Moda sostenibile, sono questi i brand da seguire!

Moda sostenibile, sono questi i brand da seguire!

La moda diventa sostenibile e i brand da seguire che investono il proprio tempo e denaro per introdurre pratiche ecofriendly, si moltiplicano. Scoprite quali sono!

Fino a poco tempo fa la moda sostenibile era sinonimo di look trasandato a antiquato in cui predominavano colori spenti e patchwork di stoffe. Oggi, invece, molti brand hanno colto l’esigenza di vivere in modo più sostenibile e più rispettoso dell’ambiente che ci circonda, realizzando delle collezioni molto cool e di tendenza. Adesso, infatti, la moda diventa sempre più sostenibile e i brand da seguire che investono il proprio tempo e denaro per introdurre pratiche eco-friendly nella loro filiera produttiva, si sono moltiplicati. In questo modo, il mondo del fashion abbatte lo stereotipo di essere un qualcosa di futile e inutile, dando il proprio contributo per la salvezza del nostro pianeta Terra.

Cosa significa moda sostenibile?

La definizione di moda sostenibile indica l’insieme di abiti e accessori prodotti nel rispetto delle persone, dell’ambiente e degli animali. In particolare, le grandi aziende del settore si impegnano a tutelare la manodopera a livello contrattuale e di rispettare i limiti di orario, salario e ambiente lavorativo. Inoltre si presta particolare attenzione ad orientare la propria filiera produttiva al fine di ridurre l’impatto ambientale attraverso l’utilizzo di fibre alternative e abolendo l’uso di pesticidi e concimi chimici. Infine, in linea con l’alternativa cruelty free, vengono aboliti lo sfruttamento, il mal trattamento e l’uccisione degli animali per la produzione di lana, pelli e pellicce.

Brand da seguire

Da Stella McCartney, passando per Elisabetta Franchi, Hugo Boss, Michael Kors e Jimmy Choo, fino ai brand low cost di Zara ed H&M. Sono molti i marchi che scelgono di adottare una filosofia rispettosa dell’ambiente e degli animali, creando collezioni molto cool e trendy tra le quali spiccano capi che diventano dei veri e propri must have. Ecco a voi i brand da seguire!


Stella McCartney

Pioniera della moda sostenibile è sicuramente Stella McCartney, che da oltre 20 anni adotta una serie di misure cruelty free, nel pieno rispetto degli animali. Utilizza fibre tessili alternative, diventando un esempio per tutte le maison di moda e facendo del fashion sostenibile un vero e proprio trend in evoluzione. Infatti se fino a qualche tempo fa i modelli di vestiti realizzati con tessuti eco-sostenibili avevano uno stile trasandato e antiquato, oggi riescono a conquistare la propria identità in passerella così come negli store, posizionandosi tra i preferiti del momento.

Elisabetta Franchi

La sua frase è emblematica e d’ispirazione per il mondo del fashion: “Non abbiamo bisogno di indossare una pelliccia per la nostra vanità“. Così, la stilista bolognese Elisabetta Franchi, si schiera in prima persona per la difesa dei diritti degli animali. Infatti attraverso il progetto FONDAZIONE ELISABETTA FRANCHI, la designer ha condotto moltissime campagne di sensibilizzazione contro lo sfruttamento e l’uccisione degli animali. Ha abolito l’utilizzo di pelli, pellicce e piume d’oca per la realizzazione delle sue collezioni. Ciò fa del marchio che porta il suo stesso nome, un brand non solo sostenibile, ma anche in grado di donare stile ed eleganza ai capi che propone.

Timberland

Con la collezione footwear Rebotl, Timberland si posiziona tra i marchi di fascia media più eco-friendly. Il nome della collezione si riferisce alla pratica utilizzata per la produzione di queste scarpe, basata sul riutilizzo delle bottiglie di plastica non biodegradabile, trasformando il materiale in Rebotl. Grazie a questa tecnologia è possibile riutilizzare tra le 6 e 8 bottiglie di plastica per la tomaia delle sneaker.

Ralph Lauren

Ralph Lauren, invece, abbraccia la filosofia della moda sostenibile, lanciando la sua nuova polo “Earth Polo“, creata con tessuti completamente eco-friendly.

Herno

Il brand Herno, da sempre impegnato nella moda etica e sostenibile, lancia la linea di capi green ed ecologici, chiamata First Act. Adatta sia per uomo che per donna, questa collezione è realizzata con tessuti sensitive fabrics, ricevendo molti riconoscimenti per il suo impegno in fatto di sostenibilità.

Oysho e Pull & Bear

Sono entrambi marchi di Inditex, che aderiscono al progetto Join Life e si contraddistinguono per aver adottato una filosofia eco-consapevole. In particolare, il marchio Oysho punta tutto sull’obiettivo di avere zero rifiuti negli store, negli uffici e nei centri logistici mediante la messa in pratica del reimpiego di scatoloni, sacchetti e grucce di plastica. Inoltre le collezioni sono realizzate con materiali a basso impatto ambientale, impiegando soprattutto tessuti ottenuti con cotone organico, prodotto a partire da semi non OGM. Anche il giovane brand Pull & Bear ha deciso di lanciarsi nel mondo della moda sostenibile con due nuove capsule collection realizzate in cotone organico. La collezione donna è caratterizzata dai colori naturali e neutri del kaki, del sabbia e del rosa cipria, in modelli dai volumi comodi e scivolati, ma anche da fantasia a righe. Nella linea uomo predominano le t-shirt oversize dai toni polverosi su sfondi bianchi, neri e grigi.

H&M

Anche il brand H&M è eco-friendly con la sua collezione Conscious che conta più di 400 capi di abbigliamento pensati per tutti gli stili. Da quello comodo e morbido premaman, al denim, alle fantasie floreali, senza dimenticare il richiamo ai colori naturali della terra e i colori nero e sabbia. I tessuti sono per lo più in lyocell Tencel e, per quanto riguarda i piumini, è previsto l’utilizzo di piume riciclate e del nylon.

Chinti & Parker

Ispirato al motto “ buy better ”, questo brand inglese aderisce alla sustainable fashion impegnandosi a compensare le emissioni di carbonio delle sue fabbriche. Tutta la collezione eco-sostenibile di Chinti & Parker è disegnata dalla stilista Anna Singh ed è tra le preferite delle più importanti influencer del mondo come Olivia Palermo. Influencer dallo stile inconfondibile e paragonata alla moderna Audrey Hepburn.

Reformation

Amato dalla modella Gigi Hadid e tra i brand più cool, il marchio americano Reformation celebra ed esalta la figura femminile attraverso la ricerca di fibre e materie prime in grado di donare alle donne una grande dose di sensualità e di eleganza, nel pieno rispetto dell’ambiente. Questi sono alcuni dei brand che vi consigliamo di seguire per iniziare ad intraprendere un percorso di cambiamento che ci renderà più consapevoli dei nostri acquisti nel pieno rispetto del nostro pianeta. Be conscious, be etic, be eco friendly!



Taglie Asos: come vestono i capi d'abbigliamento
Abbigliamento

Taglie Asos: come vestono i capi d’abbigliamento

Taglie Woolrich: come vestono parka, giubbotti e giacche
Abbigliamento

Taglie Woolrich: come vestono parka, giubbotti e giacche

Abbigliamento

I completi in stile maschile tornano alla ribalta

Inverno in tweed, i pezzi must have
Abbigliamento

Inverno in tweed, i pezzi must have

Non avete ancora una gonna in pelle? Prendetela ora!
Abbigliamento

Non avete ancora una gonna in pelle? Prendetela ora!

Second-hand fashion tutti i benefici
Abbigliamento

Second-hand fashion tutti i benefici

Il colore lavanda sarà il colore dell'inverno
Abbigliamento

Il colore lavanda sarà il colore dell’inverno

Abbigliamento

Quali colori indosseremo nell’autunno inverno 2019/2020?

Abbigliamento

Mela, pera o clessidra? Valorizza il tuo corpo in pochi step

Stili, tagli, lunghezze: aggiungi o elimina centimetri, dove serve, con questa mini-guida.

Leggi di più