Cosmetici e skincare: beauty case blindati cercasi!

Gli uomini si sono piegati al fascino di creme, sieri, pinzette e fondotinta, che “prendono in prestito” dai cofanetti delle proprie compagne. Lo rivela una ricerca dell’Osservatorio MV cosmetiques

uomo-crema-viso

È una vocazione essere compagne di vita di un uomo, ancor più sentita se lo si scopre a rovistare nel vostro beauty case. Sì perché pare che ormai anche il “sesso forte” si sia piegato di fronte a creme, sieri, pinzette e addirittura fondotinta. È quanto rivela uno studio condotto dall’Osservatorio MV cosmetiques da cui risulta che per gli uomini di oggi essere macho non vuol dire rozzo, ma raffinato e curato. Motivo per cui utilizzano sempre più cosmetici un tempo appannaggio della sola donna. Tra i prodotti più trafugati pare ci siano creme antirughe (35%), creme e maschere idratanti e tonificanti, correttori e fondotinta (25%); seguono creme corpo idratanti, peeling, strisce depilatorie (19%); e poi shampoo rinvigorenti, tinture e maschere nutrienti per capelli (16%) per evitare la temuta “pelata” o l’ormai “passato di moda” effetto sale e pepe. Inoltre gli uomini “prendono in prestito” dal beauty case della compagna pinzette per le sopracciglia e crema mani (12%), e per finire solari e creme abbronzanti (8%).

creme
Ciò che viene da chiedersi è perché mai questi “dolci ladruncoli” non effettuino questi acquisti da soli. Il primo motivo indicato dal 44% degli intervistati è la semplicità e praticità: in fondo i beauty case sono lì a portata di mano e non comporta una grossa perdita di tempo aprirli. Interessante invece la dichiarazione di un altro 30% degli interpellati: questi dichiarano infatti di avere più fiducia nelle capacità femminili di scegliere i prodotti. Infine, un’ultima fetta di maschietti (26%) si colloca nella schiera dei “vergognosi”, che ammette di tenere al proprio aspetto ma è imbarazzato dall’idea di andare in un negozio a comprare prodotti specifici.

La reazione femminile è tendenzialmente di fastidio, e giustamente direi: il 37% delle intervistate infatti preferirebbe una richiesta esplicita dei propri cosmetici, mentre un altro 29% risulta proprio irritato perché privato della possibilità di utilizzare i propri prodotti “misteriosamente spariti”. Immancabile una percentuale di donne, anche consistente, rassegnate al fatto che “gli uomini, se fanno un passo in avanti, ne fanno sempre anche uno indietro” mostrando un’eterna natura bambinesca e la netta incapacità a rendersi indipendenti.

Insomma, l’antifona è chiara: dotatevi di una cassaforte con tanto di combinazione segreta e date una lezione a questi maschietti irriverenti. Per fare la pace poi, ci sono sempre le ricorrenze importanti: un’occasione per fargli e farvi piacere, perché in fondo l’uomo curato ha un suo fascino.


Vedi altri articoli su: Attualità |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *