Trucco semipermanente, pro e contro

Trucco semipermanente, pro e contro

Tutti i pro e i contro della tecnica trucco semipermanente, con tanti consigli utili su come si fa e quanto dura questa tipologia di make up.

Al giorno d’oggi, sono sempre di più le donne che scelgono il trucco semipermanente, tecnica conosciuta anche con il nome di micropigmentazione, dermopigmentazione e tatuaggio estetico. In sostanza, a prescindere dalla denominazione che è molto spesso variabile, questa tecnica consente di definire e colorare alcune aree del viso, come le sopracciglia e le labbra, e di sfoggiare il risultato per un periodo di tempo piuttosto lungo. Attenzione: a differenza del vero e proprio tatuaggio, però, il trucco semipermanente dura di meno e anche il metodo di realizzazione è differente.

In entrambi i casi, ovviamente, è consigliato rivolgersi a personale altamente qualificato, anche perché i risultati – seppure con alcune differenze – non sono facilmente reversibili.

Cerchiamo di capire meglio quali sono i pro e i contro del trucco semipermanente, partendo da cos’è e come funziona sino ad arrivare a ulteriori dettagli come durata e prezzi.

Cos’è il trucco semipermanente e perché sceglierlo

Come anticipato, il trucco semipermanente è una tecnica che consente di avere un aspetto sempre curato e che, a tutti gli effetti, trucca il viso in modo durevole nel tempo. C’è chi opta per il trucco semipermanente sopracciglia e chi per quello labbra – sono indubbiamente i trattamenti più richiesti – ma non mancano neppure le donne che lo scelgono per coprire cicatrici o per sopperire alla mancanza di ciglia e sopracciglia in seguito a cure chemioterapiche o per problemi di diversa natura, come l’alopecia.

Questo tipo di trucco può, infatti, disegnare completamente l’arcata delle sopracciglia o andarne a migliorare l’aspetto colmando eventuali “buchi”. Inoltre, è possibile scegliere un colore di rossetto permanente per le labbra, realizzare un trucco occhi completo oppure colorare leggermente le guance dicendo addio al blush. Tra i trattamenti più gettonati ci sono poi il “tightlining“, che consiste nel delineare in modo semipermanente una riga di matita nella rima interna dell’occhio, e l’eyeliner.

A differenza del tatuaggio, il trucco semipermanente non adopera pigmenti da tatuaggio ma pigmenti naturali, certificati e compatibili con la pelle. I rischi di sviluppare reazioni allergiche, quindi, sono davvero ridotti ai minimi termini. Questi pigmenti, inoltre, vanno meno in profondità rispetto a quelli impiegati per i tatuaggi: insomma, la durata è notevole ma non eterna. Gli aghi che vengono utilizzati per iniettare il pigmento sono poi molto meno invasivi rispetto a quelli che utilizzano i tatuatori.

Quanto dura e quanto costa

La procedura del trucco semipermanente ha una durata che varia dalle 2 alle 4 ore, a seconda ovviamente dell’area da trattare. Per quanto riguarda invece i risultati, sono immediati e durano per parecchio tempo. In media, il trucco semipermanente dura dai 6 ai 12 mesi, ma per scomparire completamente dal viso può impiegare fino a 5 anni. Da qui l’importanza di affidarsi sempre a un esperto. Le figure qualificate sono il chirurgo plastico o un dermopigmentatore certificato.

Solitamente, viene consigliato di sottoporsi ad alcune sedute di mantenimento per prolungare ulteriormente la durata degli effetti. Attenzione: questi sono dati statistici, stiamo parlando di “media” ma la durata del trucco semipermanente può essere nettamente inferiore in presenza di particolari condizioni.

Eccone alcune:

  • la pelle molto grassa non trattiene il pigmento;
  • la pelle molto secca si screpola;
  • fare sport a contatto con il cloro;
  • Lampade abbronzanti ed esposizione al sole senza protezione solare;
  • trattamenti estetici esfolianti (es. peeling);
  • assunzione di farmaci (cortisonici e anticoaugulanti);
  • sudorazione eccessiva.

Anche i tempi di cicatrizzazione sono soggettivi e variabili. In sostanza, è sempre meglio sottoporsi a una valutazione prima del trattamento, in modo da poter pronosticare quale possa essere la durata effettiva del trucco semipermanente e fare una scelta consapevole.

Quanto costa il trucco semipermanente? I costi variano dai 400 ai 900 euro circa per labbra e sopracciglia. Ogni ritocco costa circa 150-250 euro.

I vantaggi

Il trucco semipermanente presenta tantissimi vantaggi ed è per questo motivo che è sempre più richiesto. Sicuramente, fa risparmiare molto tempo a chi si trucca ogni giorno e, inoltre, ci evita anche la seccatura di doverci struccare ogni sera. Spesso viene scelto anche dai soggetti allergici ai cosmetici e, come abbiamo anticipato, da chi ha esigenza di nascondere cicatrici o macchie in modo efficace.

Gli svantaggi

Come per ogni trattamento estetico, esistono anche degli svantaggi. I risultati del trucco semipermanente sono ovviamente durevoli nel tempo e la staticità del make up ottenuto potrebbe annoiare a lungo andare. Un altro svantaggio è il dolore: non si soffre moltissimo, ma proprio come per i tatuaggi si tratta di soglia del dolore, un fattore estremamente personale. In presenza di pazienti particolarmente sensibili, il professionista che pratica la pigmentazione applica della pomata anestetica in grado di addormentare la zona e attenuare il fastidio.

Il trucco semipermanente, inoltre, è sconsigliato in alcune situazioni. Possono esserci controindicazioni in caso di infezioni della pelle o di dermatiti. Anche approcciare a nei, cicatrici molto grandi e labbra precedentemente trattate con botox può essere rischioso. Gli esperti, infine, sconsigliano il trucco semipermanente alle donne in gravidanza o in allattamento.

Considerazioni finali sul trucco semipermanente

Il trucco semipermanente è sicuramente un’ottima soluzione quando si ha la necessità, magari per lavoro o per particolari esigenze di salute, di sopperire ad alcuni inestetismi o semplicemente per vedersi sempre in ordine senza dover ricorrere sempre, ogni giorno, ai prodotti di make up. L’importante, se si decide di avvalersi di questo tipo di tecnica, è trovare quindi un look con cui ci vediamo bene e sentiamo a nostro agio, un make up che ci piaccia e che ci faccia piacere sfoggiare per davvero molto tempo.

Se siete per indole lunatiche e indecise, questo trattamento potrebbe non essere una buona idea. Anche i costi piuttosto elevati sono un deterrente. Il nostro consiglio è, quindi, quello di consultare sempre un serio e qualificato professionista, un addetto ai lavori in grado di consigliare se vale davvero la pena sottoporsi al trattamento.

Considerata la natura permanente (o meglio semipermanente) è preferibile infatti che la scelta di sottoporsi a una seduta di tatuaggio estetico sia molto consapevole e ben ponderata, di certo non dettata da un semplice capriccio. Il rischio è quello di pentirsi e di non poter tornare indietro molto facilmente.



Come mi trucco per andare a scuola
Come mi trucco

Come mi trucco per andare a scuola

Come truccarsi con la mascherina
Come mi trucco

Come truccarsi con la mascherina

Armocromia come truccarsi con i colori giusti
Make up

Armocromia: come truccarsi con i colori giusti

Come mi trucco con l'abbronzatura
Come mi trucco

Come mi trucco con l’abbronzatura

Eyeliner semipermanente, quanto costa e come funziona
Make up

Eyeliner semipermanente, quanto costa e come funziona

Come mi trucco a 60 anni
Come mi trucco

Come mi trucco a 60 anni

Come leggere le etichette dei cosmetici
Make up

Come leggere le etichette dei cosmetici

Trucco tradizionale giapponese
Make up

Trucco tradizionale giapponese

Post rinoplastica gli step da seguire dopo l'intervento
Bellezza

Post rinoplastica: gli step da seguire dopo l’intervento

Alimentazione, igiene personale, abitudini quotidiane: ecco gli accorgimenti da adottare per evitare rischi nel decorso post rinoplastica.

Leggi di più