Perché è importante che i bambini vadano a letto presto
Consigli per mamme

Perché è importante che i bambini vadano a letto presto

Non sottovalutate il riposo dei vostri piccoli! Lo sviluppo cognitivo dei bambini e la loro capacità di affrontare la giornata dipendono anche dal sonno.

Non sono pochi i racconti di genitori stremati dalle lotte serali. Quelle che precedono la nanna e che i bambini combattono con ogni ragione e arma (soprattutto il pianto!). È piuttosto raro che i pargoli siano disponibili ad accogliere l’invito di mamma e papà ad andare a letto e interrompere le attività di gioco.
Eppure quella di andare a letto presto è una sana, buona e preziosa abitudine. Ma come si fa? Quali segreti vanno sussurrati ai nostri figli perché il guanciale non venga visto come il più accerrimo dei nemici?

Darsi delle regole

Sembra assurdo e difficile ma le regole sono alquanto necessarie in una famiglia per regolare il bioritmo dei suoi componenti. Per avere le energie sufficienti ad affrontare la giornata con la grinta di leoni e leonesse. I risvolti positivi di un buon riposo si vedranno e saranno visibili per i più piccoli ma anche per i grandi.
I bambini che non riposano in misura sufficiente riportano una serie di problemi di attenzione e irritabilità. L’indomani affrontare la giornata può sembrare un’impresa impossibile quanto scalare l’Everest, per questo è importante riposare.

Quanto dovrebbero dormire i bambini perché siano riposati?

Almeno otto ore per notte. Eppure, secondo una recente ricerca, sono moltissimi i bambini “delle ore piccole” che tirano a far tardi sulla scia delle abitudini dei loro genitori. I pediatri, infatti, hanno posto una certa attenzione sull’argomento. Hanno manifestato un certo disappunto nei riguardi delle famiglie italiane che non dimostrano la giusta attenzione per il sonno. E per il potere regolatore che questo ha sulla vita dei bimbi.
Oltre alla capacità d’attenzione, anche lo sviluppo cognitivo dei bambini può essere compromesso o danneggiato dallo scarso riposo. Maggiormente quando il bambino comincia a frequentare la scuola
A confermare che il sonno è molto importante sullo sviluppo cognitivo del bambino è uno studio condotto dall’istituto statunitense Sri International su un campione di 8000 bambini dai nove mesi ai quattro anni. E proprio tramite questo studio è stato verificato che i bambini che vanno a letto presto hanno migliore prestazioni nell’apprendimento. Migliori capacità di linguaggio e abilità matematiche. 


Cosa succede se dormono troppo poco

Tra i fattori che rallentano il sonno e che impediscono ai bambini di approcciarsi presto e piacevolmente all’appuntamento nanna, ci sono l’ipereccitabilità e l’eccessivo lavoro mentale. Innescati dalle troppe ore passate davanti alla tv o davanti al tablet o allo smartphone. Anche questo è un problema evidenziato da i pediatri e denunciato come cattiva abitudine.
L’insonnia è un problema che riguarda almeno il 20-30% dei bambini, mentre una percentuale compresa tra il 3 e il 27% soffre di apnee notturne o russa. Tutti problemi ricollegabili all’eccitabilità dei neuroni o da disturbi respiratori che, se tralasciati, possono comportare irritabilità e difficoltà  di attenzione. Ma anche problemi cardiovascolari e neurologici in età adulta.
Un altro problema legato al rifiuto di andare a letto è l’eccessiva stanchezza che i bambini accumulano durante il giorno. E che li rende irritabili e nervosi. Una soluzione a questo intoppo è il riposino pomeridiano spesso utile a limitare la stanchezza e l’irritabilità serale.
Il riposino pomeridiano è consigliato dai pediatri ma fino a una certa età: i tre anni al massimo.

Come dare una regola al sonno dei nostri piccoli?

Certamente stabilendo una routine sana e condivisa anche dai più piccoli che sia scandita da una serie di riti preparatori alla nanna:
cenare sempre allo stesso orario, evitando cibi pesanti e bevande eccitanti che possono inficiare il buon sonno;
fare un bel bagnetto caldo, prima della nanna può essere un altro rito che prepara al sonno. Questa è un’attività che piace ai bimbi perché crea un’atmosfera rilassata e tranquilla ed è anche accompagnata da bolle e coccole);
evitare la tv e il computer o il tablet alla sera perché tali sollecitazioni stimolano fin troppo il sistema nervoso e ostacolano il rilassamento e il sonno (questo vale anche per noi adulti, è una buona regola in generale!);
– sono invece molto buone, come alternativa alla tv, le storie e, quindi, la lettura di un buon libro prima della nanna. Una buona regola a cui tutti noi genitori di bimbi piccoli dovremmo conformarci è la seguente: mandare i bimbi a nanna intorno alle 21 per farli dormire complessivamente 11 ore per notte. 
Tali benefici ricadono certamente sui bimbi ma sono doppiamente positivi anche per i grandi, che potranno godere di qualche ora di tranquillità prima di abbandonarsi alle braccia di Morfeo.
Per esempio, la coppia può intavolare una cena con amici, dopo aver messo i bimbi a letto. Può vedere un bel film senza perdere il filo o dover interrompere la visione dalle 100 alle 1000 volte. Può dedicarsi ad un hobby che sia anche la lettura di un libro o lo knitting o una telefonata chilometrica con l’amica di sempre, oppure lasciarsi andare ad una cena romantica.
La coppia – ricordiamolo -, con l’avvento dei figli, dovrebbe sempre riuscire a intercettare momenti liberi per se stessa. Del resto, il rapporto di coppia va alimentato come una lampada ad olio o una a incandescenza. L’associazione rende, appunto, l’idea di un’alimentazione costante e quotidiana. Bimbi, è ora di andare a letto, fa bene a voi per affrontare bene la giornata di domani e fa bene anche a mamma e papà.



Bambini e faccende di casa: quando e in cosa coinvolgerli?
Consigli per mamme

Bambini e faccende di casa: quando e in cosa coinvolgerli?

Secondo figlio: come comportarsi con il primo
Consigli per mamme

Secondo figlio: come comportarsi con il primo

Come scegliere le attività extrascolastiche per i figli
Consigli per mamme

Come scegliere le attività extrascolastiche per i figli

Come aiutare i bambini nei compiti
Consigli per mamme

Come aiutare i bambini nei compiti

La parità dei ruoli deve esserci anche in famiglia
Consigli per mamme

La parità dei ruoli deve esserci anche in famiglia

Consigli per mamme

3 idee per preparare la cameretta del neonato

Bambina in campagna
Consigli per mamme

Crescere circondati dalla natura migliora lo sviluppo del cervello

Consigli per mamme

Leggere storie ai bambini fa bene: 5 motivi per farlo

Moda Bimbi

Come vestire dei gemelli: i look di tendenza

I gemelli sono uniti da un legame forte e indissolubile. Ma come fare per vestirli? Ecco alcuni consigli utili e glamour per tutte le neomamme e non solo.

Leggi di più