Le 5 migliori coppette mestruali e perché sceglierle

Le 5 migliori coppette mestruali e perché sceglierle

Le coppette mestruali sono una comoda alternativa ai classici assorbenti interni.

Un’ottima e comoda alternativa ai classici assorbenti interni sono le coppette mestruali. Questi piccoli contenitori, in lattice o in silicone, si inseriscono all’interno della vagina e raccolgono il flusso mestruale. Questo presidio sanitario ha il vantaggio di essere riutilizzabile, al contrario degli assorbenti o dei tamponi che vanno continuamente cambiati e buttati. Una valida coppetta mestruale, se ben conservata e utilizzata, può durare anche diversi anni.

Come sono fatte le coppette mestruali

Le coppette sono fatte di materiale biocompatibile, morbido e flessibile. Quelle più diffuse sono in lattice o silicone, in modo tale che si possano introdurre nella vagina senza subire deformazioni. All’estremità della coppetta c’è un beccuccio che consente di rimuoverla senza difficoltà. Per inserirla, dovrete piegarla e, una volta dentro, si apre producendo un effetto ventosa che la mantiene ferma nella sua posizione. In commercio si trovano le coppette mestruali vaginali, a forma di campana, e quelle cervicali, più allungate. Le prime si inseriscono nel canale vaginale, mentre le seconde vanno spinte più in profondità. Una coppetta può contenere circa 30 millilitri di sangue, più del doppio rispetto ad assorbenti e tamponi.

Come usare le coppette mestruali

A differenza degli assorbenti o tamponi interni, potrete utilizzare le coppette mestruali per molte ore di seguito. Nei giorni di minor flusso, per esempio, la coppetta resiste fino a 12 ore. Quando il flusso è più forte, il cambio va effettuato ogni 3-4 ore. Essendo un contenitore di sangue, va svuotata regolarmente e sciacquata con acqua corrente e sapone neutro prima di essere di nuovo inserita. Questo comporta che, ogni volta che dovrete svuotarla, vi servirà avere a disposizione un bagno. Una volta terminate le mestruazioni, la coppetta va sterilizzata e conservata in un contenitore pulito. Per farlo, dovrete immergerla in un pentolino d’acqua bollente per circa 3-5 minuti oppure scaldarla nel forno a microonde. Questa tipologia di ‘raccoglitori’ costa tra i 30 e i 50 euro, in base alla marca. Ma si tratta di un investimento vantaggioso, se considerate le spese che sostenete ogni mese per assorbenti o tamponi.

Come inserire una coppetta mestruale

Se siete alle prime armi, dovrete impratichirvi prima di inserire in maniera corretta la coppetta mestruale. Non si tratta di un’operazione complessa, perché il presidio è morbido e flessibile, ma ci sono alcuni passaggi da seguire. Piegate quindi la coppetta per inserirla nella vagina. Esistono tre tecniche. La prima è la piegatura a forma di C, la seconda invece consiste nell’arrotolare la coppetta a forma di tulipano (a spirale). La terza tecnica prevede di manipolare la coppetta fino a formare un sette. Se avete scelto una coppetta di tipo cervicale, dovrete spingerla più in alto. Quindi, una volta all’interno ancora piegata, dovrete farla ruotare leggermente prima di lasciarla andare. Per inserire la coppetta, trovate una posizione adatta: mettetevi sedute sul wc, oppure state in piedi con le gambe leggermente piegate o sdraiate. All’inizio la fase dell’inserimento potrebbe richiedere qualche minuto, ma una volta fatta pratica sarà semplice.

Come rimuoverla

Per rimuovere la coppetta mestruale, lavatevi le mani. Dopodiché trovate una posizione comoda, per rilassare la muscolatura. Mettete le dita nella vagina e, quando sentirete il beccuccio, premete leggermente la base e fatela scivolare fuori lentamente. Tenetela ferma e sollevata verso l’altro, altrimenti rischiate di far fuoriuscire il sangue raccolto. Svuotatela poi nel wc e sciacquatela bene prima di riutilizzarla.

Le migliori

Se dovete scegliere la vostra prima coppetta mestruale, il consiglio è di optare per una di taglia piccola per poi eventualmente aumentare la dimensione. I criteri generali da considerare per scegliere il presidio sono l’età, la quantità di flusso, la tipologia di parto (se siete mamme) ed eventuali allergie ai materiali che lo compongono. Vediamo quindi quali sono le migliori coppette mestruali in commercio e perché sceglierle.

