Dieta del supermetabolismo: cos’è e come funziona

Cerchiamo di comprendere in cosa consiste e come funziona questa dieta, senza tralasciare ricette, porzioni, dosi, quantità e come attuare la fase di mantenimento dopo il calo ponderale.

Dieta del supermetabolismo

Conoscete la dieta del supermetabolismo?  É una delle ultime strategie per perdere peso, in modo semplice e rapido, ideata dalla statunitense Haylie Pomroy che da anni aiuta le persone a perdere peso e a riacquistare salute.

Cerchiamo di comprendere in cosa consiste e come funziona questa dieta, senza tralasciare ricette, porzioni, dosi, quantità e come attuare la fase di mantenimento dopo il calo ponderale.

Questo regime alimentare si pone l’obiettivo di riparare ed attivare il metabolismo basale e di far perdere peso senza digiunare. Dura 28 giorni e si divide in 3 fasi successive, ciascuna della durata di 2 giorni. Nella prima si consumano carboidrati complessi e semplici, qualche alimento proteico e pochissimi grassi. Nella seconda molte proteine e verdure a foglia larga; grassi e carboidrati sono vietati. Nella terza si reintroducono l’olio extravergine di oliva, le noci e le mandorle. Alla fine della terza fase, si riparte con la prima fino al raggiungimento dei 28 giorni. In questo regime sono vietati farina, mais, latticini, soia in tutte le sue forme, caffè, tè e zucchero.

Ricette ad hoc

Ogni fase ha ricette specifiche. Per la prima si può preparare il porridge al cacao con fragole, ottenuto da fiocchi e crusca di avena. Per la seconda, i muffin di albumi e verdure, preparati utilizzando albumi e verdure a piacere. Per l’ultima, la schiacciatina ai semi di lino, a base di farina di semi di lino ed un uovo intero.

Porzioni

Veniamo alle porzioni degli alimenti: in tutte le fasi sono previsti circa 120 g di carne, 170 g di pesce, 60 g di affettati e 3 albumi. Nella prima, 1 tazza di cereali cotti e 30 g di crackers, da dimezzare nella terza fase, durante la quale sono previsti 35-40 g di frutta secca, 2 cucchiai di olio di semi di girasole e 4 cucchiai di olio per insalata. La frutta può esser mangiata solo nelle fasi 1 e 3, mentre la verdura se può mangiare a volontà. Queste porzioni sono adatte a chi vuole perdere circa 10 kg.

Dosi e quantità

Gli alimenti sono dosati in base al volume, secondo le cup americane. Ogni cup corrisponde a 240 ml.
In questo regime non è tanto importante la quantità degli alimenti, ma la loro qualità. Si focalizza, infatti, su cibi ritenuti buoni e sull’assunzione quotidiana di 30 ml di acqua per ogni kg di peso corporeo.

Mantenimento

Al termine di questo percorso è prevista una fase di mantenimento, detta fase quattro, ossia quella della alimentazione sana ed equilibrata, che consenta di preservare il peso raggiunto, attraverso il consumo moderato di tutti gli alimenti.


Vedi altri articoli su: Dieta |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *