Gli italiani in vacanza: l’Italia in cima alle preferenze

Solo nel nostro Paese si coniugano le esigenze della vacanza low cost e quelle della qualità, varietà e bellezza del soggiorno

Sicilia: Isola di Levanzo
Sicilia: Isola di Levanzo
  • Sicilia: Isola di Levanzo
  • Amalfi
  • Il Duomo di Amalfi
  • Torre Guaceto, Salento
  • Sardegna, Cala Goloritzè
  • Le acque cristalline della Puglia
  • Cagliari
  • Sardegna, Cala Luna
  • Villa Mellacqua a Santa Maria di Leuca, in provincia di Lecce
  • Le spiagge di Rimini
  • Rimini dal porto, con la ruota panoramica illuminata
  • Roma
  • Roma, la fontana di Trevi
  • I Fori Romani
  • Panorama notturno su Roma
  • I Musei Vaticani, Roma
  • Perugia
  • Perugia
Non tutto il male viene per nuocere. Sarà pure un vecchio ed abusato adagio, ma spesso nasconde un fondo di verità. Il popolare detto potrebbe infatti essere utilizzato per commentare i risultati di una interessante indagine promossa da Poinx, portale leader nel settore del social shopping online che vanta ormai quattro anni di successi alle spalle. L’indagine è mirata a verificare le intenzioni degli italiani rispetto alle ormai imminenti vacanze estive, cercando in particolare di capire quanto avessero potuto influire sulle scelte in fatto di viaggi e soggiorni fuori casa la perdurante crisi che, seppur con alti e bassi, continua a colpire il nostro Paese nel suo complesso e ciascuno dei suoi abitanti in particolare.
Ecco allora perché non tutto il male viene per nuocere: se infatti non sembra che molti nostri connazionali siano disposti a rinunciare alle vacanze, la oggettiva minor disponibilità economica ha portato a privilegiare decisamente l’Italia rispetto all’estero come meta delle vacanze, premiando quelle offerte low cost che riescono però a non perdere in qualità, bellezza, relax, spiagge, cultura e, perché no, varietà gastronomica. Un identikit che assai facilmente non può che portare all’Italia…

Torre Guaceto, Salento
Torre Guaceto, Salento

Le vacanze al mare…

Ecco quindi i risultati di quanto rilevato da Ponix nel campione coinvolto nel lavoro di ricerca: addirittura il 51% degli intervistati ha indicato come meta prediletta per rapporto qualità/prezzo il Salento, oggetto di un vero e proprio plebiscito popolare. Le acque cristalline e le spiagge “caraibiche”, le tradizioni popolari e la cucina impareggiabile sono ingredienti irresistibili di un mix che risulta di sicuro successo. Sempre molto amata come meta dell’estate la Sardegna, scelta dal 16% degli italiani in vacanza, mentre la Romagna sale sul podio delle preferenze grazie alla premiata accoppiata Milano Marittima-Rimini che in totale attira oltre il 13% degli intervistati. Solo al sesto posto nella particolare hit parade si colloca la prima meta estera, ovvero la Grecia, scelta da circa il 6% dei viaggiatori e stretta fra la “morsa” della Calabria (6,9%) e della Sicilia (1,7%).

Roma
Roma

…e nelle città d’arte

Ma se il mare, la spiaggia e il sole sono sempre in cima alle preferenze degli italiani, è in constante crescita anche la “fetta” di viaggiatori (il 28,2%) che sceglie invece le città d’arte per trascorrere un’estate all’insegna della cultura e della bellezza e, spesso, con effetti “benefici” sul portafoglio. Ovvio che in questo campo l’Italia non conosca avversari: Roma la fa da padrona con quasi la metà dei turisti che si situano in questa categoria che scelgono come propria meta la città eterna, mentre il folclore e le delizie della cucina napoletana attirano il 23% degli intervistati.
Ad una incollatura da queste, Perugia, stupefacente città dalla ricchissima cultura che sfiora il 22% dei consensi e che stacca decisamente tutte le altre città che, va detto, risentono probabilmente del clima agostano che le penalizza rispetto ad altre “finestre” dell’anno: Bologna, Verona, Venezia e Milano sono comunque tra il 5 e l’1% delle scelte complessive.
Un’altra gettonatissima soluzione per una vacanza che coniughi le esigenze delle tasche con quelle dello spirito è quella dell’agriturismo, ambito in cui la Toscana gioca un ruolo assolutamente predominante: è il 38,5% di coloro che scelgono le vacanze nella natura a prediligere le colline della regione di Dante, mentre la spirituale e profonda Umbria cattura il 14,4% delle preferenze e la Costiera Amalfitana circa il 10%.


Vedi altri articoli su: Viaggi |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *