Villaggio di Babbo Natale in Italia

Ponte dell’Immacolata 2013

Relax alle terme, città italiane o capitali europee: le mete last minute per il ponte dell’Immacolata tra eventi, mostre e mercatini

Ponte dell’Immacolata: dove andare?

Ponte dell’Immacolata: dite la verità, chi di voi non lo aspettava e si diceva “ma quand’è che arriva”? E ora, eccolo. In questo 2013 l’8 dicembre cade di domenica e ci “ruba” un po’ del classico ponte dell’Immacolata. Ma allora il weekend vale doppio: ecco alcune delle mete che abbiamo pensato per voi per questo fine settimana tradizionalmente dedicato a una fuitina dalla città, l’ultima prima della full immersion nel Natale che si avvicina. Tanto più che le offerte, anche last minute e last second, non mancano, tra agenzie viaggi e siti dedicati.

Ponte dell’immacolata in relax

Se a questo punto dell’anno – e verso l’inverno – avete bisogno di staccare un po’ la spina; se vi aspettano molte fatiche natalizie per accontentare grandi e piccini, qualche giorno tra benessere e relax è quel che fa per voi. Perché non passare il ponte dell’Immacolata alle terme? Nel centro Italia, oppure tra i monti, per godersi qualche giorno sulla neve tra Valle d’Aosta, Lombardia e Trentino.

E anche appena oltre confine non mancano le occasioni. E persino i party nella rilassante cornice di una spa: ogni venerdì, a Rivera (Svizzera), la rinomata Splash&SPA Tamaro offre un dj set da godersi anche immersi in piscina. Per le famiglie, brunch domenicale a base di prelibatezze locali ticinesi. Per lo più a prezzi piuttosto modici.

Ponte dell’immacolata sulla neve

Per il nord Italia, le mete più ambite per il ponte dell’immacolata sono i mercatini di Natale di Trento, Bolzano e delle altre mete turistiche di Alpi e Dolomiti, veri e propri gioielli in cui vi sembrerà di essere in una fiaba. E, come ogni anno, le località sciistiche.

Ma, se non sapete sciare o proprio non vi va, non temete: le vacanze sulla neve non sono solo sci. Largo al divertimento in famiglia, e alla scoperta di paesaggi incontaminati mozzafiato. Come quello del Monte San Vigilio, tra le più note bellezze naturali di Merano, da raggiungere a piedi o in funivia – aperta anche la sera – dalla vicina Lana. E da cui partire per un percorso sulle ciaspole, e magari raggiungere il lago Nero per una pattinata o una partita a ice stock, sport su ghiaccio dei paesi germanici. Per riscendere a valle? Basta uno slittino.

Ponte dell’immacolata al mare

Ma se vi manca il mare, i nostri suggerimenti per il ponte dell’immacolata sono Sorrento e la Sicilia. Per conciliare cultura e ricchezze architettoniche con bellezze naturali, e per coccolarci con le buonissime specialità tipiche, magari da assaporare tête-à-tête in un ristorantino in riva al mare.

Se optiamo per Sorrento, imperdibile la mostra dedicata ai maestri del presepe napoletano ospitata dal 6 dicembre al 12 gennaio a Villa Fiorentino, i mercatini di prodotti artigianali e le animazioni per le vie. Se invece la nostra meta è la Sicilia, ad Agrigento e nei paesini vicini non perdiamoci i presepi viventi e le sagre caratteristiche. E soprattutto, se riusciamo, facciamo una puntata a Cefalù per l’8 dicembre, per immergerci in quella grande festa di popolo che è la processione dell’Immacolata, patrona della città dal 1954.

Ponte dell’Immacolata in una capitale europea

Cosa c’è di meglio di qualche giorno in visita a una capitale europea? Tanto più che avremo l’occasione di vederla mentre si prepara al Natale.

Barcellona

Se per il ponte dell’immacolata scegliamo Barcellona, potremo passeggiare lungo la famosa rambla e rifarci gli occhi con bancarelle e mercatini; dedicarci un po’ alla cultura tra una visita alla Sagrada Familia e una puntatina al Museo Picasso, senza perderci i mercatini di Natale di Avenida de Gaudì e di Plaza Nova.

Parigi

Il ponte dell’immacolata a Parigi è uno dei momenti più romantici dell’anno: vetrine, stradine, il fascino che non abbandona mai la città della Tour Eiffel e perfino gli Champs-Elysees illuminati a festa. Tra un macharon e l’altro, non dimentichiamoci di fare un giro al bellissimo mercatino di Natale della capitale francese. Con le sue centinaia di casette di legno.

Berlino

Meta piuttosto economica e assai affascinante, perché non dedicare il ponte dell’immacolata a Berlino? Shopping nei vari quartieri – e ce n’è per tutti i gusti, dal tipico all’etnico al vintage all’usato – e mercatini di natale. Ricchissimi soprattutto quelli di Weihnachtzauber e del distretto occidentale di Spandau – questo conta più di quattrocento banchetti! Se vi viene voglia di pattinare sul ghiaccio, fate un salto ad Alexanderplatz. E per scaldarvi e ritemprarvi, vin brulè e piatti tipici nelle taverne tradizionali, le Kneiper, a prezzi contenuti.

Vienna

Questo è sicuramente uno dei momenti migliori dell’anno per scoprire il fascino della mitteleuropa: quale occasione migliore di un ponte dell’immacolata a Vienna? Bancarelle di dolciumi natalizi, laboratori per bambini, e un grande mercatino dedicato alle decorazioni per il Natale. Ma anche concerti per le feste e bellezze architettoniche, dalla cattedrale di Santo Stefano alla chiesa di San Michele. E un imperdibile Museumsquartier, il quartiere museo del centro città. Senza dimenticare la sachertorte.

Praga

Tra le capitali europee più low cost, Praga è una città veramente magica: volete mettere che meraviglia passarci il ponte dell’immacolata? Tra negozietti e mercatini di Natale, tra i ponti e la pittoresca Mala Strana, Piazza Venceslao e le porte della Città Nuova, il tempo vi sembrerà sospeso. Per fortuna a salvarvi avrete lo splendido orologio astronomico di Piazza della Città Vecchia.

Roma

No, non ce la stavamo dimenticando. Roma è sempre Roma, e per questo ponte dell’Immacolata offre, accanto alle sue bellezze, tanti eventi interessanti.

Mostre:

Cleopatra

Quando: 12 ottobre 2013 – 2 febbraio 2014, dalle 10.00 alle 20.00, sabato e domenica dalle 10.00 alle 21.00

Dove: Chiostro del Bramante, via Arco della Pace, 5, Roma

Biglietti: intero: 13 euro, ridotto: 11 euro.

Duchamp. Re-made in Italy

Quando: 8 ottobre 2013 – 9 febbraio 2o14, da martedì a domenica ore 10.30 – 19.30, chiuso il lunedì

Dove: GNAM Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, viale delle Belle Arti, 131, Roma

Biglietti: intero: 10 euro, ridotto: 8 euro.

 Modigliani, Soutine e gli artisti maledetti. La collezione Netter

Quando: 14 novembre 2013 – 6 aprile 2o14, lunedì ore 14.30 – 20.00, da martedì a domenica ore 10.00 – 20.00

Dove: Palazzo Cipolla, via Del Corso, 320, Roma

Biglietti: intero: 13 euro, ridotto: 11 euro.

Cezanne e gli Artisti italiani del ‘900

Quando: 5 ottobre 2013 – 2 febbraio 2014, da lunedì a giovedì ore 9.30 – 19.30, da venerdì a sabato ore 9.30 – 23.00, domenica ore 9.30 – 20.30

Dove: Complesso del Vittoriano, via San Pietro in Carcere (Fori Imperiali), Roma

Biglietti: intero: 14,70 euro, ridotto: 11,70 euro.

Tra gli eventi da non perdere a Roma in questo weekend dell’Immacolata, il classico concerto di Natale dell’Auditorium della Conciliazione del 7 dicembre, ore 19.00. E poi, mercatini e fiere: dalla piccola editoria dell’Eur, al mercato di Natale di piazza Navona, a quello nord-europeo di piazza Re di Roma: banchetti di artigianato e specialità natalizie che sanno addolcire ancor di più il clima della città eterna.

photo credit: Guzmán LozanoVinay Deep



Spiagge per cani in Sardegna
Viaggi

Spiagge per cani in Sardegna

Le spiagge piu belle Marche la classifica
Viaggi

Le spiagge più belle delle Marche: la classifica

Mare più vicino a Bologna
Viaggi

Mare più vicino a Bologna

Le spiagge piu belle della Sicilia
Viaggi

Le spiagge più belle della Sicilia

Quando andare a Zanzibar il periodo migliore
Viaggi

Quando andare a Zanzibar: il periodo migliore

orche in Norvegia quando e dove si possono ammirare
Viaggi

Orche in Norvegia: quando e dove si possono ammirare

Piatti tipici da mangiare in Sardegna
Viaggi

Piatti tipici da mangiare in Sardegna

Provenza e lavanda: qual è il periodo migliore per andare
Viaggi

Provenza e lavanda: qual è il periodo migliore per andare

Safari in Kenya: in che periodo farlo
Viaggi

Safari in Kenya: in che periodo farlo

In Kenya i safari vengono chiamati “fotosafari”: ci si limita a guardare e fotografare. Qual’è il periodo migliore per questa esperienza unica?

Leggi di più