Abiti da sposa: sì al corto per le curvy

È arrivato il momento di scegliere il vostro meraviglioso abito da sposa ma non sapete quale modello è più indicato? Ecco alcuni consigli per sentirsi belle con le forme giuste!

Abito da sposa curvy corto, quale scegliere
Abito da sposa curvy corto, quale scegliere.

Sono ormai diversi anni che la moda si è staccata dallo stereotipo della taglia 38 come modello di perfezione. Ci sono diverse case di moda che si dedicano soprattutto alle donne curvy e qui in Italia, sicuramente la prima e più famosa è il marchio Marina Rinaldi.

Il passo verso la realizzazione di abiti da sposa dedicato alle donne con forme più abbandonanti è stato breve: avere un bell’abito che esalti le forme e non le nasconda è diventato ormai un must e non più un’eccezione.

L’Abito corto: come scegliere quello giusto

Questo tipo d’abito può essere il protagonista del vostro matrimonio oppure essere scelto nel caso abbiate deciso per il cambio d’abito. Ci sono ovviamente delle regole da rispettare per fare in modo che il vostro vestito da sposa sia perfetto e svolga la sua funzione di rendervi splendide ed esaltare la vostra bellezza!

colore: meglio non scegliere il bianco forte e lucido, ma optare per un elegantissimo avorio, per uno champagne o un romantico rosa cipria. Molto chic il grigio perla.

La scelta dipenderà dalla vostra carnagione e dalla stagione delle nozze.

Tessuti: I tessuti possono essere semplici con dettagli in pizzo, non esagerate con il tulle, ma optate per qualcosa di più scivolato.

Lunghezza dell’abito: sopra il ginocchio è l’ideale; verrà così valorizzata la gamba nella sua parte più snella e si avrà un effetto che slancia la figura.

Il Modello migliore

Abito da sposa curvy corto - Asos bridal
Abito da sposa curvy corto - Asos bridal.
Questo dettaglio è molto legato alla vostra forma del corpo… siete donne a pera o a mela? A clessidra o a rettangolo?

Il Modello a trapezio e a vita alta valorizzano il punto vita, così come l’abito stile impero è una certezza… sta bene quasi a tutte poiché slancia la figura, alza il punto vita e valorizza il décolleté.

È da evitare invece, l’abito stile principessa, troppo vaporoso, rischiereste di esaltare troppo le curve, esagerando!

Il Décolleté

Un “SI” alle scollature che mettono in risalto il seno. Una bella scollatura a V è senz’altro da consigliare senza cadere nella tentazione di sceglierne una eccessivamente profonda.

Occorre sempre prestare attenzione a non cadere nella volgarità: quindi tendete sempre al giusto equilibrio. Tra le scollature anche quella a cuore sta particolarmente bene alle belle donne formose.

Se non vi sentite a vostro agio con le braccia scoperte, potreste scegliere un abito con le maniche a tre quarti, magari in pizzo.

Il velo non deve essere eccessivamente lungo: meglio una lunghezza media ed una bella acconciatura raccolta che tenga libero il viso, affinandolo.

Un abito stile anni ’50 è indicatissimo per le donne curvy (anche perché negli anni ’50 la taglia standard era la 46 e la moda rispondeva alle esigenze di quei morbidissimi corpi femminili).

Molto sexy ed elegante, esalta le curve e la femminilità.

L’ideale sarebbe avere anche un intimo che ricordi gli anni ’50. Un bel corpetto ed una culotte.

Vi sentirete una diva burlesque!


Vedi altri articoli su: Abiti da sposa |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *