Abiti da sposa corti: le proposte 2014

Tra le collezioni sposa 2014, ecco alcuni degli abiti corti più belle, per dare un tocco di freschezza e originalità al vostro matrimonio

In pizzo, in puro stile anni Cinquanta, dai colori brillanti e dai dettagli eccentrici: scegli l'abito corto per il tuo matrimonio, tra le tante proposte delle collezioni 2014
In pizzo, in puro stile anni Cinquanta, dai colori brillanti e dai dettagli eccentrici: scegli l'abito corto per il tuo matrimonio, tra le tante proposte delle collezioni 2014
  • In pizzo, in puro stile anni Cinquanta, dai colori brillanti e dai dettagli eccentrici: scegli l'abito corto per il tuo matrimonio, tra le tante proposte delle collezioni 2014
  • Nicole Miller presenta per la primavera 2014 il modello Jessica Cut The Cake dress, con pizzo smerlato su tutta la lunghezza del tubino e le spalle.
  • Il modello Harlow Cut the Cake dress di Nicole Miller presenta un vestito aderente in pizzo smerlato senza maniche e con pannello in rete trasparente sul collo
  • L'abito modello Ales di Ines di Santa presenta un bodycon dress con lunghezza al ginocchio e colletto alla coreana, avvolto in un prezioso pizzo guipure
  • Marchesa propone questo delicato abito con gonna a ruota e lunghezza sopra il ginocchio, monospalla rifinito con pizzo smerlato bianco candido
  • Tubino di Marchesa, con pizzo su corpetto a cuore e lunghezza appena sotto la caviglia, drappeggi di pizzo in vita
  • Il modello Anfissa di Max Mara è un tubino senza maniche con gonna appena sotto il ginocchio, avvolto da un elaborato pizzo macramè e come dettaglio un bel fiocco strizzato in cintura
  • Il modello Peonia della collezione Bridal di Max Mara è un tubino semplice, senza spalline ma con silhouette a clessidra, il tessuto è avvolto da ricco pizzo adornato
  • Il vestito
  • La stilista Carolina Herrera propone un vestito con gonna a ruota in tessuto mikado e in pizzo nella parte superiore, con velo corto di tulle e bordo in pizzo. Un abito che ci porta ad assaporare un'atmosfera d'altri tempi
  • Vestito Ellie di Monique Lhuillier, a tubino in pizzo riccamente lavorato color avorio e senza maniche, con la particolarità di poter essere indossato con un cappottino in pizzo chiuso da un bottoncino nella parte alta.
  • Il modello Vignette di Monique Lhuillier presenta un corpetto a cuore con gonna svasata si seta avvolta da prezioso pizzo chantilly che raggiunge le maniche. Lo scollo a barchetta e le maniche a tre quarti donano un tocco retrò all'abito.
  • Il modello Jolie di Monique Lhuillier presenta un corpetto in pizzo guipure color avorio, con spalla scesa e manica lunga. Il particolare è nel sopraggonna: in tulle e voluminosa, è completamente staccabile.
  • Il modello Julia di Rafael Cennamo presenta un tubino senza spalline con decollete a cuore sagomato, e finitura in pizzo smerlato in fondo
  • Il modello Julianna di Rafael Cennamo è un abito di tulle con ricami a merletti e un sopraggonna rigido che crea l'illusione di una figura a clessidra o a tulipano
  • Il modello Ingrid di Elizabeth Fillmore presenta un abito in macramé lavorato con particolare scollo appuntito a goccia davanti a dietro, spalline a spaghetto e ampia gonna a ruota smerlata.
  • Particolare posteriore dell'abito Ingrid di Elizabeth Fillmore: la scollatura è ampia e lascia nuda la schiena
  • Abito da sposa corto di Peter Langner con gonna a ruota sopra il ginocchio e corpino aderente avvolto da un delizioso pizzo floreale ricamato
  • Abito modello Antonella di Peter Langner con ricami a cerchi e sfiziose ruche
  • Abito a trapezio di pizzo di Peter Langner, con rouche sullo scollo e dietro la gonna
  • L'abito corto della collezione Vision di Elisabetta Polignano presenta un tubino leggermente svasato con pizzo ricamato e particolare colletto alla coreana su pannello in retina trasparente
  • Il modello Lagatte di Pronovias presenta un corpino con scollo a cuore avvolto da un delicato pizzo chantilly che finisce con collo a barchetta e una gonna con applicazione di fiorellini in organza bianca
  • Il modello Yecelis di Pronovias presenta una forma a tubino con sovragonna evasé nella parte posteriore. Il pizzo rebrodé copre un corpetto di tulle con pailette e un sovrastrato di tulle petit pois. La cintura è in grosgain e la zip in strass y perle.
  • Abito corto con gonna ampia in raso, leggera e pizzo su maniche a tre quarti
  • Abito corto di David Fielden, con petali di tulle e delicata filigrana di ricami di pizzo su tutta la lunghezza. La sottoveste è trasparente e a vista, essendo più lunga della gonna
  • Tubino classico senza maniche di Munique Llhuillier, di color avorio  con giacchino sopra in tessuto jacquard da abbinare
  • Vestito a più strati di organza uno sopra l'altro, che gioca sapientemente con le trasparenze ma dalla forma semplice con gonna leggermente svasata
  • Il tubino corto proposto da Simone Marulli ha la tipica forma a tulipano, con fascia a strati e un unico vezzo: un fiore laterale in cintura
  • Abito di Simone Marulli, semplice in stile impero con fascia e gonna svasata.
  • Abito di Max Mara con taglio lineare e gonna leggermente svasata, collo a barchetta
  • Abito di Peter Langner, corto con gonna ampia, semplice, e spalline asimmetriche
  • Vestito di Peter Langner, corto con gonna ampia sopra il ginocchio e tulle drappeggiato sull'orlo
  • Modello Ally di Carolina Herrera, con collo quadrato, color avorio, in tessuto mikado di seta e fiocco al lato
  • Abito di Yumi Katsura, monospalla, tempestato di volant
  • Abito con volant e drappeggi di Net a Porter
  • Vestito di Ivy & Aster con ampio scollo a V e gonna riccamente drappeggiata
  • Vestito di Ines di Santo, corpetto a cuore, con gonna in tulle e volant
  • Retro dell'abito di Giovanna Sbiroli, con gonna a petali e drappeggi
  • Tubino di Giovanna Sbiroli, con gonna a petali e drappeggi
  • Vestito di Peter Langner con corpetto riccamente ornato e gonna tutù in tulle rosa
  • Abito di Rafael Cennamo, a ruota stile impero, con gonna asimmetrica più corta sul davanti e impreziosita da petali in tulle
  • Abito di Reem Acra con bustino in pizzo e trasparenze, gonna cortissima con gioco di tulle
  • Tubino in pizzo con ampio scollo sul davanti e ombrellino blu con cascata di fiorellini
  • Tubino di Giovanna Sbiroli con spalline in retina trasparente e strascico
  • Retro tubino di Giovanna Sbiroli con fiocco e strascico drappeggiato sul davanti
  • Retro dell'abito di Giovanna Sbiroli con strascico e retina trasparente sulla schiena
  • Tubino in pizzo di Giovanna Sbiroli con strascico sul retro
  • Tubino di Giovanna Sbiroli senza spalline con fiocco e strascico drappeggiato sul davanti
  • Retro dell'abito di Giovanna Sbiroli con strascico lungo
  • Tubino a tulipano di Sarli Couture con intreccio di tessuto sul davanti e sul collo, strascico nella zona posteriore
  • Vestito di Sarli Couture con pizzo macramè e doppio sovragonna a petalo nella parte posteriore
  • Vestito di Sarli Couture con ampio drappeggio sul davanti e coda dietro
  • Abito in pizzo di Marchesa con strascico sul retro
  • Marilyn Monroe nel film Quando la moglie è in vacanza con abito bianco realizzato dal costumista William Travilla
  • Abito di Nicole Miller Piper Cut The Cake, con gonna svasata plissettata di seta e profondo scollo sul davanti.
  • Retro dell'abito di Nicole Miller con giochi di intreccio, un tocco di modernità rispetto alla versione di Marilyn negli anni Cinquanta
  • Audrey Hepburn sorride assieme al co-protagonista Fred Astaire nel 1957 sul set cinematografico del film Funny Face. Indossa un abito di Givenchy con raffinata gonna ampia in tulle da ballerina e corpetto con scollo a barchetta, un abito che rispecchia appieno lo stile del tempo.
  • Audrey Hepburn sorride assieme al neo sposo Mel Ferrer in occasione del suo primo matrimonio, nel 1954. Indossa un abito di Givenchy con vita strettissima e gonna ampia a ruota sotto il ginocchio
  • L'abito da sposa di Marchesa, con gonna a ruota alla caviglia, pizzo e bolerino in pizzo sopra.
  • Vestito di Blumarine con scollatura a cuore e ampia gonna in tulle sotto il ginocchio
  • Vestito corto di Rafael Cennamo con corpetto a cuore sagomato e ampia gonna a più strati con parte inferiore in tulle.
  • Vestito di Ivy & Aster, modello Helena. La gonna è in perfetto stile anni Venti, con più strati e ruche in un alternarsi di pizzo e tulle.
  • Vestito di Yumi Katsura color rosa cipria, con gonna a ruota appena sopra il ginocchio e applicazioni di petali e pizzo su tutta la lunghezza
  • Particolare vestito di Yumi Katsura color rosa cipria con gonna a ruota appena sopra il ginocchio
  • Abito corto fucsia di Elisabetta Polignano
  • Vestito corto rosso con pizzo e gonna corta a ruota, di Emé
  • Vestito di Emé, con fantasia floreale su gonna a strati più corta davanti e con strascico dietro
  • Vestito di Emé, con corpetto a fantasia sul blu e gonna in tulle a più strati asimmetrica
  • Vestito giallo di Sophia Kokosalaki in jersey con gonna plissettata
Per le collezioni sposa primavera/estate 2014 una tendenza degli stilisti è anche quella di prediligere tagli corti, tra scelte bon ton, con gonna appena sotto il ginocchio, in perfetto stile anni Cinquanta, e lunghezze decisamente più audaci, con mini e trasparenze sensuali. Indossare un vestito corto per il proprio matrimonio è un’ottima idea per dare un tocco sbarazzino e moderno alla mise da cerimonia, ma occorre ricordare che esistono pro e contro a cui prestare particolare attenzione. Ovviamente se il rito è religioso e celebrato in chiesa, un taglio con gonna “mini” o comunque che lasci le gambe completamente nude potrebbe risultare inadatto, meglio scegliere un taglio che arrivi almeno al ginocchio. In caso di matrimonio civile, per chi desidera una soluzione non informale l’abito corto può essere la carta vincente, meno ingombrante rispetto alle voluttuose gonne lunghe e può trasformarsi all’occorrenza in un cocktail dress o abito da sera da poter sfruttare durante il corso di tutta la giornata. D’estate soprattutto, l’abito corto è l’ideale per contrastare l’alta temperatura e ancora meglio se la location dei festeggiamenti è una spiaggia, un luogo esotico o comunque un luogo all’aperto dove non sia indispensabile avere un abbigliamento formale. E’ molto importante tenere conto della conformazione fisica nella scelta di un abito corto: via libera a mini o tubini per le fortunate che possono permettersi di sfoggiare gambe toniche e affusolate, meglio invece una gonna a ruota in perfetto stile retrò con lunghezza alla caviglia per chi ha una silhouette più morbida. I collant sono un altro accessorio importantissimo: devono abbinarsi perfettamente al colore della pelle, in modo da evitere l’effetto “calze della nonna”! Buona visione della nostra gallery, senza dimenticare che l’abito da sposa perfetto è quello che si adatta al vostro stile personale.

In pizzo per la sposa romantica

Il protagonista indiscusso delle collezioni bridal primavera/estate 2014 è il pizzo: declinato nelle sue tante versioni di pizzo chantilly, pizzo macramè o guipure, alternato sapientemente con drappeggi di organza e tulle, è l’ideale per un look romantico e senza tempo. Il Cut The Cake dress di Nicole Miller è perfetto per un taglio corto e moderno, con tubino appena sopra il ginocchio, ma senza rinunciare alla raffinatezza di una strato di pizzo avvolgente con bordo smerlato a vista. E che dire del modello Ales proposto dall’eclettica stilista Ines di Santo, con corpetto a cuore appena accennato sotto uno strato di pizzo guipure e un delicato colletto alla coreana. Raffinatissimo il modello Anfissa di Max Mara, con tubino in prezioso pizzo macramè strizzato in vita da un vistoso fiocco tono su tono. Per aggiungere all’ abito romantico un tocco di originalità in più, non sono da perdere gli spettacolari modelli “a classidra” di Rafael Cennamo, oppure un pizzo all over con giochi di trasparenze in tulle petit pois come il modello Yecelis di Pronovias.

Minimal e bon ton per la sposa classica

Per chi sceglie un abito corto ma di fattura semplice e sobria, senza pizzi e merletti e dalle linee regolari, l’ideale è il tubino senza maniche come quello proposto da Monique Llhuillier, con giacchino semplice da abbinare. Oppure il vestito di Lanvin con gonna leggermente svasata ma dal taglio tradizionale, con giochi di seta e organza. Per un abito corto stile impero ma non troppo ricercato, il modello perfetto è dello stilista Simone Marulli, con fascia e semplice gonna ampia. Per chi cerca un abito con gonna a ruota appena sopra il ginocchio e bustino semplice, ci sono le proposte di Max Mara Bridal, Peter Langner e Carolina Herrera.

Dettagli originali per la sposa sofisticata

L’abito corto in sé è una scelta particolare, quindi perché non stupire gli invitati con un abito veramente degno di nota? Per chi ama i vestiti drappeggiati, con mille e più balze e ruche,c’è l’imbarazzo della scelta: la stilista Yumi Katsura propone un abito a tutto volant, e non sono da meno le gonne voluminose degli abiti di Ivy & Aster, Ines di Santo, Peter Langner e Giovanna Sbiroli. Originalissimo anche il vestito con taglio asimmetrico di Rafael Cennamo. Se volete lasciare tutti a bocca aperta, ci sono le trasparenze e la lunghezza mozzafiato dell’abito di Reem Acra.

Gonna asimmetrica per la sposa indecisa

Vi piace l’idea dell’abito corto ma non siete sicure al 100% che sia la scelta giusta per il grande giorno? Niente paura, c’è l’abito perfetto anche per le spose indecise! Giovanna Sbiroli per la collezione primavera/estate 2014 propone un abito con gonna a tubino corta, ma avvolta da un sovragonna più lunga sul retro, che va a confluire in strascichi fluidi e leggeri. Il tubino di Marchesa invece è avvolto da pizzo sulla parte alta del bustino per poi allungarsi con strascico sul retro. Sarli couture invece gioca con sovragonne e sovrastrati, accostando tessuti e consistenze e creando un effetto sofisticato ed elegantissimo.

Ispirazioni retro per la sposa vintage

Le nuove proposte primavera/estate 2014 strizzano l’occhio allo stile retrò traendo ispirazione dalle dive del passato. Nicole Miller ad esempio, con l’abito Piper Cut the Cake, ha voluto riportare in auge il vestito indossato da Marilyn Monroe in occasione del film Quando la moglie è in vacanza. L’abito da cocktail color avorio con profonda scollatura e gonna leggera plissettata sembra proprio ricordare da vicino l’abito indossato da Marilyn nella famosa scena del film: la stilista lo ha semplicemente reso più “moderno” con un gioco di incroci sulla schiena. Se avete amato il vestito con ampia gonna sotto il ginocchio che Audrey Hepburn indossava nel 1954 in occasione del suo primo matrimonio con l’affascinante attore e produttore Mel Ferrer, o il famoso vestito di Givenchy con gonna in tulle da ballerina che l’attrice portava nel film Funny Face con Fred Astaire, non vi resta che optare  per un abito d’ispirazione anni Cinquanta come quello elegantissimo proposto da Marchesa, oppure con gonna voluminosa come l’abito di Blumarine e Rafael Cennamo. Con Ivy & Aster infine la sposa 2014 potrà rivivere le atmosfere dell’America proibizionista degli anni Venti grazie al vestito con balze e frange che ricorda da vicino lo stile delle flapper di quegli anni, un look ultimamente riportato in auge grazie ai due film di recente successo quali The Artist e The Great Gatsby.

Abiti colorati per una sposa variopinta

Il matrimonio è anche un giorno di festa e allegria, quindi perché non dare colore alla giornata con un outfit dalle tonalità vivaci e brillanti? Lasciate da parte il colore bianco e tutte le sue sfumature, per indossare un rosa cipria romantico e bon ton, come quello proposto dalla stilista Yumi Katsura. Se preferite una tinta più accesa, Elisabetta Polignano propone un abito corto color fucsia. Lo stilista libanese Rami Kadi propone un abito in lurex dorato e ricami di pizzo mentre Sophia Komosalaki per Net-a-Porter suggerisce un abito in jersey di cotone stretch color giallo limone, per brillare di luce propria durante il giorno più importante della vita.

Foto di: Lea Ann Belter, Ludie Cochrane, Ana Jenny


Vedi altri articoli su: Abiti da sposa |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *