Perdere un'amica

Perdere un’amica speciale: cosa fare quando accade

Era l’amica storica, quella dei banchi di scuola, ma la vostra amicizia non ha saputo adattarsi ai cambiamenti di vita, ecco come gestire questa sofferenza.

La vita ci riserva sorprese a volte non piacevoli, ci può capitare l’impensabile ed è bene poter mettere in discussione tutti i rapporti relazionali, anche quelli più forti, perché non tutte le amicizie storiche durano per sempre. A volte si pensa che l’amica speciale, quella con cui si è cresciute o con cui si sono attraversate molte fasi della vita, sia una sicurezza assoluta ma la verità è che i casi della vita e le scelte che facciamo interferiscono con la nostra crescita personale che può non andare di pari passo con quella dell’altra persona.

Gli episodi della vita se non gestiti da entrambe le persone in maniera costruttiva dividono

Il trasferimento in un’altra città, la nascita di un figlio contro la scelta di non averne, la frequentazione di persone che nel tempo sono diventate a noi più affini… i motivi di divisione possono essere tanti.

Non necessariamente questo porta a separarsi e ad allentare il legame; se entrambe le amiche si impegnano nel mantenere i propri nodi relazionali, alimentando il dialogo e condividendo spazi di vita positivi, il rapporto può evolversi rimanendo autentico e forte. Quello che però può accadere è che una delle due persone cambi prospettiva, volendo dedicare più energie e tempo a cose della vita che non può o che non riesce a condividere con noi, come una passione per un’attività importante, la nascita di un figlio, un fidanzato o un marito non particolarmente apprezzato dall’altra.

Se i motivi di divisione diventano tanti e non si trova il modo di alimentare il rapporto ci si allontana e spesso accade che una delle due parti, se dal canto suo ha tentato di alimentare con impegno e dedizione in qualche modo il rapporto, ne soffra di più.

Come gestire la perdita di un’amica speciale

Accettazione è la prima parola d’ordine. Se l’altra persona ha scelto di chiudere la porta possiamo soffrirne, ma non accanirci. Verrà naturale subito avere del risentimento, soprattutto se si è dato molto negli ultimi tempi ricevendo progressivamente sempre meno. Lasciate andare! Avete amato, avete dato e questa persona, a suo modo in tempi diversi, vi aveva dato un ruolo importante nella sua vita. Oggi non è più in grado, ma non è nemmeno detto che nel futuro la situazione non possa cambiare.

Prendete le distanze dalla situazione quanto vi serve per poterla gestire senza soffrirci. Alimentate nel frattempo tutti quei rapporti che vi arricchiscono, oggi a voi più affini, che possono diventare le vostre prossime amicizie di lunga data. Il resto lasciatelo fare al tempo, se sono rose e vi ritroverete queste fioriranno e l’affetto sarà rimasto in gran parte lì dove lo avete lasciato.


Vedi Anche


Ti potrebbe interessare anche

Perché da adulti si hanno così pochi amici.
Myself

Vi siete mai chiesti perché da adulti si hanno così pochi amici?

Tornare single a 40 anni è difficile ma si può fare!
Single e Dating

Tornare single a 40 anni è difficile ma si può fare!

Non voglio avere figli, perché è ancora scioccante dirlo?
Myself

Non voglio avere figli, perché è ancora scioccante dirlo?

Come trasformare i problemi in opportunità
Myself

Come trasformare i problemi in opportunità

Come rafforzare fiducia e complicità nel rapporto, alcuni consigli
Vita di Coppia

Come rafforzare fiducia e complicità nel rapporto, alcuni consigli

Myself

Come riconoscere una persona insicura

Amiche
Vita di Coppia

Come aiutare un’amica che soffre per amore

Myself

Come diventare più sicuri di sé in pochi passi

Tornare con l'ex?
Vita di Coppia

Tornare con l’ex, la scienza dice che fa male alla salute

La scienza lo ha confermato: i ritorni di fiamma con storie yo-yo intaccano lo stato di salute mentale, predisponendo a stati depressivi.

Leggi di più