Mal di testa e pillola anticoncezionale: ciò che si deve sapere

La pillola anticoncezionale può provocare il mal di testa? Scopriamo insieme se esiste una correlazione.

Mal di testa nella donna
Mal di testa quali sono le connessioni con la pillola.

L’emicrania, o più semplicemente il mal di testa, è un dolore che accomuna moltissime donne.

Questa problematica può scaturire da diversi fattori, come stanchezza, stress quotidiani, malessere generale e sindrome premestruale.

Secondo alcuni studi, però, questo fastidio può essere provocato anche dalla pillola anticoncezionale. Scopriamo insieme tutto ciò che si deve sapere.

Cause del mal di testa da ciclo

Abbiamo visto come l’emicrania può essere di varia natura. Spesso è associata alla sindrome premestruale, infatti, il numero di donne colpite da mal di testa nei giorni prima dell’arrivo del ciclo è molto alto, intorno ai 5 milioni.

Da cosa è dovuto? Ovviamente, tutto dipende dagli ormoni e, in modo particolare, da un calo di estrogeni che si verifica dai quattro ai due giorni prima dell’arrivo delle mestruazioni.

In questo caso, quindi, possiamo parlare di emicrania mestruale.

Mal di testa e pillola anticoncezionale

Il mal di testa non è soltanto connesso alla sindrome premestruale.

Infatti, alcune donne hanno riportato una forte emicrania durante il periodo di sospensione della pillola anticoncezionale. Quindi, si può affermare che vi è una forte connessione tra il mal di testa e questo medicinale.

Come è possibile? Anche in questo caso, il dolore è provocato e nasce perché quando non si assume la pillola vi è un calo vertiginoso degli estrogeni che fa scaturire l’emicrania.

Al contrario, invece, si è registrato una diminuzione del mal di testa con l’assunzione della pillola; questo perché il medicinale influisce a livello ormonale, riportando equilibrio.

Oggi, però, in commercio è possibile trovare una pillola anticoncezionale di nuova generazione, che protegge dall’emicrania e, al tempo stesso, dal rischio di ictus.

Si tratta di un medicinale privo di progesteroni, che non necessita dell’interruzione dei sette giorni della pillola tradizionale.

Un nuovo prodotto contraccettivo al 100% che, oltre a proteggere da gravidanze non desiderate, evita anche l’insorgere del mal di testa in quanto non scatena gli sbalzi ormonali della più comune pillola.


Vedi altri articoli su: Salute |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *