Le proprietà del peperoncino

Ami il piccante? Scopri tutte le proprietà del peperoncino, un alimento utile non solo per insaporire i piatti, ma anche per curare molte patologie

peproncino

Il peperoncino è il frutto di una pianta che fa parte della famiglia delle Solenacee (la stessa delle melanzane e dei peperoni). Ne esistono di diversi tipi, con forme e sapori differenti, ma il più apprezzato è senza dubbio quello piccante. Quest’ultimo infatti viene spesso utilizzato con ingrediente per insaporire i piatti, ma pochi sanno che il peperoncino possiede anche tantissime proprietà benefiche e curative. Tutto merito della capsaicina, un una sostanza contenuta in grandi quantità in questo alimento, in grado di aumentare e stimolare il flusso sanguigno. È la capsaicina a conferire al peperoncino il suo caratteristico gusto piccante a seconda della quantità contenuta e a renderlo un rimedio utile in tantissime occasioni.

Proprietà del peperoncino

1. Grazie alla capacità di aumentare il flusso sanguigno, il peperoncino è un potente vasodilatatore in grado di prevenire moltissime malattie cardiache. La capsacina infatti aiuta a combattere il colesterolo, tenendo le arterie e le vene pulite.

2. Il peperoncino è, secondo alcune ricerche, anche un ottimo rimedio per perdere peso. Infatti i suoi principi attivi svolgono un’azione metabolica e favoriscono il flusso di sangue nei tessuti, aiutando a eliminare le tossine e bruciando i grassi. Inoltre la capsaicina è utile anche per aumentare il senso di sazietà durante i pasti, aiutando a mangiare meno chi segue una dieta dimagrante.

3. Non solo, il peperoncino può aiutare, secondo i medici, anche a combattere delle malattie croniche o, peggio ancora, letali, come il diabete e i tumori. La capsaicina potrebbe aiutare i pazienti affetti da diabete di tipo 1, evitando i collassi causati da livelli bassi di glicemia. Inoltre una ricerca dell’American Association for Cancer Research, ha rivelato che il consumo di peperoncino permette di ridurre la crescita delle cellule cancerogene della prostata.

4. Infine il peperoncino è conosciuto per le sue proprietà afrodisiache, grazie alla capacità di aumentar il flusso sanguigno, agevolando la circolazione nella zona dei genitali. Per gli uomini infatti il peperoncino può aiutare a risolvere i problemi di impotenza, prolungando l’erezione, mentre per le donne la vasodilatazione favorisce l’eccitazione e la produzione di fluidi corporei.

Peperoncino in gravidanza

Solitamente le donne in gravidanza dovrebbero evitare il consumo di peperoncino, anche durante l’allattamento, per evitare di modificare il sapore del latte materno e del liquido amniotico. Nonostante ciò sarebbe sbagliato dire che questo alimento è dannoso per le mamme in attesa. Potete consumare cibi piccanti, sempre moderatamente, e seguire le reazioni del vostro corpo e soprattutto del vostro bambino.

Varietà: messicano, habanero, calabrese…

peperoncino
Il peperoncino calabrese
Per gli amanti del piccante esistono tantissime varietà fra le quali scegliere. Il più famoso è senza dubbio quello cayenna, ma pochi sanno che il peperoncino più forte al mondo, in grado di infiammare anche i palati più resistenti, è quello messicano e più specificatamente, il Trinidad Moruga Scorpion, in assoluto il più forte del pianeta.
Celebre anche l’habanero, anch’esso molto piccante, coltivato nello Yucatan, sempre in Messico, e legato ad antiche leggende e miti. A portarlo in queste terre sarebbero stati, secondo la tradizione, i cubani, da qui il nome che deriva da La Habana, ossia l’Avana, capitale dell’isola di Cuba.
Infine troviamo il peperoncino calabrese anch’esso celebre per la sua piccantezza e l’aroma forte, che lo rendono l’ingrediente il principe della cucina calabrese, usato per insaporire le insalate, la pasta, la parmigiana, le melanzane ripiene e perfino la pizza.


Vedi altri articoli su: Dieta | Salute |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *