Il fascino dei “bad boys”: perché ci piacciono

Perché siamo attratte dai bad boys? Scopriamolo insieme!

02/05/2019

Le donne molto spesso vengono attratte dai “bad boys”, cattivi ragazzi, ma perché succede? Proviamo ad analizzarne i motivi!

I bad boys sono quei ragazzi un po’ difficili da conquistare e da raggiungere, sono imprevedibili (magari spesso soliti a tradire) e questo è uno dei motivi per cui ci piacciono. Riuscire a conquistare il ragazzo che ci piace diventa un vero e proprio obiettivo e se ci riusciamo non ci pare quasi vero. Preparatevi però a una lunga e tortuosa battaglia: non sarà facile. Si tratta di un uomo molto spesso narciso e convinto di riuscire a far cadere tutte ai suoi piedi ecco perché va bene il corteggiamento ma non eccessivo: si stuferà prima di iniziare una storia.

Come dicevamo, l’imprevedibilità è una delle caratteristiche che più ci porta verso di loro: l’uomo non scontato, non banale e non troppo razionale tende a non stupirci e a non affascinarci più di tanto. Sarà anche la difficoltà della conquista che ci spinge verso di loro oppure l’idea che, dietro quel carattere particolare, si nascondano in realtà insicurezze e problemi.

Quando iniziamo a frequentare un tipo del genere il nostro obiettivo si trasforma: vogliamo a tutti i costi cambiarlo e farlo smettere di essere così egoista e narcisista. Ma non sarà facile riuscirci: lui è fatto così, se ci piace è perché ha proprio quel carattere e non è giusto provare a cambiarlo.

I bad boys sono sicuramente pieni di charme, ma siamo sicure che per una relazione stabile e duratura siano davvero ciò che vogliamo? Di solito, infatti, questo è un tipo di ragazzo “mordi e fuggi”, gli piace stare in mezzo a tante donne e difficilmente si accontenterà di una sola. Nei suoi progetti non ci sono il matrimonio o una famiglia a meno che non riesca ad innamorarsi davvero e voglia rivoluzionare la sua vita.

In genere, comunque, una volta raggiunta una certa età i nostri occhi si sposteranno su un altro genere di ragazzo: quello dolce, premuroso e romantico dove routine non significa per forza monotonia, ma condividere momenti insieme ed essere felici anche stando sul divano a guardare la televisione. Bisogna quindi capire qual è il nostro obiettivo principale e poi decidere di conseguenza.