Alexander Wang: la sfilata S/S 2015 alla NYFW

La nuova collezione di Alexander Wang ruba moltissimo allo sportwear, ma trasportandolo in capi eleganti e sofisticati dallo stile unico: dei veri must have per la prossima stagione

07/09/2014

La sfilata di Alexander Wang è sicuramente una delle più attese di ogni stagione perché lo stilista è molto amato sia dagli esperti di moda di tutto il mondo, sia dalle celebrities: per la sfilata dedicata alla Primavera/Estate 2015 alla New York Fashion Week infatti in prima fila si poteva capitare seduti accanto a Rihanna, Nicki Minaj o a Lauren Hutton.

Sporty inspired

L’ispirazione di Alexander Wang per questa stagione è piuttosto chiara: sneakers!
Largo quindi a tessuti tecnologici, colori sgargianti quasi fluo, linee aderenti e sinuose ma soprattutto… niente scarpe da ginnastica. Tutto ha un chiaro richiamo allo sportswear ma totalmente reinterpretato in maniera femminile ed elegante (l’unico ad indossare un paio di sneakers nere con para bianca è proprio lo stilista).
Ecco allora una collezione intricata fatta di pantaloni a vita alta di satin cangiante in tinta unica e top cut out ed intrecciati con stampe quasi psichedeliche , tubini dai colori fluo e richiami tribali, gonnelline a pieghe da tennista sotto bluse dai volumi importanti e spalle squadrate o su camicette preppy a contrasto.
Da non dimenticare il blazer, lungo, lunghissimo, fermato in vita da un obi oppure corto quasi un bolero con un taglio da easy rider.
Una collezione portabilissima che anche nei capi più classici, come i tubini, gli abiti lunghi e i bomber college, riesce a spiccare per particolarità. Capo da tenere d’occhio è l’abito lungo a maniche lunghe, caratterizzato da blocchi di colore, che vedremo presto apparire su qualche red carpet.


Leggi anche: New York Fashion Week: il calendario sfilate di settembre 2014

Il “futuro” è trés chic

Una visione quasi fantascientifica nelle trame di certi tessuti – che richiamano le trame della gomma vulcanizzata – e nel knitwear traforato che ricorda la plastica a bolle per imballare.
Eppure, nonostante tutti questi materiali tecnici, non si ha per nulla l’impressione di avere davanti dei capi rigidi e scomodi, piuttosto dei capi morbidi e adatti a molte occasioni: ecco la maestria di Alexander Wang, trasmigrare due concetti complessi come il “futuristico” e lo “sportivo“, in una serie di capi seducenti e voluttuosi dall’innegabile eleganza.
Non solo i capi portano avanti questo concetto, ma anche gli accessori: le borse squadrate a blocchi di colore con chiusura a sacchetto e i sandali fatti con tessuti tecnologici a rete non fanno altro che sottolineare il lavoro fatto dallo stilista.
E per sottolineare il tutto anche il look delle modelle è perfetto, minimalista, quasi senza trucco e caratterizzato da lunghe, alte e lisce code di cavallo. Davvero un lavoro di concerto, dove nulla è lasciato al caso.