La mostra Going Places a Milano: viaggiare attraverso l’arte e il design

L'hotel Nhow di Milano mette in mostra opere e installazioni di undici artisti e otto designer aventi come tema la dimensione del viaggio

Central Station Milan di Alessandro Vianello
Central Station Milan di Alessandro Vianello
  • Central Station Milan di Alessandro Vianello
  • Escalators of Central Station Milan di Alessandro Vianello
  • Piazza della Scala di Alessandro Vianello
  • La Mangiagalli di Alessandra Bruno
  • La Stazione Garibaldi di Alessandra Bruno
  • Orizzonti di Alessandra Bruno
  • Orizzonti di Alessandra Bruno
  • Orizzonti di Alessandra Bruno
  • Orizzonti di Alessandra Bruno
  • Orizzonti di Alessandra Bruno
  • Orizzonti di Alessandra Bruno
  • Freyia Black Arm di Duilio Forte
  • Sleipnir box di Duilio Forte
  • Troll di Duilio Forte
  • 14th st 2nd Ave di Federico Sanna
  • 18 Vandervoort Place 2010 di Federico Sanna
  • 18 Vandervoort Place 2012 di Federico Sanna
  • Bushwick di Federico Sanna
  • Boar's Head Parking Lot di Federico Sanna
  • 6th 2nd Ave di Federico Sanna
  • Southbank di Federico Sanna
  • Bushwick di Federico Sanna
  • Bushwick 3 di Federico Sanna
  • Bushwick 2 di Federico Sanna
  • Ponte de l'Arsenal di Federico Sanna
  • Southbank 2 di Federico Sanna
  • Bicicletta candela di Francesco Granducato
  • Bicicletta farfalle di Francesco Granducato
  • Bicicletta in sicurezza di Francesco Granducato
  • Bicicletta lana rosa di Francesco Granducato
  • Bicicletta palloncini colorati di Francesco Granducato
  • Venice di Federico Sanna
  • Bicicletta Toy di Francesco Granducato
  • no hope no fear #2 di Marco Lanzoni
  • Souvenir d'Italie di Marco Lanzoni
  • Area Relax di Johnny Pixel
  • Benvenuti al Polo-stirolo Nord di Johnny Pixel
  • Attenzione, noci pericolanti di Johnny Pixel
  • Desperate Housewife di Johnny Pixel
  • Nei sobborghi del tavolo di Johnny Pixel
  • La grande scoperta di Johnny Pixel
  • L' ESTASIS DI MARIA TERESA di Mariano Franzetti
  • L'ANIMO MIO E' TRISTE FINO ALLA MORTE di Mariano Franzetti
  • N'DONNA COL BAMBINO di Mariano Franzetti
  • N'DONNA CORTEGGIATA di Mariano Franzetti
  • SACRILEGIO di Mariano Franzetti
  • SETTE GIOIE.SETTE DOLORI di Mariano Franzetti
  • SIESTA OR NOT SIESTA..... di Mariano Franzetti
  • TODO BICHO QUE CAMINA... di Mariano Franzetti
  • HUBO UN TIEMPO QUE FUI HERMOSO di Mariano Franzetti
  • AVE GRATIA PLENA di Mariano Franzetti
  • WORK UNPROGRESS di Mariano Franzetti
  • Mia da Schio Suppiej
  • Mia da Schio Suppiej
  • Prole 2 di Tommaso Bianchi
  • Prole 1 di Tommaso Bianchi
  • Porto di Tommaso Bianchi
  • Lacrime di Tommaso Bianchi
  • Coniugi di Tommaso Bianchi
  • Circo di Tommaso Bianchi
  • Balena di Tommaso Bianchi
  • Acqua di Tommaso Bianchi
  • Sale di Tommaso Bianchi
  • sassi con manico di Marcantonio Raimondi Malerba
  • sassi con ruote di Marcantonio Raimondi Malerba
  • tavolo libero di Marcantonio Raimondi Malerba
  • Spun di Magis
  • Magis Proust di Magis
  • Folly di Magis
  • Cyborg design di Magis
  • Tria wood di Colé
  • Secreto specchio di Colé
  • Opto paravento di Colé
  • A-Line di Colé
  • Little Tree Friends di Marco Iannicelli
  • Little Tree Friends di Marco Iannicelli
  • Little Tree Friends di Marco Iannicelli
  • Capri -Ibiza - Mikonos coffee table di Marita & Frida Francescon
  • Contropakko Che Pakko di Mogg by Marcantonio Raimondi Malerba
  • Piantama di Mogg
  • Sending Animals - Seletti by Marcantonio Raimondo Malerba
  • Sending Animals - Seletti by Marcantonio Raimondo Malerba
Avete mai pensato a quanti modi esistono per compiere un viaggio o anche un semplice spostamento? I nostri corpi, le nostre gambe ci conducono in luoghi meravigliosi proprio come i diversi mezzi di trasporto quali treno, aereo, macchina o autobus. Che dire poi dei viaggi che intraprendiamo con le nostre mani attraverso i potenti smartphone che con un click ci trasportano nella realtà virtuale? E ancora l’obiettivo della macchina fotografica, il pennello, l’arte in generale e il design. Un viaggio grazie a modi differenti di viaggiare: è questa l’esperienza di Going Places, la mostra che ogni visitatore potrà fare lungo i quattro piani del Nhow Hotel di Milano, albergo della catena spagnola NH Hoteles pensato come galleria d’arte e design fruibile 365 giorni l’anno.

Installazioni, quadri, fotografie, dipinti, sculture e oggetti di arredo si alternano nei quattro piani dell’hotel di via Tortona 35 nella mostra curata dall’Art Director Elisabetta Scantamburlo.

Going Places è molto più che un semplice percorso espositivo: è una vera e propria esperienza da vivere con tutti i nostri cinque sensi a cui va aggiunto il desiderio di scoprire cosa ci attenderà al piano superiore. Curiosità, sorpresa, incredulità e meraviglia sono solo alcune delle emozioni che si possono provare ammirando i dipinti di Alessandro Vianello, le poltrone Contropakko di Marcantonio Raimondi Malerba, le lampade di Marco Iannicelli o gli scatti di Tommaso Bianchi e Federico Sanna, solo per citare alcuni degli artisti che hanno partecipato al progetto e che in occasione dell’inaugurazione della mostra, tenutasi il 7 novembre scorso, ci hanno mostrato e spiegato il senso delle loro opere. Undici artisti e otto designer per l’esattezza, che hanno coinvolto anche il genio artistico di Alessandra Bruno, Mia da Schio Suppiej, Duilio Forte, Mariano Franzetti, Francesco Granducato, Marco Lanzoni, Markus Mueller, Johnny Pixel, Colè, Marita & Frida Francescon, Magis, MOGG e Seletti.

Dalle scene tipicamente vacanziere di Mariano Franzetti ai sassi con ruote di Marcantonio Raimondi Malerba, che per l’occasione ha portato in mostra anche un tavolo con i pattini e improbabili mobili sagomati a forma di oca, maiale e mucca; dalle cartoline di Alessandra Bruno agli scatti di viaggio di Tommaso Bianchi; dalle fotografie che mostrano i limiti di Federico Sanna ai lavori di Markus Mueller e le sculture di Duilio Forte che ci riconducono al mondo della mitologia antica; dalla Milano vista da un veneziano come Alessandro Vianello, ai parchi di Mia da Schio Suppiej, fino al genio di Johnny Pixel che nei suoi lavori ricrea veri e propri “micromondi”. E ancora le mani, che ci permettono di esplorare nuovi mondi attraverso il senso del tatto con le opere di Marco Lanzoni, le biciclette di Francesco Granducato; isole meravigliose diventano oggetti di arredo con Marita & Frida Francescon, mentre Marco Iannicelli trasforma in lampade i rami trovati nei boschi. Queste sono solo alcune delle straordinarie opere che sino al 30 marzo 2014 potrete ammirare al Nhow di Milano.

Going Places

Dal 7 novembre al 30 marzo 2014 al Nhow Hotel di Milano, via Tortona 35

Ingresso libero.


Vedi altri articoli su: Cultura |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *