Pizza fatta in casa

Napoletana o Romana? Alta e morbida o sottile e croccante? Cotta al forno a legna o nel forno elettrico? Ecco la ricetta perfetta per la vostra pizza fatta in casa, capace di accondiscendere ad ogni preferenza!

La Pizza: l’orgoglio del nostro bel paese e il piatto italiano per eccellenza!

Interpretata e reinterpretata in mille modi diversi, la ricetta della pizza italiana è diventata famosissima in tutto il mondo tanto che, non a caso, quando gli stranieri devono identificare l’Italia, spesso lo fanno proprio dicendo: ” Ah, Italia! Pizza e spaghetti!”

Senza andare troppo lontano, già in Italia troviamo almeno 3 differenti declinazioni della pizza. C’è quella Napoletana, con il cornicione alto e morbido, quella Romana detta anche scrocchierella che invece è caratterizzata da una pasta più tirata e sottile che in cottura diventa croccante, scrocchiando, appunto. E, infine, c’è la pizza al taglio o al trancio, preparata in grosse teglie in cui l’impasto lievita e diventa alto e soffice e viene generalmente cotta nel forno elettrico a differenza delle precedenti che trovano il loro retrogusto speciale nella cottura al forno a legna.

Sia che si disponga o meno di un forno a legna, anche noi, in casa, possiamo cimentarci nella preparazione della pizza.

La ricetta che vi presento oggi regala un risultato simile alla pizza romana, sottile e croccante. Se però siete amanti del cornicione napoletano, vi basterà stenderla di meno e il gioco è fatto!

Dopo aver testato differenti ricette per la preparazione dell’impasto della pizza, ho finalmente trovato quello che più mi soddisfa sia in termini di resa che in termini di impegno. Secondo i dettami di Slow food, da cui direttamente derivano le dosi che vi propongo, l’impasto deve essere preparato la sera prima, lasciato lievitare per 24 ore e poi steso, farcito ed infornato.

Grazie alla bassissima percentuale di lievito di birra utilizzata e alla lunga lievitazione, la pizza risulterà molto più digeribile e leggera. Vi basterà solo pensarci con un giorno di anticipo!

Ma, d’altro canto, chi non vorrebbe una pizza già domani?

  • Resa: 3 pizze ( 3 Persone servite )
  • Difficoltà:
  • Preparazione: 24 ore 0 minuto
  • Cottura: 14 minuti
  • Cucina:

Ingredienti

  • 500 grammi farina Manitoba
  • 1 grammi lievito di birra
  • 300 grammi acqua
  • 10 grammi sale
  • 400 grammi mozzarella fiordilatte
  • 300 grammi pomodori pelati
  • olio extravergine di oliva
  • basilico
  • zucchero
  • bicarbonato

Preparazione

  1. Fate intiepidire l’acqua e scioglietevi il lievito.
    Versate nell’impastatrice l’acqua, la farina e il sale e impastate il tutto per una decina di minuti ottenendo un impasto elastico e omogeneo.
  2. Formate una palla, mettetela in una ciotola oliata, copritela con pellicola trasparente e fatela lievitare a 25° per 1 ora.
  3. Dividete l’impasto in 3 panetti da 250gr l’uno, avvolgeteli in pellicola trasparente (ben chiusi ma non troppo stretti poichè la pasta deve avere lo spazio per crescere) e metteteli in frigorifero per 23 ore.
  4. Riprendete i panetti dal frigorifero 1 o 2 ore prima di cena, togliete la pellicola, lavorateli brevemente e rimetteteli a lievitare su di una teglia infarinta coprendoli nuovamente con la pellicola (questa volta non a contatto).
  5. Preparate nel frattempo gli ingredienti per la farcitura.
    Passate i pomodori pelati al passaverdure ottenendo una passata grezza che condirete con un cucchiaio di olio, sale, pepe, un pizzico di zucchero e una punta di biscarbonato (utile per togliere l’acidità) e basilico fresco tritato.
  6. Tagliate la mozzarella fiordilatte a piccoli cubetti e mettetela in uno scolapasta a perdere l’acqua in eccesso che altrimenti bagnerebbe eccessivamente la pizza.
  7. Preriscaldate il forno al massimo della temperatura (280°).

    Stendete i panetti di impasto più o meno sottili a seconda di come preferite gustare la pizza, stendetevi un mestolino di pomodoro e infornate per 7 minuti.
    Mettete la mozzarella e infornate nuovamente per altri 6-7 minuti.
    Sfrornate e gustate caldissima!


Vedi altri articoli su: Ricette Piatti Unici |

Commenti

  • Daniela

    …….quanti sono i grammi di lievito per la pizza????????

  • Elena Levati

    Cara Daniela, è 1 solo grammo di lievito di birra fresco per 500 grammi di farina! Non credere sia poco, è la lunga lievitazione di 24 ore a fare la magia! La pizza è digeribilissima oltre che buonissima! Fidati!!! :)

  • jasmin

    Ciao ma quando si mettono nella teglia quando lo tiri fuori dal frigo quanto devono lievitare ancora nella teglia?

  • ConUnPocoDiZucchero Elena

    Ciao Jasmin, questa è la ricetta per la pizza al piatto, non per la pizza in teglia quindi ogni panetto corrisponde ad 1 pizza rotonda. I panetti vanno tolti dal frigorifero 2 ore prima di cena e stesi in un disco rotondo appena prima di mettersi a tavola.
    Se hai bisgono, sono qui ! :)

  • esterina

    quando io faccio la pizza, la mia cucina sembra un campo di battaglia, farina ovunque, a volte la ritrovo incollata anche sui vestiti, anche per questo compro laltrapizza, una base precotta, ma il motivo principale é l´impasto, infatti é realizzata con farina di soia e di riso, quindi é super leggera, fragrante e digeribilissima, provatela assolutamente

  • daniela

    ma dentro l’impasto non metti olio? si potrebbe fare a meno di mettere in frigo?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *