Come pulire l’acciaio

Pentole, fornelli e rubinetti sempre lucidi: vediamo come fare per pulire a fondo l'acciaio.

Come pulire l'acciaio? Segui i nostri consigli per non sbagliare.
Come pulire l'acciaio? Segui i nostri consigli per non sbagliare.

È presente in tutte le case, soprattutto in cucina e nel bagno, dunque conviene imparare per bene come pulire l’acciaio e lucidarlo a puntino per non incappare in aloni e incrostazioni difficili da eliminare: l’obiettivo è avere pentole, lavelli e docce sempre splendenti. La prima regola da seguire è quella di non utilizzare in nessun caso prodotti come la candeggina o altri che contengano cloruri o sostanze abrasive perché ci ritroveremmo con l’acciaio graffiato o, comunque, danneggiato. Vediamo, allora, come è meglio agire.

Come pulire l’acciaio della cucina

Partiamo dalla cucina e in particolare da pentole e posate. Un metodo molto semplice consiste nel sistemarle nella lavastoviglie e (oppure nel lavello) di spruzzare un pochino di aceto sull’acciaio. Finito il lavaggio vero e proprio, spruzziamo poi altro aceto su un panno asciutto e lucidiamo pentole e posate. Mi raccomando: il panno non dev’essere eccessivamente bagnato altrimenti si formeranno gli aloni; se ciò accade, strofiniamo con la parte asciutta dello straccio.

Adesso passiamo al lavello, dove spesso si formano macchie di calcare davvero ostinate. In questo caso possiamo provare con un normale prodotto anticalcare o con una soluzione formata da bicarbonato e acqua calda. La stessa miscela può aiutarci per far brillare i nostri fornelli; nel caso di uno sporco comune possiamo provare a rimuoverlo anche con acqua e sapone oppure con un detergente liquido. Anche per la pulizia del forno incrostato possiamo scegliere tra diversi sistemi per avere un acciaio pulito e brillante. Per esempio prendiamo una tazza di sale, una di bicarbonato e una di acqua e otterremo un detersivo naturale in grado di scrostare i residui di cibo attaccati alle pareti del forno. Un’altra miscela tutta naturale si ottiene scaldando dell’acqua in un tegame e aggiungendo un bicchiere di aceto. Quando l’acqua inizia a bollire, mettete il tegame nel forno preriscaldato a 180° e lasciatelo lì per 15 minuti; poi tiriamolo fuori e facciamolo raffreddare, dopodiché immergiamo un panno in questo detersivo naturale e puliamo il nostro forno. Infine, per avare una cappa lucidissima, puliamola con una soluzione di sale, detersivo biologico e acqua.

Come pulire l’acciaio in bagno

Per pulire un rubinetto d’acciaio con il calcare usiamo l’aceto bianco versato su un panno in microfibra. Stessa cosa per far brillare l’acciaio della zona doccia. Oppure usiamo una soluzione di acqua calda e limone.

E se cerchi consigli utili di igiene e pulizia scopri come pulire a fondo la cucina, come pulire il box doccia, come pulire il microonde e come pulire i tappeti.

 


Vedi altri articoli su: Consigli per la casa |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *