Fiori di zucca

Come pulire i fiori di zucca

Semplici e veloci da preparare i fiori di zucca sono un ottimo ingrediente, ma come devono essere puliti? Ecco alcuni consigli su come farlo in modo semplice e veloce.

Per tutti gli amanti della cucina è importante conoscere come pulire i fiori di zucca. La maggior parte di voi infatti saprà che la zucchina produce dei bellissimi fiori, che possono essere cucinati e mangiati in tantissimi modi, come il classico risotto ai fiori di zucca, la frittata con fiori di zucca o i fiori di zucca ripieni.

I fiori di zucca hanno una durata di conservazione molto limitata, possono essere conservati in frigorifero per al massimo 2 giorni.

Di seguito verrà spiegato come pulire e cucinare i fiori di zucca, chiamati anche fiorilli o fiore di zucchini. I fiori si zucca hanno un colore giallo-arancione e sono delicati al tatto. Vengono utilizzati in cucina come ingrediente per creare antipasti, primi piatti, secondi ripieni e contorni. Ovviamente prima di cucinarli e mangiarli è necessario pulirli bene.

Passaggi per pulire i fiori di zucca

La prima cosa da fare è quella di togliere con le mani o con un coltellino tutte le escrescenze spinose che sono attaccate al calice.

Successivamente si può procedere al taglio del gambo, per intero o in parte, quest’ultima opzione è consigliabile se si decidere di immergere il fiore in pastella e friggerlo in quanto si riuscirà a  maneggiarlo più facilmente.

A questo punto non resta che aprire il fiore di zucca mantenendo il fiore intatto se si desidera poi farcirlo, ad esempio con mozzarella, alici o prosciutto cotto. Oppure si può tagliare il fiore a listelli, se la ricetta prevede di aggiungerlo ad un condimento per pasta o per un contorno.

Attenzione: in questa fase di apertura bisogna eliminare il pistillo interno con molta delicatezza per evitare di rompere il fiore.

La pulizia è giunta al termine e non resta che sciacquare il fiore con acqua corrente e farlo asciugare su un canovaccio.

Tutti i fiori di zucca si distinguono in maschi, cioè quelli che hanno le escrescenze spinose, e femmine. Quelli maschi possono essere conservati per un paio di giorni all’interno di un vasetto con acqua ed in frigo solo se precedentemente puliti, diversamente le femmine si conservano per due giorni in frigo ancora legate al gambo.

Ti potrebbe interessare anche

Come fare il gelato con robot da cucina
Consigli di cucina

Come fare il gelato con robot da cucina

Ricetta gelato al tè matcha: come preparalo con la gelatiera
Consigli di cucina

Ricetta gelato al tè matcha: come prepararlo con la gelatiera

Cocktail Negroni
Consigli di cucina

Cocktail alcolici con gin

Aprire il cocco
Consigli di cucina

Come pulire il cocco

Fave fresche
Consigli di cucina

Come pulire e cucinare le fave

Pizza con il lievito madre
Consigli di cucina

Come fare la pizza con il lievito madre

Come pulire l'astice
Consigli di cucina

Come pulire l’astice

Pane fatto in casa
Consigli di cucina

Come fare il pane con il lievito madre

Ricetta spiedini di albicocche, speck e formaggio
Ricette Antipasti

Ricetta spiedini di albicocche, speck e formaggio

Un piatto sfizioso e goloso, particolare e molto versatile: ecco come fare gli spiedini di albicocche, speck e formaggio.

Leggi di più