Kim Kardashian mette a tacere le accuse: “Non ho rovinato quel vestito”

Kim Kardashian mette a tacere le accuse: “Non ho rovinato quel vestito”
22/06/2022

Alla fine Kim Kardashian non ha potuto tirarsi indietro ed è stata costretta a intervenire nella polemica che l’ha travolta dopo che al Met Gala ha indossato un abito originale di Marilyn Monroe. L’influencer e imprenditrice è stata accusata sui social network di avere rovinato il vestito, con tanto di foto che lo dimostrerebbero. Tuttavia, in una intervista ha negato qualsiasi responsabilità.

Kim Kardashian: “Siamo stati attentissimi”

“Non ho danneggiato il vestito”, ha detto Kim Kardashian, “Io e il personale del museo abbiamo lavorato insieme così bene. Chi mi ha aiutato a indossarlo portava addirittura i guanti”. E ha continuato: “Mi sono presentata sul tappeto rosso in accappatoio e pantofole, ho messo il vestito sul fondo del tappeto, ho salito le scale… probabilmente l’ho indossato per 3 – 4 minuti”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @kimkardashian

Un vestito entrato nella storia americana

L’abito oggetto del contendere fa parte della storia americana. Si tratta, infatti, del famoso vestito che Marilyn Monroe indossava la notte del 1962 in cui cantò “Happy Birthday, Mr President” sul palco del Madison Square Garden, in occasione del 45esimo compleanno del presidente degli Stati Uniti, John Fitzgerald Kennedy, con il quale pare che avesse anche una relazione. Qualche settimana dopo questo episodio, Marilyn fu trovata morta nel suo letto.


Leggi anche: Kim Kardashian lo ha fatto di nuovo! Eccola con un altro abito di Marilyn

Kim Kardashian: “Ecco perché ho scelto quell’abito”

“Rispetto Marilyn Monroe”, ha detto Kim Kardashian, “capisco anche quanto questo vestito significhi per la storia americana. Ma, dato che il tema del Met Gala era proprio legato all’America, ho pensato: che cosa c’è di più americano di Marilyn Monroe che canta felice davanti al Presidente degli Stati Uniti?”. Pur di entrare nell’iconico vestito, Kim Kardashian ha seguito una dieta rigidissima e ha perso oltre sette chili in tempi da record. Anche per questo è stata criticata. Qualcuno l’ha accusata: “Non dà un buon esempio alle ragazzine”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Darrell Rooney (@darrellrooney)

La dieta rigidissima di Kim Kardashian

“Ho vissuto questa situazione come un ruolo da recitare. E volevo davvero indossare questo vestito. Era importante per me”, ha detto Kim Kardashian. Ed ha aggiunto: “In realtà mi ha insegnato molto sul mio stile di vita e sulla mia salute. Da allora ho continuato a mangiare sano. Sono più magra adesso, non sto cercando di perdere più peso, ma sento di avere tanta energia come non ne ho mai avuta. Ho eliminato così tanti zuccheri. Un sacco di cibo spazzatura. Ho cambiato completamente il mio stile di vita”.


Potrebbe interessarti: Auguri Kourtney Kardashian. Ma cosa le regala sua sorella Kim?

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Darrell Rooney (@darrellrooney)

Anche il museo nega i danni

La smentita di Kim Kardashian segue le affermazioni del proprietario dell’abito di Marilyn Monroe, il Ripley! museo, che lo ha acquistato all’asta per circa 4,5 milioni di euro, che nei giorni scorsi aveva negato che il vestito fosse stato danneggiato. “Quando lo abbiamo comprato, c’erano già alcuni danni”, ha fatto sapere il museo. Caso chiuso? Chissà: dipende da come reagiranno sui social i fan della diva scomparsa sessant’anni fa.

Foto copertina: Credit Agenzia Fotogramma