Banchetto di nozze all’aperto: cosa bisogna sapere

Hai sempre immaginato di organizzare il tuo matrimonio all'aperto ma non sai da che parte incominciare? Ecco alcune dritte per far si che tutto sia perfetto.

Banchetto all'aperto
Banchetto all'aperto..

Se si decide di organizzare il proprio matrimonio all’aperto è perché si vorrebbe sfruttare la possibilità di organizzare le nozze all’aria aperta, in una bella giornata di sole, magari in un bellissimo giardino con tanto di uccellini e farfalle colorate.

Non sempre però è facile prevedere tutte le possibilità e tutti i dettagli, è bene infatti, osservare con cura e attenzione le location selezionate per comprendere meglio tutte le dinamiche all’interno dell’evento.

La prima cosa da fare è valutare bene gli spazi disponibili sia in base al numero di invitati, sia in base ai “momenti” che prevedete si svolgeranno all’aperto.

Ovviamente le dimensioni dello spazio saranno proporzionali al numero degli invitati… non accontentatevi di un piccolo giardino se avete più di 100 invitati, così come non scegliete una grande villa con un parco immenso se la lista degli ospiti non supera le 30 persone… si potrebbero sentire fuori luogo e un po’ spaesati.

Il segreto è immaginarsi quel giorno ovvero: come si svolgerà il giorno più bello della vostra vita? Ci saranno dei deliziosi angoli a tema come il carretto dello zucchero filato o l’open bar? Dovrà esserci lo spazio per ballare e quello per l’animazione bambini?

Fondamentale è sapere i movimenti del sole nell’orario del ricevimento, chiedete alla proprietà di darvi le informazioni corrette e prevedete ombrelloni, gazebo e salottini per rendere il tutto non solo più accogliente ma anche pratico e funzionale.

Se scegliete di organizzare anche il banchetto all’aperto, quindi non solo l’aperitivo e il taglio della torta, e magari anche la cerimonia, valutate l’idea di creare un’area fumatori un po’ distante dai tavoli, realizzando un vero e proprio cartello con scritto “Smoking area” per evitare che i commensali si accendano una sigaretta mentre il proprio vicino sta ancora assaporando la carne!

Ultimo ma fondamentale consiglio è considerare sempre il piano B per tutte le aree che si decidono di ospitare. Se scegliete l’angolo del fritto o lo sweet table cercate di capire soprattutto con il banqueting quale dovrebbero essere i movimenti da fare, se è fattibile spostare tutto all’interno o se ci sono zone coperte, magari con chiostri o porticati.

Valutate bene tutte le possibilità e cercate di capire gli spazi, da dove passeranno i camerieri sia in caso di bel tempo che di tempo incerto.


Vedi altri articoli su: Ricevimento matrimonio |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *