Castraure: 3 ricette squisite

Le castraure sono i primi germogli delle piante di carciofo violetto di Sant'Erasmo, teneri e gustosi: ecco come realizzare tre golose e stuzzicanti ricette.

Carciofo violetto
Carciofo violetto.

Le castraure sono i germogli dei più noti carciofi di Sant’Erasmo, ortaggi tipici dell’isola da cui prendono il nome, che si trova nella laguna di Venezia ed è un unico orto che, grazie al terreno argilloso, ben drenato e che presenta una salinità molto accentuata, dà origine a verdure molto saporite tra cui questi particolari carciofi.

Hanno colore violetto scuro, forma allungata e hanno poche spine. Sono di consistenza tenera e carnosa e hanno un sapore veramente squisito. La stagione di raccolta dei germogli avviene a fine aprile e la produzione è limitata a poco meno di un mese. Infatti la particolarità delle castraure è quella di essere il primo germoglio della pianta di carciofi, che viene tagliato ancora tenerissimo in modo che gli altri germogli presenti sulla pianta crescano in maniera ottimale diventando grossi e  rigogliosi, pur rimanendo sempre teneri.

Sono famose e molto amate per il gusto straordinario e veramente unico. Infatti, oltre ad essere tenerissimi, questi carciofi sono un mix di saporosità e fragranze delicate ma intense, leggermente amarognoli ma al punto giusto.

Hanno un alto contenuto di sostanze nutritive e benefiche per il nostro organismo tra cui sali minerali e vitamine. Inoltre è presente una sostanza particolare, la cinarina, che regolarizza l’intestino ed è disintossicante e diuretica.

Le castraure sono disponibili fresche solo per poco tempo, ma si trovano disponibili tutto l’anno confezionate in vasetti sottolio.

In cucina si possono preparare crude in insalata, impanate e fritte oppure cotte in forno.

Insalata di castraure

La maniera ottimale per gustare la loro tenerezza e il loro sapore è sicuramente la preparazione a crudo in insalata, che potrete servire sia come antipasto che come contorno. Basterà pulire le castraure eliminando le spine e le foglie meno tenere e immergerle in acqua acidulata con succo di limone. Poi, una volta scolate e asciugate, tagliarle a rondelle molto sottili, metterle in una terrina e condirle con sale, pepe nero, olio extravergine di oliva e succo di limone.

Castraure impanate e fritte

Le castraure impanate e fritte vengono prima pulite e acidulate come descritto sopra: le dosi per persona sono di 3 carciofini se sono servite come contorno o antipasto. Quindi si tagliano a metà, si immergono in una pastella morbida e soffice realizzata con 2 uova, sale e farina e poi si friggono in abbondante olio di semi o extravergine di oliva. Si fanno dorare e si servono ben calde. In alternativa potete passarle solo nella farina e poi friggerle. Se volete proporle come secondo piatto, calcolatene 8/9 per porzione aumentando in proporzione il resto degli ingredienti.

Castraure al forno

Le castraure cotte in forno sono facili e veloci da realizzare e si possono servire come secondo piatto. Si utilizzano 8/9 castraure a persona. Si puliscono come indicato nelle ricette precedenti ma si lasciano intere. Quindi si dispongono una vicina all’altra in una teglia da forno. Si spargono sopra i carciofini 2 spicchi di aglio pelati e tritati, si condiscono con sale, pepe e olio extravergine di oliva. Infine si mettono in forno e si lasciano cuocere a una temperatura di 160 gradi per circa un quarto d’ora. Durante la cottura scuotete la teglia ogni tanto per evitare che si attacchino al fondo. Quando le castraure saranno tenere, togliere dal forno e servirle ben calde.

Le ricette sono tutte molto facili e realizzate con pochi e semplici ingredienti in modo che il gusto di questi fantastici, teneri carciofini violetti risalti al meglio.

Se non riuscite a trovare questo eccezionale prodotto ortofrutticolo ma avete voglia di carciofi, perché non prepararli trifolati o alla giudia?


Vedi altri articoli su: Consigli di cucina | Cosa Cucino Stasera | Ho fame | Insalate Particolari | Ricette Antipasti | Ricette Contorni | Ricette Light | Ricette Secondi Piatti | Ricette vegane | Ricette vegetariane | Ricette veloci |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *