Risotto al tartufo

Delizioso e raffinato, profumato ed elegante, il risotto al tartufo nero è il piatto ideale per le occasioni speciali.

26/11/2015

Sommario

Delizioso e raffinato, profumato ed elegante, il risotto al tartufo nero è il piatto ideale per le occasioni speciali.

Tempo di preparazione:
15 minuti
Tempo di cottura:
18 minuti
Quantità:
4 persone

Ingredienti Ricetta

  • Riso carnaroli 320 g
  • Scalogno 1
  • Parmigiano reggiano 36 mesi grattugiato 50 g
  • Bicchiere di vino bianco 1
  • Tartufo nero 1
  • Burro 50 g
  • Brodo 1 l
  • Sale e pepe nero qb

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 1
  • Calorie 430 kcal
  • Grassi 14 g
  • Carboidrati 66 g
  • Zuccheri 1,2 g
  • Fibre 1 g
  • Proteine 10,5 g

Il risotto al tartufo nero è un piatto elegante e raffinato, dotato di un profumo e un sapore unico nel suo genere. Il tartufo infatti, ha un gusto del tutto particolare che viene apprezzato dai palati più esigenti e ricercati.

La versione del risotto che vi presento oggi è davvero aromatica: il tartufo infatti, dopo essere stato accuratamente pulito, viene in parte affettato e usato per la decorazione dei piatti, in parte grattugiato e miscelato a burro fuso in modo da creare una sorta di crema/pasta da aggiungere al risotto in fase di mantecatura.

A seconda del costo che volete sostenere, potete scegliere il tartufo nero o il più economico tartufo scorzone (o estivo) che comunque garantisce un alto tasso di soddisfazione, soprattutto per chi non ha mai provato a cucinare il tartufo!

Il piatto è adatto ai giorni di festa che ormai sono alle porte e, volendo, potete anche preparare il risotto in una versione scenografica, basandovi sulla ricetta del risotto allo champagne.

Preparazione

  1. Pulite il tartufo spazzolandolo molto bene, sciacquatelo sotto acqua corrente e tamponatelo subito con carta assorbente.
  2. Con un affetta tartufi, tagliate 16 sottili rondelline di tartufo e tenetele da parte: vi serviranno per la decorazione finale dei piatti.
  3. Grattugiate il resto del tartufo e mettetelo in un pentolino insieme a 40 gr di burro. Portate sul fuoco e, a fiamma dolce, fate fondere il burro mescolando: otterrete una “crema” aromatica che dovrà essere aggiunta al risotto in mantecatura.
  4. Affettate finemente lo scalogno e fatelo rosolare per 2-3 nel restante burro in una casseruola.
  5. Salate, pepate e aggiungete il riso. Fatelo tostare per 3 minuti a fuoco vivace poi bagnatelo con il vino e fate evaporare.
    Bagnate con un paio di mestoli di brodo caldo e cuocete il risotto al dente per 10 minuti esatti, mescolando spesso e aggiungendo via via il brodo in modo rimanga sempre molto morbido.
  6. Spegnete la fiamma, aggiungete il parmigiano e la crema di burro e tartufo preparata in precedenza: mantecate, coprite con il coperchio e fate riposare 5 minuti.
  7. Servite il risotto caldo e morbido decorando ogni piatto con 4 fette di tartufo.


Leggi anche: Menù per la prima comunione: consigli e idee