Ricette

Pizza fatta in casa

Napoletana o Romana? Alta e morbida o sottile e croccante? Cotta al forno a legna o nel forno elettrico? Ecco la ricetta perfetta per la vostra pizza fatta in casa, capace di accondiscendere ad ogni preferenza!

La Pizza: l’orgoglio del nostro bel paese e il piatto italiano per eccellenza!

Interpretata e reinterpretata in mille modi diversi, la ricetta della pizza italiana è diventata famosissima in tutto il mondo tanto che, non a caso, quando gli stranieri devono identificare l’Italia, spesso lo fanno proprio dicendo: ” Ah, Italia! Pizza e spaghetti!”

Senza andare troppo lontano, già in Italia troviamo almeno 3 differenti declinazioni della pizza. C’è quella Napoletana, con il cornicione alto e morbido, quella Romana detta anche scrocchierella che invece è caratterizzata da una pasta più tirata e sottile che in cottura diventa croccante, scrocchiando, appunto. E, infine, c’è la pizza al taglio o al trancio, preparata in grosse teglie in cui l’impasto lievita e diventa alto e soffice e viene generalmente cotta nel forno elettrico a differenza delle precedenti che trovano il loro retrogusto speciale nella cottura al forno a legna.

Sia che si disponga o meno di un forno a legna, anche noi, in casa, possiamo cimentarci nella preparazione della pizza.

La ricetta che vi presento oggi regala un risultato simile alla pizza romana, sottile e croccante. Se però siete amanti del cornicione napoletano, vi basterà stenderla di meno e il gioco è fatto!

Dopo aver testato differenti ricette per la preparazione dell’impasto della pizza, ho finalmente trovato quello che più mi soddisfa sia in termini di resa che in termini di impegno. Secondo i dettami di Slow food, da cui direttamente derivano le dosi che vi propongo, l’impasto deve essere preparato la sera prima, lasciato lievitare per 24 ore e poi steso, farcito ed infornato.

Grazie alla bassissima percentuale di lievito di birra utilizzata e alla lunga lievitazione, la pizza risulterà molto più digeribile e leggera. Vi basterà solo pensarci con un giorno di anticipo!

Ma, d’altro canto, chi non vorrebbe una pizza già domani?

  • Resa: 3 pizze ( 3 Persone servite )
  • Difficoltà:
  • Preparazione: 24 ore 0 minuto
  • Cottura: 14 minuti
  • Cucina:

Ingredienti

  • 500 grammi farina Manitoba
  • 1 grammi lievito di birra
  • 300 grammi acqua
  • 10 grammi sale
  • 400 grammi mozzarella fiordilatte
  • 300 grammi pomodori pelati
  • olio extravergine di oliva
  • basilico
  • zucchero
  • bicarbonato

Preparazione

  1. Fate intiepidire l’acqua e scioglietevi il lievito.
    Versate nell’impastatrice l’acqua, la farina e il sale e impastate il tutto per una decina di minuti ottenendo un impasto elastico e omogeneo.
  2. Formate una palla, mettetela in una ciotola oliata, copritela con pellicola trasparente e fatela lievitare a 25° per 1 ora.
  3. Dividete l’impasto in 3 panetti da 250gr l’uno, avvolgeteli in pellicola trasparente (ben chiusi ma non troppo stretti poichè la pasta deve avere lo spazio per crescere) e metteteli in frigorifero per 23 ore.
  4. Riprendete i panetti dal frigorifero 1 o 2 ore prima di cena, togliete la pellicola, lavorateli brevemente e rimetteteli a lievitare su di una teglia infarinta coprendoli nuovamente con la pellicola (questa volta non a contatto).
  5. Preparate nel frattempo gli ingredienti per la farcitura.
    Passate i pomodori pelati al passaverdure ottenendo una passata grezza che condirete con un cucchiaio di olio, sale, pepe, un pizzico di zucchero e una punta di biscarbonato (utile per togliere l’acidità) e basilico fresco tritato.
  6. Tagliate la mozzarella fiordilatte a piccoli cubetti e mettetela in uno scolapasta a perdere l’acqua in eccesso che altrimenti bagnerebbe eccessivamente la pizza.
  7. Preriscaldate il forno al massimo della temperatura (280°).

    Stendete i panetti di impasto più o meno sottili a seconda di come preferite gustare la pizza, stendetevi un mestolino di pomodoro e infornate per 7 minuti.
    Mettete la mozzarella e infornate nuovamente per altri 6-7 minuti.
    Sfrornate e gustate caldissima!



Menù festa di compleanno bambini
Consigli di cucina

Menù festa di compleanno bambini: buffet, stuzzichini e dolci

Sartù
Ricette Piatti Unici

Sartù: ecco la ricetta del sartù di riso

Menù per la prima comunione
Consigli di cucina

Menù per la prima comunione: consigli e idee

Pancake light con yogurt greco senza uova
Ricette Dolci e Dessert

Pancake light con yogurt greco senza uova

Centrifugato di frutta ricette
Ricette detox

Centrifugato di frutta ricette

Maracuja: proprietà, gusto, ricette
Consigli di cucina

Maracuja: proprietà, gusto, ricette

Durian
Consigli di cucina

Durian: come tagliarlo e aprirlo

Come fare il green smoothie in casa
Consigli di cucina

Come fare il green smoothie in casa

Pesce in umido in bianco
Ricette Secondi Piatti

Pesce in umido in bianco

Se volete assaporare il sapore di mare, allora cucinate il pesce in umido in bianco: la maniera più semplice, fragrante e gustosa per farlo!

Leggi di più

9 thoughts on “Pizza fatta in casa”

  1. Cara Daniela, è 1 solo grammo di lievito di birra fresco per 500 grammi di farina! Non credere sia poco, è la lunga lievitazione di 24 ore a fare la magia! La pizza è digeribilissima oltre che buonissima! Fidati!!! :)

  2. Ciao ma quando si mettono nella teglia quando lo tiri fuori dal frigo quanto devono lievitare ancora nella teglia?

  3. Ciao Jasmin, questa è la ricetta per la pizza al piatto, non per la pizza in teglia quindi ogni panetto corrisponde ad 1 pizza rotonda. I panetti vanno tolti dal frigorifero 2 ore prima di cena e stesi in un disco rotondo appena prima di mettersi a tavola.
    Se hai bisgono, sono qui ! :)

  4. quando io faccio la pizza, la mia cucina sembra un campo di battaglia, farina ovunque, a volte la ritrovo incollata anche sui vestiti, anche per questo compro laltrapizza, una base precotta, ma il motivo principale é l´impasto, infatti é realizzata con farina di soia e di riso, quindi é super leggera, fragrante e digeribilissima, provatela assolutamente

I commenti sono chiusi.