5 carboidrati che non fanno ingrassare

Sognate una dieta ricca di carboidrati? Basta scegliere quelli giusti!

foto carboidrati
legumi, cereali e pane

Nell’immaginario comune dieta fa rima con riduzione drastica di carboidrati. Ma chi ha detto che i carboidrati fanno ingrassare?

Oltre a essere indispensabili per una corretta alimentazione, garantendo al vostro corpo il giusto apporto energetico, i carboidrati non fanno ingrassare.

O meglio, non tutti. Alcuni risultano essere, infatti, validi alleati della vostra dieta.

Dimagrire senza rinunciare ai carboidrati… Un sogno che diventa realtà!

L’importanza dei carboidrati nella dieta mediterranea

In una dieta sana ed equilibrata, il 55-60% dell’apporto energetico giornaliero dev’essere composto da carboidrati. Questi sono infatti necessari per il corretto funzionamento del sistema nervoso centrale e risultano indispensabili anche per i globuli rossi.

Eliminare i carboidrati dalla dieta è sbagliatissimo. Per prima cosa si rischia di sopperire alla mancanza di questi alimenti ingerendo un’eccessiva quantità di proteine, il cui consumo elevato che può portare a patologie renali o epatiche.

In secondo luogo l’attività fisica quotidiana “pesca” l’energia proprio dai carboidrati e la loro assenza comporta stanchezza fisica e mentale, nonché la diminuzione della massa magra (il muscolo) e una perdita di minerali, necessari per il corretto funzionamento dell’organismo.

Carboidrati semplici e complessi: ecco quali scegliere per non ingrassare

Una volta compresa l’importanza dei carboidrati, non resta che conoscerli meglio per imparare a consumarli nel modo corretto.

Esistono due tipi di carboidrati: semplici e complessi.

Quelli semplici comprendono tutti gli alimenti zuccherati (bibite gasate, dolci, miele…) e la frutta, quelli complessi invece comprendono cereali e tuberi.

I primi vengono assorbiti dall’organismo più rapidamente e restituiscono in breve tempo il senso di fame, i secondi invece richiedono tempi di digestione maggiori, provocando dunque un senso di sazietà più duraturo.

Ma quali sono i carboidrati che ci aiutano a mantenere il peso-forma?

  • Orzo: questo cereale appartiene alla famiglia dei carboidrati complessi e risulta ottimo per placare gli improvvisi attacchi di fame. Fra le sue qualità: accelera il metabolismo e aumenta la leptina, “l’ormone della sazietà”. Si può consumare in insalata o nelle zuppe.
  • Avena: disponibile in molte varianti (fiocchi, crusca, farina), questo cereale aiuta a regolare i livelli di zucchero nel sangue, favorisce il senso di sazietà ed è fra i più completi, in quanto ricco di fibre, vitamine, minerali e proteine vegetali.
  • Quinoa: alimento a basso indice glicemico, utilizzabile in sostituzione del riso, questo seme contiene il doppio delle fibre rispetto ai cereali.
  • Legumi: Lenticchie, fagioli, piselli, ceci… i legumi contengono moltissime fibre e sono un’ottima fonte di proteine. Sono sazianti e depurativi.
  • Popcorn: incredibile a dirsi, questo gustosissimo snack ha pochissime calorie e sazia davvero molto. Preparati in casa e senza l’aggiunta di olio o burro, possono costituire un’ottima merenda.

Se infine non volete rinunciare a un bel piatto di pasta, a un gustosissimo risotto o a un panino col prosciutto…. Niente panico! Basterà infatti scegliere le versioni integrali di questi alimenti, per ridurre drasticamente le proprietà “ingrassanti”.

Buona dieta a tutte!


Vedi altri articoli su: Dieta |

Commenti