Velo da sposa: a ognuna il suo

Guida alla scelta ottimale dell'accessorio da sposa per antonomasia: il velo!

Un lungo velo a cattedrale o una frizzante veletta che ricopra il viso? Ecco alcune idee per il velo da sposa. Nella foto Nicole Spose
Un lungo velo a cattedrale o una frizzante veletta che ricopra il viso? Ecco alcune idee per il velo da sposa. Nella foto Nicole Spose
  • Un lungo velo a cattedrale o una frizzante veletta che ricopra il viso? Ecco alcune idee per il velo da sposa. Nella foto Nicole Spose
  • Velo corto: proposta di Atelier Aimeè
  • Proposta di Rosa Clarà per un velo inusuale
  • Proposta dalla collezione di Jesus Peiro
  • Nicole spose: velo ricamato
  • Fashinator di Max mara bridal
  • Rosa Clarà e la proposta di un velo lungo
  • Velo con pizzo colorato per Aimeè
  • Velo Mousse-dalla-collezione Jesus Peiro
  • Velo da sposa a bandana
  • Velo San Patrick cno piccoli decori
  • Proposta di Rosa Clarà
  • Aimèe: velo ricamato
  • Proposta davvero originale quella del velo nero firmato Aimèe
  • Pronovias: un anteprima delle proposte 2015.
  • Pronovias: proposta di velo ricamato
  • Un altro velo di Pronovias
  • Velo Pronovias
  • Una proposta di Atelier Aimeè per il velo lungo
  • Velo di Le spose di Giò

Il velo è un accessorio da sposa non imprescindibile, ma indossarlo fa senz’altro la differenza e conferisce quel tocco in più di magia e romanticismo. Corto o lungo, con strascico o con calata, impreziosito da orlo di pizzo o con bordo di raso: la gamma è infinita. Per chi non lo sapesse, esistono più o meno tante tipologie di velo quanti sono i modelli di abito. Sì, perché a seconda del tipo di cerimonia, che sia un matrimonio in primavera o un matrimonio shabby chic, di abito nuziale e di acconciatura, occorrerà scegliere il velo più appropriato. A ciascuna sposa il suo velo dunque!

Velo lungo

Questa tipologia è ideale per le nozze più formali, scenografiche o fiabesche. Quello a cappella può scendere fino alla base della gonna, in ogni caso non oltre il metro, mentre quello a cattedrale supera addirittura la lunghezza del vestito, per un effetto spettacolare, ma attenzione a non superare i tre metri o rischiate di risultare troppo appariscenti! Bisogna essere molto disinvolte e caute se si decide di portare quest’ultimo tipo, e naturalmente disporre di paggetti e damigelle che possano sorreggerlo nel percorso lungo la navata.

Velo corto o di media lunghezza

Solitamente la sua lunghezza varia dalla base del mento fino all’altezza delle spalle, nel caso del velo corto, oppure non oltre i fianchi nel caso del velo medio. È più comodo e meno impegnativo rispetto alla versione lunga, ma non per questo meno raffinato. Inoltre, è adatto anche con abiti corti ed è più indicato nei matrimoni con rito civile e per le spose di statura non alta.

Velo a voliera o all’americana

Trattasi del velo che cela il volto, il quale viene svelato dallo sposo una volta giunta all’altare. Dona una nota magica e misteriosa ed è perfetto per le spose più giovani.

Velo a mantiglia, a cascata o a nuvola

Nel primo caso, è semplicemente appoggiato sul capo, fermato da un piccolo fermaglio o una tiara, di solito con bordatura di pizzo come da tradizione spagnola. Il velo a cascata, invece, è fermato sulla nuca da forcine invisibili o fermagli-gioiello, aprendosi sulle spalle, mentre quello a nuvola è posizionato leggermente più in basso, generalmente alla base dello chignon, coprendo solo la schiena. Ideale con abiti scollati e per spose che vogliono sottolineare i tratti del viso.

Fashinator o veletta

Più che un velo, è un accessorio, facile da portare, sobrio ma al contempo molto raffinato. È ideale sia nel caso di un matrimonio in stile vintage e rètro, sia per le spose moderne e anticonvenzionali. Solitamente si indossa come un cerchietto o lateralmente, con un fermacapelli.


Vedi altri articoli su: Acconciature sposa |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *