Come rinnovare il tagliere di legno
Casa

Come rinnovare il tagliere di legno

Alcuni consigli su come tenerlo pulito e su come destinarlo a nuovi usi.

Il tagliere in legno rappresenta uno degli utensili indispensabili in cucina.

Sono utilissimi per realizzare varie preparazioni e a volte possono divenire dei comodissimi poggia pentole.

Sono più graditi di quelli in plastica, perché danno una idea di maggiore naturalità, ma richiedono una maggiore attenzione nella pulizia e nella manutenzione.

Infatti, sui taglieri in legno è sempre bene rimuovere subito ogni residuo di cibo o di unto, per evitare le macchie; lavandoli poi in acqua tiepida con detersivo ecologico o sapone di Marsiglia liquido, dopo averli accuratamente strofinati.

È importante farli asciugare correttamente per evitare la formazione di muffe.

Se purtroppo sono già presenti delle macchie, è sufficiente strofinare la superficie del tagliere con mezzo limone.

Cospargere poi la superficie con una buona manciata di sale e far agire per 10-15 minuti.

A questo punto, strofinare l’altra metà del limone sul sale e attendere qualche minuto; quindi risciacquare.

Il tagliere sarà tornato agli splendori di un tempo.

Un’altra strategia valida per rimettere a nuovo il tagliere in legno prevede l’utilizzo di un raschietto di ferro, della carta vetrata, dell’acquaragia, della candeggina e di un olio minerale.

Si procede raschiando la superficie del tagliere nel senso della venatura del legno, mantenendo il raschietto inclinato di 60°.

Poi si carteggia la superficie con la carta vetrata a grana sottile, bagnata in precedenza con l’acquaragia.

In questo modo il legno risulterà decisamente più liscio. Se sono presenti delle bruciature, meglio utilizzare un batuffolo di cotone imbevuto con la candeggina, e picchiettare la zona rovinata.

Infine, lavare con acqua e sapone e far asciugare completamente il legno. Applicare dell’olio minerale per nutrire il legno.

Se, invece, il tagliere non è più recuperabile, lo si può destinare a nuovo utilizzo.

Ad esempio, può diventare un porta tazzine da caffè.

Infatti, dopo averlo levigato, si possono inserire dei gancetti a forma di elle e appendere le tazzine da caffè, ma anche le tazze da tè di uso quotidiano.

È possibile appendere anche la moka, per averla sempre a portata di mano.

Il tagliere piò essere trasformato anche in un organizer, sempre inserendo dei gancetti ed appendendolo al muro: lo potremo utilizzare per le chiavi di casa o dell’auto, per la lavagna della spesa.

È possibile inserirlo anche in bagno come appendi-asciugamani o in camera da letto, per disporre braccialetti e collane, cravatte o cinture.

Ma banalmente lo possiamo trasformare in un appendiabiti, magari anche decorandolo con qualche stencil.

È possibile trasformare il tagliere in un vassoio per servire a tavola: anche in questo caso, dopo averlo levigato e pulito, è meglio donare un tocco di originalità, con dei piccoli decori.

Infine, possiamo renderlo ancora più utile come mensola per separare dei ripiani ed ottenere ancora più spazio per gli utensili da cucina.

Potete sbizzarrirvi come volete!



cose da sapere prima di prendere un cane
Animali domestici

5 cose da sapere prima di prendere un cane

Come scegliere la giusta lettiera per il gatto
Animali domestici

Come scegliere la giusta lettiera per il gatto

Incentivi condizionatori come funzionano
Elettrodomestici

Incentivi condizionatori: come funzionano?

Cosa mangiano le tartarughe alimentazione per tutti i tipi
Animali domestici

Cosa mangiano le tartarughe: alimentazione per tutti i tipi

Pampas piante e fiori da arredo
Arredamento

Pampas: piante e fiori da arredo

A chi lasciare il cane quando si va in vacanza
Animali domestici

A chi lasciare il cane quando si va in vacanza

migliori condizionatori
Elettrodomestici

I 5 migliori condizionatori per rinfrescare la tua casa

Libreria design
Arredamento

Libreria design: idee ed esempi di librerie famose