Il Poecylia Resort: una gemma nel cuore della Sardegna all’insegna del “Tech free”

Una vacanza diversa, lontano dalla frenesia del quotidiano ed in totale simbiosi con la natura: questo è la ricetta del Poecylia Resort, sull'isola di San Pietro, per la vostra "digital detox"

Poecylia Resort 1

La Sardegna incontaminata, dalle caratteristiche falesie e picco sul mare. I cormorani, i falchi della regina e i conigli selvatici che si danno appuntamento indisturbati sulla costa selvaggia. Il fascino di uno dei borghi più belli d’Italia, Carloforte, unico centro abitato dell’isola di San Pietro al largo del Sulcis con uno straordinario golfo dalle splendide calette nella maggior parte dei casi non raggiungibili dalla terra. E’ in questo scenario incantato e magico che si trova il Poecylia Resort, una proposta di vacanza assai originale che infatti, come nella presentazione stessa di Piero Giaculli,  artista-fotografo napoletano, ideatore e fondatore della struttura, non è “per tutti” ma “per ognuno”… Un’oasi Tech-Free dove ritrovare sé stessi, svuotare la mente, incontrare una bellezza quasi “sacra” lontano chiasso quotidiano abituale. Insomma, una proposta decisamente diversa.

Poecylia Resort 2

La rinascita di un eremo sul mare

E’ verso la fine degli anni ’70 che Giaculli concepisce la sua realizzazione, dopo essere rimasto “folgorato” durante una occasionale visita nell’isola di San Pietro. Rileva alcuni ruderi circondati da eucalipti e agavi, corbezzoli e mirti in una zona assolutamente incontaminata. La sua idea è quella di costruire qualcosa che non fosse un semplice resort, ma una sorta di dimora pensata per essere in totale simbiosi con la natura circostante, per esaltarla e renderla disponibile a tutti coloro che ne traggono forza, senza minimamente intaccarla. Da questo concept, più “culturale” che architetturale, sono nate le tre strutture dislocate su una tenuta privata di oltre sette ettari e a completa disposizione degli ospiti che costituiscono il Poecylia, affacciate sull’azzurro del Mediterraneo per un totale di sei suite esclusive con due ampie cucine e sale comuni arredate secondo lo stile semplice e raffinato dei villaggi mediterranei: legno, pietra, bianco e colori che richiamano le sfumature del mare e del cielo sconfinati.

Poecylia Resort 4

Tech free: l’unica protagonista indiscussa è la natura.

Un luogo dove protagonista assoluta è la natura circostante e per questo la scelta “editoriale” è quella di essere Tech Free o, se preferite, digital detox. Sia nella camere come negli ambienti comuni, quindi, non si trovano le solite dotazioni stereotipate di una qualsiasi altra struttura ricettiva: niente televisione satellitare, telefono, internet, wi-fi, frigo bar o aria condizionata. La maggior parte dei servizi è invece centralizzata nelle aree comuni, dove sono sempre, a disposizione degli ospiti, macchine per il caffè, frigoriferi, nonché una fornitissima biblioteca. Perfino all’esterno questa magica atmosfera è stata gelosamente salvaguardata con l’assenza di qualunque genere di illuminazione artificiale o inquinante, se non quella di piccole lanterne solari e luci di posizione. Il vostro passaggio sarà illuminato dalle stelle e anche il buio della natura, così come la luce, rimane l’assoluto protagonista del soggiorno. Alcune altre piccole particolarità: la colazione assolutamente bio è servita senza alcun limite di orario. Ad esclusiva disposizione degli ospiti e raggiungibile con un breve sentiero nel parco, è una spiaggetta incontaminata ribattezzata Jurassic Beach, un vero paradiso per gli amanti dello snorkeling.

Un tuffo nella natural alla ricerca di sé stessi, quindi, per questa incredibile esperienza di soggiorno che potete condividere con gli amici affittando l’intera struttura ad un prezzo di 4500 euro alla settimana, servizio di colazioni compreso.

Poecylia Resort 3

Photo Credit: www.poecyliaresort.it


Vedi altri articoli su: Viaggi |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *