Biondo da star: tutte le sfumature blond delle celebrity

Biondo da star: tutte le sfumature blond delle celebrity

Platino, caldo, tendente al rosso, uniforme, sfumato, applicato solo sulle punte: il biondo continua a essere assoluto protagonista della testa delle celebs, che lo sfoggiano in molteplici versioni, tutte da copiare

31/10/2014

Benché tallonato dal rosso, il biondo continua a restare in cima alla classifica dei colori di capelli preferiti dalle donne: sarà perché è da sempre sinonimo di seduzione, ma anche perché sta bene a tutte. O quasi.

In realtà, quello che conta è scegliere la nuance giusta, che va decisa sulla base dell’incarnato e del colore degli occhi, tenendo presente che per pelli dorate e iridi color nocciola e scure vanno bene tonalità calde, mentre su un viso niveo, con occhi chiari, sta meglio un biondo perlato. Un’indicazione di massima da tenere presente se si decide di cedere alla tentazione di sfoggiare chiome color del grano, magari ispirandosi alle sfumature blond delle celebrities e scoprendo i segreti per prendersi cura al meglio dei capelli chiari.

Biondo platino

Il platino è probabilmente la nuance di biondo che affascina di più l’universo femminile (e pure quello maschile), ma è anche la più difficile da portare e da mantenere: una chioma come quella di Pink o di Michelle Williams, infatti, richiede una manutenzione pressoché continua per evitare l’antiestetico effetto ricrescita. Senza contare la necessità di ravvivare il riflesso, che nel caso della cantante è in una tonalità fredda, un cenere molto chiaro, quasi bianco, mentre in quello dell’attrice diventata famosa al grande pubblico con la serie Dawson’s Creek tende all’oro.


Leggi anche: Capelli biondo cenere: come farli e quali sono i colori cenere

Chi vuole osare senza compromessi, invece, può optare per la soluzione scelta da Christina Aguilera e Miley Cyrus: le due cantanti mostrano chiome schiarite ‘al naturale‘, trasformando in moda quello che un tempo era il temuto (e aborrito) effetto paglia, con capelli gialli ingentiliti nel caso dell’interprete di Genie in a bottle da riflessi bianchi all’altezza dell’attaccatura.

Biondo chiaro uniforme

Lunghi, lisci o appena ondulati e, soprattutto, naturalmente biondi, di un biondo chiaro uniforme che rasenta la perfezione: i capelli di Gwyneth Paltrow sono da sempre oggetto del desiderio – per non dire dell’invidia… – delle donne di ogni parte del mondo. La tonalità della bellissima attrice, però, non sta bene a tutte, perché non avendo riflessi a movimentarla incornicia il viso in maniera molto decisa e fa risaltare eventuali difetti, stanchezza e segni dell’età, anziché mascherarli, com’è prerogativa del biondo.

Rischio che Kate Winslet scongiura scegliendo di uniformare il biondo dei capelli sulla lunghezza, optando per una nuance di alcuni toni più chiara della sua, e lasciando la radice scura. Un trucco efficace, che spezza la staticità del colore e ingentilisce immediatamente i tratti del volto, adottato anche da Reese Whiterspon, che però sceglie di realizzarlo con un minore stacco tra attaccatura e punta.

Biondo con sfumature

Dalle mèches al balayage, il biondo con sfumature è probabilmente la soluzione più gettonata da tutte coloro che desiderano avere i capelli color del sole. Le varie tecniche di ombreggiatura, infatti, permettono di ottenere tonalità più o meno chiare e soprattutto una schiaritura dffusa, non uniforme, che ha un effetto molto naturale e dona tridimensionalità alla chioma.


Potrebbe interessarti: Capelli KO? Riportali al top dopo i danni provocati dall’estate

Dal biondo cenere di Cameron Diaz, al gold sand scelto dalle super top Kate Moss e Cara Delevingne, al castano dorato di Jennifer Aniston, fino alla tonalità giocata sulle nuances dell’ambra e del miele sfoggiata recentemente da Blake Lively, il biondo con sfumature addolcisce i tratti del viso e regala un aspetto giovane a riposato. Il fatto di non essere uniforme, poi, lo rende molto più semplice da gestire e permette anche di cambiare con maggiore frequenza e facilità, perché la decolorazione non interessa tutta la chioma, ma singole ciocche, che tra l’altro si può scegliere se fare spesse o sottili.

Capelli biondi con shatush, degradé e dip dye

Una delle moda più in voga dell’ultimo periodo in fatto di capelli biondi è senza dubbio quella della schiaritura delle punte, che può essere effettuata con lo shatush, il degradé e il dip dye. Tecniche diverse ma che, sostanzialmente, consistono nel movimentare il colore della chioma agendo sulla lunghezza, per un effetto che va dal naturale, tipo schiaritura del sole, come quello di Gisele Bundchen, al dichiaratamente scenografico, per esempio nel caso di Jennifer Lopez.

Analogamente al biondo con sfumature, anche la schiaritura delle punte permette di spaziare tra tonalità più o meno chiare e di non essere schiave del ‘ritocchino’: in questa circostanza ancora di più, perché la cosiddetta ‘ricrescita’ è parte integrante dell’effetto cercato.

Biondo rosso

A completare la gamma di sfumature blond sfoggiate dalle star c’è il biondo rosso, che rappresenta una specie di compromesso tra i due colori di capelli che al momento fanno più tendenza. Riservato a chi ha una carnagione diafana o, al contrario, a chi ha un incarnato ambrato e olivastro, il biondo rosso può essere declinato in una tonalità chiara, quasi rosata, come quella di Nicole Kidman, Bella Thorne e Paris Hilton, o decisamente più intensa, come nel caso di Rose Huntington-Whiteley, Scarlett Johansson e Beyoncé.

Infine, la trendsetter per eccellenza Sarah Jessica Parker lo sfoggia in una chiccosissima versione con schiariture delle punte e delle ciocche che incorniciano il viso.