Come indossare il foulard
Abbigliamento

Come indossare il foulard

Un accessorio di lusso e senza tempo, dalla storia millenaria. Oggi torna ad essere protagonista dei trend della moda. Ma come indossarlo? Ecco a voi alcuni idee di stile!

Da semplice fazzoletto d’uso pratico ad accessorio di moda eclettico ed iconico. Il foulard è definito dai più un “quadrato di seta” . Su di esso vengono raffigurati fiori, frutta, motivi barocchi e geometrici e perfino figure stilizzate, in grado di raccontare una storia come se fosse un dipinto d’arte.

Infatti, il foulard ha dimostrato di avere una doppia anima. Da un lato è un elegante indumento giornaliero, dall’altro è stato oggetto di attenzione di molti artisti come Henri Matisse, Salvador Dalì e Bernard Buffet.

Quest’ultimi hanno deciso di fare di un semplice quadrato di seta un’opera d’arte sul quale realizzare dei veri e propri dipinti che ancora oggi è possibile ammirare nelle collezioni di importanti musei sparsi nel mondo. Il termine “foulard” deriva dal francese “ foulat”, che significa “ follare”, riferendosi ad un termine tecnico utilizzato per indicare un particolare processo di lavorazione grazie al quale il tessuto risulta essere più compatto e resistente.

Una storia lunga millenni

La storia del foulard ha attraversato diversi millenni. I primi ritrovamenti risalgono al 1000 a.C. , espoca in cui il foulard si trova rappresentato in diverse sculture delle civiltà orientali. In Occidente, invece, fece la sua comparsa soltanto nel II secolo d.C. In particolare, veniva utilizzato dai soldati per proteggere la propria gola durante i conflitti bellici o per segnalare il grado e l’appartenenza ad un gruppo. Successivamente il foulard si trasformò in un “ fazzolletto di campagna” . Infatti, veniva impiegato dalle contadine per riparasi dal sole nelle ore più calde della giornata trascorsa nei campi.

Col passare del tempo, il famoso quadrato di seta divenne un simbolo in grado di definire lo status sociale di coloro che lo indossavano; fino ad arrivare nell’Ottocento quando diventò un fazzoletto da collo. Dopo un periodo di crisi in cui cadde in disuso, il foulard tornò a cavalcare le scene dell’alta moda negli anni Trenta del Novecento. Anni in cui i francesi Emile Maurice Hermès e il genero Robert Dumas decisero di riportarlo in auge.In seguito, infatti, diedero vita al più famoso carrè di Hermès 90×90 cm che diventò presto un accessorio di lusso del guardaroba femminile.

Tra il 1950 e il 1960 il foulard conobbe il suo più grande successo grazie anche alle dive del passato come Grace Kelly, Audrey Hepburn e Sofia Loren. Le star di un tempo amavano indossarlo come copricapo o come ornamento al collo, in qualsiasi occasione.

Nonostante sia presente nel mondo della moda da molti secoli, il foulard non perde il suo allure di capo iconico e senza tempo, affermandosi ancora oggi come accessorio di tendenza della stagione estiva 2020. La sua particolarità è quella di essere versatile, adattandosi ad ogni tipologia di outfit al quale è in grado di donare uno stile sofisticato e ricco di charm. Inoltre, risulta essere l’accessorio perfetto per completare qualsiasi look grazie anche ai suoi colori vivaci in grado di rinvigorire anche gli abbinamenti più spenti. Le geometrie e le fantasie che lo caratterizzano vi conquisteranno lanciandovi la sfida di giocare con un’infinità di abbinamenti e di usi quotidiani, spesso anche impensabili.

Il foulard alla caviglia e al polso

Sulle passerelle della moda e nello street style il foulard viene indossato al polso come se fosse un bracciale oppure legato alla caviglia, ricoprendo il ruolo di un vero e proprio gioiello di seta. Se decidete di indossare il foulard come cavigliera, optate per gonne midi e pantaloni o jeans cropped abbinati ad una scarpa rigorosamente flat. Abolendo del tutto i tacchi in modo tale da dare risalto ai colori vivaci di questo prezioso quadrato di seta.

Sul manico della borsa

Le nostre nonne erano solite annodare il foulard al manico della borsa, in modo tale da tenerlo pronto per l’uso sui capelli o al collo. Nel 2020 questo utilizzo diventa un trend super famoso al punto tale da spingere molti brand di moda a realizzare borse il cui manico risulta già essere accessoriato del carrè, diventando un accessorio stesso della borsa. In questo modo il vostro outfit assumerà uno stile chiaramente bon ton!

Il foulard come top

Se nel vostro guardaroba avete ritrovato un foulard di almeno 120×120 cm, il suggerimento è quello di sovrapporlo per creare una sorta di triangolo. Il passo successivo consiste nell’effettuare un nodo al collo e uno alla schiena, lasciando la parte a forma di punta che scivola sul davanti verso il busto. In questo modo avrete ottenuto un top di seta, colorato, leggero ed estivo da abbinare a gonne e pantaloni.

Come accessorio per capelli

Il foulard risulta essere anche un ottimo alleato per le acconciature. Infatti può essere legato per fermare una coda di cavallo o uno chignon. All’occorrenza può trasformarsi in una fascia per capelli se infilato in una treccia, in puro stile Frida Khalo, oppure arrotolato come una bandana e legato intorno alla testa. Per le più abili è possibile trasformarlo in un turbante, creando uno stile hippie!

Il foulard come cintura

Munitevi di un carrè che misuri almeno 120×120 cm. Vi basterà piegare su se stesso e in diagonale il vostro foulard per trasformarlo in una comoda cintura colorata da infilare nei passanti di un jeans o da legare in vita per segnare la figura su un abito a tinta unita. In questo caso potrete anchecreare un bellissimo fiocco sulla cintura, facendovi sentire molto vintage style!

Il foulard come scialle

Se il foulard è di grandi dimensioni può essere indossato anche come scialle. Vi basterà appoggiarlo alle spalle e annodarlo davanti all’altezza del petto. Questo vi proteggerà se mai ci dovesse essere un improvviso calo delle temperature in una di quelle serate di inizio estate, quando la brina del mare vi farà sentire quella leggera frescura sulla pelle.

View this post on Instagram

Let’s run, buddy! ❤️🐶

A post shared by Olivia Palermo (@oliviapalermo) on

Foulard sul capo e al collo

Uno dei modi più classici di indossare un foulard è sul capo, al fine di completare un look sofisticato e self-confidence. Una delle madrine dello stile bon ton e ricco di eleganza è sicuramente Audrey Hepburn, che era solita indossare il foulard legato sotto il mento o dietro la nuca, abbinato a maxi occhiali da sole. In questo modo è possibile tenere i capelli in ordine ed evitare che si spettinino in caso di vento e permette anche di mettere in risalto il viso.

Un altro modo altrettanto classico di indossare il carrè di seta è quello di legarlo al collo. Poco importa se verrà abbinato ad una camicia bianca, una t-shirt o un abito scollato, il risultato sarà sempre quello di creare un effetto cool and chic.



Wrap dress perchè non deve mancare nel tuo armadio l'abito a portafoglio
Abbigliamento

Wrap dress: perchè non deve mancare nel tuo armadio l’abito a portafoglio

Shorts estate 2020, per look casual e sbarazzino
Abbigliamento

Shorts estate 2020, per look casual e sbarazzino

Come indossare la gonna a ruota
Abbigliamento

Come indossare la gonna a ruota

Minigonna di jeans, come indossarla
Abbigliamento

Minigonna di jeans, come indossarla

Come abbinare la muscle tee, la t-shirt del momento
Abbigliamento

Come abbinare le muscle tee, le t-shirt del momento

Taglie reggiseno nei vari paesi come districarsi
Abbigliamento

Taglie reggiseno nei vari paesi: come districarsi

Come indossare la bandana
Abbigliamento

Come indossare la bandana

Costumi da bagno interi i modelli più belli
Abbigliamento

Costumi da bagno interi: i modelli più belli

Come indossare la bandana
Abbigliamento

Come indossare la bandana

Annodata al collo, come un cerchietto o come un bracciale con charm. La bandana ha mille usi e tutti conferiscono charm e stile ai vostri outfit

Leggi di più