci si è lavati accuratamente le mani. Un’igiene corretta delle mani in tal senso prevede il lavaggio con acqua calda e sapone per almeno una ventina di secondi. In alternativa è possibile lavare le mani con detergenti a base di alcool oppure con alcool semplice e senza acqua. In quest’ultimo caso basterà strofinare le mani fino a che esse non risulteranno asciutte. Il solo utilizzo della mascherina e il mancato rispetto delle norme igieniche di base non garantiscono una piena protezione da eventuali contagi.

Occorre metterla anche in casa?

In generale, a meno che non si abbiano malati in casa, la mascherina non è raccomandata in ambiente domestico. Si ricorda inoltre che mascherine e respiratori sono di tipo usa e getta: una volta tolti, quindi, non vanno assolutamente indossati nuovamente ma buttati avendo cura di smaltirli in maniera corretta. Le mascherine usate andrebbero chiuse in appositi sacchetti per evitare che altre persone ne entrino in contatto inavvertitamente.

Come si indossano le mascherine

Le mascherine propriamente dette sono dei dispositivi medici monouso che, per essere a norma di legge, devono essere approvate dal Ministero della Salute. Sono caratterizzate da materiali e forme che possono variare a seconda della casa di produzione anche se tutte specifiche tecniche devono necessariamente corrispondere a quelle riportate nelle disposizioni del Ministero della Salute nonché della Comunità Europea. Il fissaggio al viso può avvenire tramite lacci da legare alla nuca oppure con elastici che vanno passati al di dietro delle orecchie.

Il livello di protezione che assicurano questi dispositivi è abbastanza elevato. Bloccano l’ingresso di fluidi biologici, come le piccole goccioline emesse quando si starnutisce o anche semplicemente quando si respira. In tal modo, queste non possono raggiungere naso e bocca di chi indossa la mascherina proteggendo l’apparato respiratorio dal rischio di contrazione del virus.

Contatti diretti

Non bisogna tuttavia dimenticare che anche con la mascherina è importante evitare contatti diretti, cercando di mantenere una certa distanza dalle persone malate o dai portatori sani. Le mascherine, infatti, non aderiscono perfettamente al viso, potendo comunque permettere il raggiungimento del virus alle vie respiratorie. Inoltre, non sono in grado di garantire la protezione contro aerosol, ossia goccioline sottili, nelle quali i virus possono essere contenuti.

Come si indossano i respiratori

I filtranti facciali rappresentano, sotto molti aspetti, delle soluzioni più adatte a garantire la protezione contro il virus influenzale in generale e contro il Covid-19 nello specifico. Essi, infatti, sono realizzati in modo da aderire perfettamente al viso di chi ne fa uso, in modo da assicurare un filtraggio più elevato di tutti i tipi di particelle, anche di quelle più fini.

L’adesione al viso viene garantita dai materiali di realizzazione dei filtranti e dagli elastici che ne permettono il corretto fissaggio. Va tuttavia sottolineato che proprio il punto di forza dei filtranti facciali, ossia l’elevata adesione al viso, rappresenta anche il punto debole di questi dispositivi che non sono semplici da tollerare. Inoltre, respirare con un filtrante facciale non è sempre semplice o immediato e per questo motivo se ne sconsiglia l’uso ai bambini. Poco raccomandati anche per le persone che hanno la barba in quando i peli non permettono una corretta adesione del filtrante al viso vanificandone l’uso.

Come per le mascherine, anche i filtranti facciali devono essere utilizzati facendo attenzione a una serie di norme igieniche che, se non rispettate, potrebbero rendere inutile il loro utilizzo.

Non solo mascherine: gli altri consigli da seguire

Come già accennato, l’uso delle mascherine diventa inutile se non si fa attenzione anche alle altre norme igieniche. Diventa quindi fondamentale evitare di mettere le mani in bocca o di strofinarsi il naso o gli occhi con mani non lavate. Infine, per quanto possibile, si consiglia di restare a casa per evitare di contrarre il virus.



Fichi, proprietà e calorie
Salute

Fichi, proprietà e calorie

Sindrome della capanna come superare la paura di uscire
Salute

Sindrome della capanna: come superare la paura di uscire

Sciroppo d'acero proprietà e benefici
Salute

Lo sciroppo d’acero: proprietà e benefici

Onde d'urto non si sentono, ma i risultati si vedono
Salute

Onde d’urto: non si sentono, ma i risultati si vedono

rosacea
Salute

Rosacea, cause e rimedi

Cannabidiolo gocce e olio, a cosa serve e i benefici
Salute

Cannabidiolo gocce e olio, a cosa serve e i benefici

Cibi da evitare in caso di gambe gonfie e doloranti
Salute

Cibi da evitare in caso di gambe gonfie e doloranti

Smettere di russare: i rimedi per le donne
Salute

Smettere di russare: i rimedi per le donne

Cibi da evitare in caso di gambe gonfie e doloranti
Salute

Cibi da evitare in caso di gambe gonfie e doloranti

Anche l’alimentazione è importante per combattere le gambe gonfie e doloranti: ecco i cibi da evitare e quelli da preferire.

Leggi di più