Lybera

La coppetta mestruale ‘Lybera’, prodotta in Italia, è realizzata in silicone medicale. E’ quindi adatta anche alle pelli più sensibili e si trova sia in farmacia sia negli shop online. Ne trovate di diverse tipologie e colori (fuxia e trasparente). ‘Lybera’ è disponibile sia nella taglia più piccola, adatta anche alle adolescenti, sia in quella più grande, con capacità fino a 27.5 millilitri. Avendo una rigidità media, è consigliata soprattutto per chi pratica attività fisica. Inoltre, è anallergica ed è testata contro la presenza di nickel. Insieme alla coppetta, vi viene fornito un contenitore di cotone dove riporla tra un ciclo e l’altro.

OrganiCup

Nel 2019, la OrganiCup ha vinto l’AllergyAward nella categoria “Miglior prodotto per il corpo delicato sulla pelle”. Prodotto in Danimarca, questa coppetta è una delle più vendute in Europa. Si trova in ben tre dimensioni: mini (capacità 17 ml), media (25 ml) e grande (30ml). Non contiene nessun allergene ed è completamente vegana. Può essere indossata fino a 12 ore consecutive. Uno dei suoi vantaggi è la presenza di due fori sul bordo che agevolano la pulizia. Ad oggi, viene fornita in un sacchetto di cotone.

MumiCup

Un’altra coppetta mestruale prodotta in Italia è MumiCup: in silicone certificato, questo presidio è estremamente affidabile. Infatti, è anallergico, privo di lattice, profumi e di qualsiasi sostanza potenzialmente dannosa o irritante. MumiCup è disponibile in 4 colori (trasparente, turchese, rosa e lilla) e in due taglie: media e large, pensata per le donne che hanno più di 30 anni e che hanno avuto parti naturali. Questo prodotto, uno dei più sicuri in commercio, è pensato per evitare irritazioni, arrossamenti, secchezza vaginale e per non alterare il Ph naturale della vagina. Va svuotata ogni 3-4 ore e non è dotata di apposito sterilizzatore (ma potete pulirla usando un normale pentolino).

Saalt Cup

La Saalt Cup, made in Usa, è utilizzabile per ben 10 anni e offre una protezione efficace e completa. Questa coppetta mestruale, infatti, raccoglie una quantità di flusso fino a 4 volte superiore rispetto a un tradizionale assorbente interno. Inoltre, non crea secchezza e non lascia residui, mantenendo inalterato il Ph naturale della vagina. Quando il flusso è meno abbondante, può essere indossata fino a 12 ore consecutive, anche mentre si pratica attività fisica e si dorme. Questo prodotto è realizzato in silicone medicale e non contiene sostanze chimiche. Altri vantaggi di questa coppetta sono la sua incredibile morbidezza e flessibilità. È disponibile nella misura small e in quella regular. La small è indicata per chi ha una cervice corta o comunque un flusso non abbondante. Insieme alla coppetta vi verrà dato un sacchetto di cotone dove riporla.

DivaCup

La DivaCup, realizzata in silicone medicale, è pensata per le donne che hanno un’età compresa tra i 19 e i 30 anni con un flusso medio o abbondante. Facile da inserire e da estrarre, una volta dentro vi sembrerà di non averla. Essendo dotata di un gambo cavo, raccoglie il sangue evitando le perdite. Può essere indossata fino a 12 ore ed è particolarmente consigliata per quelle donne che hanno una cervice alta e un pavimento pelvico tonico. È disponibile solo nella colorazione trasparente, ha tre taglie: modello 0, modello 1 e modello 2. Lo zero è pensato per le adolescenti fino a 18 anni, il primo è per chi ha tra i 19 e i 30 anni con un flusso medio, mentre il modello 2 è per chi ha più di 30 anni e/o per chi ha un flusso abbondante.



cibi ad alto contenuto proteico
Vivere bene

5 cibi ad alto contenuto proteico (altro che uova)

Alimenti antiossidanti naturali
Vivere bene

Alimenti antiossidanti naturali, quali sono e i benefici

Fare jogging con il cane
Vivere bene

Fare jogging con il cane: consigli su come fare e dove andare

Cosa succede al tuo corpo quando salti i pasti
Vivere bene

Cosa succede al tuo corpo quando salti i pasti

5 tips per mangiare in modo più sano
Vivere bene

5 tips per mangiare in modo più sano

prova costume
Vivere bene

Perché ci siamo stufate di sentire ancora parlare della “prova costume”

esercizi di stretching
Vivere bene

10 esercizi di stretching per iniziare la giornata

Vivere bene

Rimedi naturali per prevenire le doppie punte